Gigi Marzullo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Si faccia una domanda e si dia una risposta »
(Gigi Marzullo)
Luigi Marzullo

Capostruttura di Rai 1
In carica
Inizio mandato 14 maggio 2013

Luigi Marzullo detto Gigi (Avellino, 25 luglio 1953) è un giornalista e conduttore televisivo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia a Pisa, inizia la propria carriera nella redazione di Il Mattino diventando giornalista professionista nel 1983.

Entrato in Rai su diretta segnalazione del corregionale Ciriaco De Mita[1], esordisce in televisione nel 1983 con Forte Fortissimo un programma di Rai 1 su testi di Marco Di Tillo e Annabella Cerliani. Nel 1986 conduce il programma Italia mia al fianco di Sammy Barbot, affidatogli da Biagio Agnes. L'anno seguente conduce Il mondo è tuo insieme a Giulia Fossà.

Dopo varie esperienze televisive (fra cui, nel 1988, anche Microfono d'Argento, una serata di gala televisiva insieme a Gabriella Carlucci), gli viene affidata, dal 1989 al 1993, la conduzione di Mezzanotte e dintorni, programma notturno di Rai 1 in cui egli sottoponeva domande pungenti a numerosi personaggi famosi. Nel 1994 gli venne affidato anche un programma il cui titolo ricalcava quello del suo programma notturno: Mezzogiorno e dintorni, che però non ebbe i risultati di share sperati e per questo venne chiuso; altri suoi programmi di questo periodo sono Uno più uno e L'asino d'oro. Inoltre nella stagione 1999-2001 fu spesso ospite all'interno di Quelli che... il calcio.

Dal 1994 è stato per 19 anni il conduttore dei programmi Sottovoce (tutti i giorni feriali), con lo speciale Così è la mia vita...Sottovoce; inoltre conduce Settenote - Musica e musiche (il giovedì) che si occupa di musica e cantanti, Cinematografo (il venerdì), che si occupa di cinema e dei relativi festival di cinematografia (Roma, Venezia, Cannes), Milleeunlibro - Scrittori in TV (sabato) che si occupa di libri e scrittori, Applausi (programma televisivo)|Applausi (la domenica) che si occupa di teatro ed infine L'appuntamento - libri in TV, che si occupa di libri, in onda anche questo di domenica in terza serata su Rai 1. È il responsabile della struttura Notte di Rai 1 dal 14 maggio 2013, quando viene nominato dal direttore generale RAI Luigi Gubitosi capostruttura cultura della prima rete RAI.

Programmi[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 gli è stato assegnato il Premio Cimitile, sezione Giornalismo Antonio Ravel. Nel 2008 riceve il Premio Città dei Cavalieri di Malta[2].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Mezzanotte e... dintorni, Torino, Nuova Eri, 1990.
  • I sogni di mezzanotte e dintorni, Torino, Rai Eri, 1991.
  • Le notti blu di Sottovoce. Incontri con venti testimoni del nostro tempo, Roma, Rai Eri, 1997.
  • Stelle di notte. Ventidue donne si raccontano Sottovoce, Roma, Rai Eri; Venezia, Marsilio, 1998.
  • Bellidinotte. Guerrieri moderni & cavalieri d'altri tempi, Napoli, A. Guida; Roma, Rai Eri, 1999.
  • Mezzanotte e contorni - le grandi abbuffate notturne, con la collaborazione di G. Vissani, Roma, Rai Eri, 2000.
  • Il marzulliere, Milano, Sperling & Kupfer, 2002.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha avuto dei camei nel ruolo di se stesso nei film Body Guards - Guardie del corpo e Matrimonio alle Bahamas, e nella prima serie di Un medico in famiglia.

Riferimenti nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

  • Nella sua carriera è stato oggetto di alcune imitazioni televisive. Il suo imitatore più famoso è Maurizio Crozza che ha proposto il personaggio di Marzullo nei suoi programmi Crozza Italia, Crozza alive e Italialand in onda su La 7.
  • Famosa la sua frase ricorrente, ormai diventata un cult: «Si faccia una domanda e si dia una risposta».
  • Viene citato nel monologo Secondo me gli italiani di Giorgio Gaber.
  • Viene citato nella canzone Telecomando della band Otto Ohm.
  • Viene citato nella canzone Buonanotte Italia di J-Ax.
  • Il personaggio di Marzull-bot nell'episodio Lei...Bender della quarta stagione della serie TV Futurama è ispirato a Marzullo nel doppiaggio italiano, in originale invece è ispirato a uno dei tanti talk show USA.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Irpiniagate. Ciriaco De Mita da Nusco a palazzo Chigi, archivio900.it. URL consultato il 25 dicembre 2014.
  2. ^ Premio Città dei Cavalieri di Malta edizione 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]