Gino Quilico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gino Quilico (New York, 29 aprile 1955) è un baritono canadese di origini italiane.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio d'arte (suo padre era il baritono Louis Quilico), ha debuttato nel 1977 a Toronto in The Medium di Giancarlo Menotti.

Nel 1988 è Marcello ne La bohème (film 1988). Nel 1988 è stato nominato Artista dell'Anno dal Canadian Music Council e nel 1993 è stato insignito del titolo di Officer of the Order of Canada per i suoi meriti artistici. Nel 1995 ha vinto il Grammy Award per la sua partecipazione alla registrazione di Les Troyens di Berlioz (Decca Records).

È specializzato nei repertori francese e italiani. È stato acclamato in prestigiosi teatri (La Scala, Covent Garden, Metropolitan Opera, Vienna Staatsoper, Paris Opera e Bayerische Staatsoper) e diretto da grandi maestri quali Seiji Ozawa, Herbert Von Karajan, Riccardo Chailly, James Levine, Lorin Maazel, Zubin Mehta, John Pritchard, Michel Plasson.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine del Canada - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine del Canada
«Baritono di fama internazionale nelle opere francesi e italiane, ha cantato con le più prestigiose aziende europee e americane. Appare regolarmente all'Opera di Parigi e la Royal Opera House di Londra. La sua versatilità nell'interpretazione della musica barocca e moderna lo ha posto tra i cantanti più celebri in età relativamente giovane.»
— nominato il 21 ottobre 1992, investito il 21 aprile 1993[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Sito web del Governatore Generale del Canada: dettaglio decorato.

Controllo di autorità VIAF: 54333543

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica