Fuck tha Police

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fuck tha Police
Artista N.W.A.
Autore/i Ice Cube, MC Ren, Eazy-E
Genere Gangsta rap
Political rap
Hardcore rap
Edito da Priority/Ruthless
Pubblicazione
Incisione Straight Outta Compton
Data 1988
Durata 5'43"
Straight Outta Compton – tracce
Successiva

Fuck tha Police ("Fanculo la polizia") è una canzone del gruppo gangsta rap statunitense N.W.A., facente parte del loro secondo album in studio, Straight Outta Compton, pubblicato nel 1988.

Anche se mai pubblicata come singolo, la canzone è stata classificata nel 2004 alla posizione numero 425 nella lista delle migliori 500 canzoni di sempre redatta dalla rivista Rolling Stone.[1] Sempre la stessa rivista, questa volta nella versione italiana, nel 2013 ha inserito Fuck tha Police alla posizione numero 15 nella classifica delle 50 migliori canzoni rap di sempre.[2]

Il testo della canzone provocò la stretta sorveglianza della band da parte dell'FBI.[3]

Sin dalla sua prima uscita nel 1988, lo slogan Fuck the Police continua ad influenzare la cultura pop odierna sotto forma di magliette, dipinti, murales, graffiti, e trasposizioni in altri generi musicali come dimostrato dalla cover del brano ad opera dei Rage Against the Machine.[4]

Il Brano[modifica | modifica sorgente]

Contenuti[modifica | modifica sorgente]

Fuck tha Police è una canzone di protesta che critica i modi bruschi e spicci con cui la polizia californiana cattura e processa i criminali. Ice Cube, MC Ren ed Eazy-E hanno i ruoli di "avvocati", mentre Dr. Dre è un "giudice" che guida il processo degli "N.W.A. contro la polizia". Le testimonianze in rima esprimono rabbia contro il razzismo e la violenza dei poliziotti, con un linguaggio abrasivo e triviale scandito da Ice Cube.

Impatto e polemiche[modifica | modifica sorgente]

A causa della canzone, la crew fu sempre tenuta sotto controllo dalla polizia durante i concerti. In uno di questi gli N.W.A. cominciarono a lanciare la base del brano Fuck tha Police, ma ancora prima di poter cominciare a rappare la polizia li trascinò via dal palco con la forza e il gruppo venne arrestato. Una delle ragioni per questo accanimento fu proprio Fuck tha Police, il cui testo controverso causò una diffida ufficiale al gruppo da parte dell'FBI e della CIA, che inviarono una lettera alla casa discografica Ruthless Records informando l'etichetta del loro disappunto circa il testo e il messaggio d'odio verso le forze di polizia insito nella canzone, vietando inoltre che i N.W.A si esibissero in concerto in diverse località.[5] La lettera dell'FBI non fece altro che pubblicizzare ulteriormente la famigerata fama della traccia. La canzone si rivelò profetica nel prevedere il crescente risentimento contro le forze dell'ordine di Los Angeles che successivamente sfociò nei disordini del 1992 causati dal pestaggio di Rodney King. Inoltre il testo del brano lascia intendere come gli agenti di polizia afroamericani siano anche peggiori dei poliziotti di pelle bianca.

Particolarmente controversa è la parte del testo della canzone dove viene incoraggiata la violenza nei confronti della polizia; frasi come: «I'm a sniper with a hell of a scope/Taking out a cop or two, they can't cope/with me» ("Sono un cecchino con una mira infernale/Facendo fuori un poliziotto o due, loro non possono scherzare/con me") e «A sucka in a uniform waitin' to get shot/by me, or anotha nigga» ("Uno stronzo in uniforme aspetta di essere ammazzato/Da me, o da un altro negro") si riferiscono direttamente all'omicidio di agenti di polizia.

Nel 1996, durante le proteste di massa a Belgrado, Fuck tha Police e Fight the Power dei Public Enemy furono suonate senza interruzione per due giorni da B92, una stazione radiofonica di Belgrado, come forma di espressione del pensiero dei manifestanti contro la polizia ed il regime serbo.

Cover e riferimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Il gruppo musicale rap metal Rage Against the Machine ha eseguito dal vivo una cover del brano, poi inserita nell'album Live & Rare. Il brano è stato reinterpretato anche dai Dope, e dai Soulfly. Kanye West allude alla canzone nel suo singolo All Falls Down dove dice: «I say 'fuck the police', that's how I treat 'em». Cop Killer, una canzone della band metal di Ice-T, i Body Count, affronta tematiche simili e contiene le parole «fuck the police».

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The RS 500 Greatest Songs of All Time in rollingstone.com, 9 dicembre 2004. URL consultato il 28 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 22 giugno 2008).
  2. ^ Rolling Stone Italia, numero 118, agosto 2013, pag. 78.
  3. ^ Stephen Thomas Erlewine, AllMusic: NWA Biography. URL consultato il 7 aprile 2012.
  4. ^ YouTube: Fuck tha Police (RATM cover), Rage Against the Machine. URL consultato il 7 aprile 2012.
  5. ^ Stephen Thomas Erlewine. N.W.A Biography. Allmusic.
hip hop Portale Hip hop: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di hip hop