Fobos (mitologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Fobos, o Phobos (Φόβος), era una figura della mitologia greca.

Figlio di Ares, dio della guerra, e di Afrodite, dea della bellezza, era la divinizzazione della paura e fratello di Deimos, il terrore causato dalla guerra. Tuttavia queste personificazioni malvagie avevano anche fratelli e sorelle buone, come Armonia, la sposa di Cadmo.

Il suo tempio maggiore si trovava a Sparta e gli Spartani pregavano nel tempio prima di scendere in battaglia. Plutarco riferisce, nella "Vita di Alessandro", che anche Alessandro Magno, alla vigilia della battaglia di Gaugamela contro il re persiano Dario, fece sacrifici a questo dio.

Quando, nel 1877, Asaph Hall scoprì le lune di Marte le chiamò Phobos e Deimos.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca