Giovanni Ruffini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Ruffini

Giovanni Domenico Ruffini (Genova, 20 settembre 1807Taggia, 3 novembre 1881) è stato uno scrittore e patriota italiano.

Il patriota[modifica | modifica wikitesto]

Condannato a morte per la partecipazione ai moti mazziniani fu a lungo esule. Con i suoi romanzi diffuse la conoscenza delle ragioni del Risorgimento italiano.

Ruffini, con i fratelli Jacopo, Agostino e Ottavio, fu tra i primi aderenti alla Giovane Italia di Giuseppe Mazzini movimento più moderno e organizzato di quanto non fosse la Carboneria. Nel 1833, obbligato a fuggire in esilio perché scoperto organizzatore di un moto rivoluzionario (Jacopo si suicidò in carcere) riparò in Francia, poi in Svizzera e in Inghilterra.

Nel 1848 ritornò in patria e fu eletto Deputato al Parlamento piemontese per il collegio di Taggia (Imperia). Fu successivamente Ambasciatore a Parigi, carica alla quale rinunciò nel 1849. Rimase tuttavia nella capitale francese sino al 1874, anno in cui si ritirò a Taggia ove morì nel 1881.

Il letterato[modifica | modifica wikitesto]

Svolse attività letteraria soprattutto all'estero cosicché molta della sua produzione (4 romanzi, 2 raccolte di racconti e scritti vari) fu pubblicata in inglese e poi tradotta in italiano.

Nel 1843, in esilio a Parigi, scrisse, su richiesta di Gaetano Donizetti, il libretto del Don Pasquale. In lite con l'autore, l'opera fu firmata con lo pseudonimo di Michele Accursi, altro esule, amico sia di Donizetti che di Ruffini.

I due romanzi più celebri sono Lorenzo Benoni, ovvero Pagine della vita di un Italiano (1853) in gran parte autobiografico e Il dottor Antonio (1855, da cui sono stati tratti diversi film ed uno sceneggiato televisivo), volto a suscitare le simpatie inglesi e francesi per le sorti dell'Italia.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Don Pasquale. Dramma buffo in tre atti posto in musica dal maestro Gaetano Donizetti maestro di cappella di camera e compositore di corte di s.m. l'imperatore d'Austria, Milano, Giovanni Ricordi, 1843. Nuova ed.: Milano, Edizioni del Teatro alla Scala, 2012.
  • Il dottor Antonio, traduzione dall'inglese di Mara Fabietti, Milano, Cavallotti, 1850. Nuova ed.: traduzione dall'inglese di Marina Carcano, [S. l.], Nabu Press, 2010. ISBN 9781142746155.
  • Lorenzo Benoni. Scene della vita di un italiano edite da un amico, prima versione dall'originale inglese, Oneglia, Tipografia di G. B. Tasso, 1854.
  • Memoires d'un conspirateur, Paris, Librairie nouvelle, 1855.
  • Sanremo rivisitato, versione dall'inglese per cura d'alcuni amici dell'autore, Sanremo, Puppo, 1865.
  • A quiet nook in the Jura, Leipzig, B. Tauchnitz, 1867.
  • Carlino and other stories, Leipzig, B. Tauschnitz, 1872.
  • Lavinia, traduzione italiana dall'inglese, Milano, Battisti e Brigola, 1877.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 49384032 LCCN: n82229216 SBN: IT\ICCU\CFIV\030008