Gladiator: Sword of Vengeance

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gladiator: Sword of Vengeance
Sviluppo Acclaim Entertainment
Pubblicazione Halifax
Data di pubblicazione 2003
Genere Azione
Tema Antica Roma, Mitologia
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Microsoft Windows, Playstation 2, Xbox
Periferiche di input Tastiera, Joystick, mouse

Gladiator: Sword of Vengeance è un videogioco d'azione pubblicato nel 2003.

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

I combattimenti in Gladiator sono veloci e poco tattici, solitamente si deve eliminare i nemici per proseguire, a volte bisognerà farlo in una prova a tempo, per risolvere gli enigmi si tratta solamente di prendere la chiave dai nemici caduti. Ad un certo punto della storia, si otterrà una apposita barra che si riempirà ad ogni colpo inferto al nemico, questa barra più sarà piena più renderà potente Thrax, Thrax inoltre otterrà poteri speciali donatogli dagli dei, come la saetta di Giove o la forza Erculea.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La trama di Gladiator è incentrata in un impero romano in decadenza, l’imperatore Traiano è stato ucciso, il senatore Arruntius, sale al potere, e qui si abbandona al vizio ed agli eccessi, mandando in malora la gloria di Roma: il nuovo dittatore organizza dei giochi con i gladiatori, è qui entra in scena Invictus Thrax, un gladiatore, il preferito di Traiano, Arruntius, lo costringe ad affrontare uno dopo l'altro un grande numero di gladiatori avversari, ma Thrax facilmente li batte tutti, fino a che, in un combattimento nel Colosseo, Thrax viene ucciso da una forza misteriosa....

Risvegliatosi nei campi elisi, incontra Romolo e Remo, che gli raccontano di come Arruntius abbia assassinato Traiano e stretto un patto con Fobos e Deimos, e che sia Roma che il mondo intero sprofonderebberò nel caos se non lo si fermerà[1]. Dopo un lungo viaggio nei meandri dell'oltretomba, dove otterrà anche l'aiuto degli dei e affrontato centinaia di nemici, tra i quali scheletri viventi, ciclopi, psicopompi, ecc. Thrax finalmente torna alla vita dove affronta un'altra volta un percorso a ostacoli organizzato da Arruntius, irto di trappole e gladiatori, dopo aver raggiunto di nuovo il Colosseo Thrax affronta Fobos e Deimos e, grazie anche all'aiuto degli dei, riesce a sconfiggerli successivamente uccide Arruntius lanciandogli la sua spada infilzata.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Recensione su spaziogames
videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi