Formula 2 australiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Formula 2 australiana (Australian Formula 2), abbreviata in AF2 o ANF2, è una formula automobilistica che si corre in Australia. Questa è una delle serie motoristiche più antiche del paese, essendo nata nel 1964. Il formato corrente del campionato è stato introdotto nel 1978. Brian Shead della Cheetah Racing Cars e Garrie Cooper della Elfin Racing Cars sono i principali artefici dello sviluppo della categoria, nata per consentire a giovani piloti australiani di correre senza incorrere in spese gravose.

La categoria è un amalgama delle precedenti categorie di Formula 2 e Formula 3 australiane: utilizza infatti vetture di queste categorie o vetture di nuova concezione, spinte da motori di serie con 2 valvole per cilindro, con capacità tra i 1100 cm³ e i 1600 cm³. I motori inizialmente utilizzati furono i Toyota 2T, i Ford Kent e gli Holden Gemini. Più recentemente hanno avuto utilizzo i motori della Volkswagen Golf, grazie al loro buon rapporto peso/potenza.

La AF2 ha ottenuto un grosso successo, tanto da diventare la più frequentata categoria automobilistica del paese. Questo ha fatto sviluppare un certo numero di costruttori locali. Spesso, poi, gli stessi costruttori si cimentavo alla guida. Dopo la scomparsa della F5000 nazionale l'AF2 divenne la più importante categoria motoristica d'Australia. Accanto al campionato nazionale vennero organizzati anche campionati nei singoli Stati. Con l'introduzione della Formula Pacific, l'AF2 perse però questo primato.

Anche negli anni ottanta la AF2 rimase estremamente popolare, tanto che l'Australian Drivers' Championship fu assegnato con gare con vetture di questa serie nel 1987 e nel 1988.

Nel 1989 la CAMS introdusse, in Australia, la Formula 3 internazionale. L'AF2 divenne una categoria ancella della Formula 3, essendo così destinata alla sparizione, e la CAMS cessò di riconoscere il titolo nazionale al campionato di AF2 dopo il 1988. Malgrado questo, l'AF2 non sparì ma rimase una formula molto seguita, anche grazie alla sua economicità rispetto alla Formula 3 e alla Formula Holden.

Dall'epoca il seguito è comunque diminuito tanto da perdere la caratteristica di essere disputata in tutta la Nazione. Attualmente l'AF2 viene corsa nel Nuovo Galles del Sud, sebbene vi sia il progetto di portarla anche nello stato di Victoria.

Specifiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

  • 1964–1968: cilindrata massima 1100 cm³ se derivato dalla serie, oppure 1000 cm³ progetto libero
  • 1969–1970: cilindrata massima 1600 cm³
  • 1971–1977: cilindrata massima 1600 cm³, due valvole per cilindro
  • 1978–  : cilindrata massima 1600 cm³, derivato dalla serie, singolo albero a camme

Negli anni 1989-2002 ammessi anche motori di cilindrata massima 2000 cm³ purché secondo le regole della Formula 3 FIA

Motore[modifica | modifica sorgente]

Col regolamento corrente il motore dev'essere derivato dalla serie. I più utilizzati sono il Toyota 2T, il Ford Kent, l'Holden Gemini. Il più popolare risulta però, attualmente, quello derivato dalla Volkswagen Golf. I motori devono utilizzare carburatori per l'induzione della benzina: il più comune è il carburatore Weber. I motori sono ora limitati a 8500 giri al minuto, anche se in passato erano rari i propulsori con più di 10000 giri al minuto. La potenza di questi propulsori è tra i 180 e i 200 cavalli.

Telai[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte dei telai costruiti negli anni settanta e ottanta erano in monoscocca d'alluminio, esattamente come la vetture di F1 del periodo. Il loro peso era spesso inferiore ai 400 kg; il regolamento prevedeva che, col pilota, potessero arrivare al massimo a 510 kg.

Le vetture costruite negli anni novanta da costruttori come Reynard o Dallara erano in fibra di carbonio, ed erano più pesanti di quelle precedenti ma avevano una migliore aerodinamicità. Hanno un peso massimo di 530 kg, tanto da avere performance simili a quelle del periodo precedente. Le ruote hanno un diametro di 33 cm, quelle anteriori sono larghe 23 cm mentre quelle posteriori sono larghe 28.

Cambio[modifica | modifica sorgente]

Come molte altre vetture da corsa, il cambio si trova sul retro della monoposto, dietro a motore e pilota. Il più utilizzato è il cambio in monoscocca d'alluminio a cinque velocità, Hewland Mk9 transaxle assieme al Mk8 e al più resistente FT200. Altri cambi utilizzati, soprattutto sulle vetture costruite dalla Cheetah Racing Cars, sono quelli prodotti dalla Holinger Engineering.

Le più recenti Dallara e Reynard utilizzano cambi fatti in proprio.

Performance[modifica | modifica sorgente]

Grazie a una potenza è prossima ai 200 Hp, combinata al peso tra i 510 e 530 kg, le vetture possiedono un rapporto peso/potenza simile alle V8 Supercar. Questo consente un'accelerazione dall'uscita delle curve molto potente e il raggiungimento di velocità interessanti. Il tempo che una vettura di AF2 impiega da 0 a 160 km/h è di circa 5 secondi. Le vetture generano un livello molto alto di Forza G nelle curve e in frenata.

Regolamento attuale— Australian Formula 2 Club Inc.[modifica | modifica sorgente]

Il motore deve avere una cilindrata non superiore a 1600 cm³, essere derivato dalla serie, con due valvole per cilindro, un singolo albero a camme e con carburatore a induzione di benzina. Come detto, i giri al minuto non possono superare la soglia dei 8500.

La vettura dev'essere a ruote scoperte, ma non vi sono limitazioni né sulla posizione né sulla dimensione degli alettoni. La monoposto deve avere un fondo piatto tra l'asse delle ruote anteriori e quello delle ruote posteriori. Il peso, compreso il pilota, dev'essere tra i 510 e i 530 kg, a seconda dell'anzianità della vettura.

La serie utilizza pneumatici della Dunlop.

Albo d'Oro[modifica | modifica sorgente]

Stagione Pilota Vettura
1964 Greg Cusack Australia Elfin Ford
1965 Greg Cusack Regno Unito Brabham Ford
1966–1968 Non disputata
1969 Max Stewart Australia Mildren Waggott
1970 Max Stewart Australia Mildren Waggott
1971 Henk Woelders Australia Elfin 600E Ford
1972 Larry Perkins Australia Elfin 600B Ford
1973 Leo Geoghegan Australia Biranna 273 Ford
1974 Leo Geoghegan Australia Biranna 274 Ford
1975 Geoff Brabham Australia Biranna 274 Ford
1976 Graeme Crawford Australia Biranna 273 Ford
1977 Peter Larner Australia Elfin 700 Ford
1978 Non disputata
1979 Brian Shead Australia Cheetah Mk6 Toyota
1980 Richard Davison Australia Hardman JH1 Ford
1981 John Smith Regno Unito Ralt RT1 Ford
1982 Lucio Cesario Regno Unito Ralt RT3 Volkswagen
1983 Ian Richards Australia Richards 201 Volkswagen
1984 Peter Glover Australia Cheetah Mk7 Volkswagen
1985 Peter Glover Australia Cheetah Mk8 Volkswagen
1986 Jonathon Crooke Australia Cheetah Mk8 Volkswagen
1987 Arthur Abrahams Australia Cheetah Mk8 Volkswagen
1988 Rohan Onslow Australia Cheetah Mk8 Volkswagen

La CAMS non ricnonosce più la validità di titolo nazionale al campionato di AF2 dopo il 1988

Stagione Pilota Vettura
1989 Kevin Weeks Regno Unito Ralt RT32-Volkswagen
1990–1995  ???
1996 Bronte Rundle Regno Unito Reynard-Volkswagen
1997 Wayne Ford Regno Unito Ralt-Volkswagen
1998 David Bruce Regno Unito Reynard-Volkswagen
1999 Rod Anderson Regno Unito Reynard-Volkswagen
2000 Tom Brickley Australia Kaditcha-Volkswagen
2001 Ian Black Regno Unito Reynard-Volkswagen
2002 Ted Dunford (New South Wales Championship) Regno Unito Reynard-Volkswagen
2002 Troy Chaplin (Queensland Championship) Regno Unito Ralt RT34 Volkswagen
2003 Ted Dunford Regno Unito Reynard-Volkswagen
2004 Kevin Lewis Australia Cheetah-Volkswagen
2005 Greg Hunter Regno Unito Reynard-Volkswagen
2006 Kevin Lewis Australia Cheetah-Volkswagen
2007 Edward Gavin Australia Cheetah-Volkswagen
2008 Greg Muddle Regno Unito Ralt RT30-Volkswagen
2009 Greg Muddle Regno Unito Ralt RT30-Volkswagen

Giri record[modifica | modifica sorgente]

Pista Distanza Pilota Vettura Anno Tempo
Calder Park Raceway, National Circuit 2.280 km D. Bruce Regno Unito Reynard 893-Volkswagen 19 maggio 1996 57.9272s
Calder Park Raceway, Club Circuit Lucio Cesario Regno Unito Ralt RT3-Volkswagen 42.0200s
Mallala Motorsport Park 2.20 km Barry Ward Regno Unito Reynard 893-Volkswagen 1m07.3s
Morgan Park Raceway 2.1 km
Oran Park Raceway South Circuit 1.96 km Arthur Abrahams Regno Unito Reynard 933 18 luglio 1993 0:39.9000
Circuito di Sandown 3.1 km Barry Ward Regno Unito Reynard-Volkswagen 19 maggio 1991 1m:14.47
Winton Motor Raceway National Circuit 3.0 km Paul Stephenson Italia Dallara-Volkswagen giugno 1999 1m23.8310s
Symmons Plains 2.4 km Jon Crooke Australia Cheetah Mk8 - Judd Golf VW 9 marzo 1996 54.73s
Baskerville 2.01 km Jon Crooke Australia Cheetah Mk8 - Judd Golf VW 16 marzo 1986 50.24s
Surfers Paradise 3.2 km Jon Crooke Australia Cheetah Mk8 - Judd Golf VW 18 maggio 1986 1m07.3s
Oran Park 2.62 km Jon Crooke Australia Cheetah Mk8 - Judd Golf VW 8 giugno 1986 1m05.8s
Circuito di Lakeside 2.4 km Jon Crooke / Arthur Abrahams Australia Cheetah Mk8 - Judd Golf VW 15 giugno 1986 50.6s
Circuito di Sandown 3.9 km Arthur Abrahams Australia Cheetah Mk8 - Golf VW 14 settembre 1986 1m40.2s
Amaroo Park 1.946 km Arthur Abrahams Australia Cheetah Mk8 - Golf VW 21 giugno 1987 46.52s
Winton Motor Raceway - Short Circuit 2.03 km Arthur Abrahams Australia Ransberg Cheetah Mk8 - Golf VW dicembre 1988 56.9600s
Circuito di Eastern Creek 3.93 km Arthur Abrahams Australia Ransberg Cheetah - Golf VW 25 agosto 1991 1m29.3500s
Wakefield Park 2.2 km Craig Smith Australia Cheetah Mk8 - Golf VW 16 settembre 2001 59.0361s
Circuito di Phillip Island km Chas Jacobsen 28 luglio 1999 1m33.4389s

Costruttori della AF2[modifica | modifica sorgente]

Costruttori australiani[modifica | modifica sorgente]

Arbyen, Argus, ASP, Avanti, B.A.E., Birrana, Bowin, CBS, Cheetah, Crabtree, CRD, Elfin, Fielding, Hardman, HTG, Kaditcha, Liston, Macon, Mantis, Mildren, PBS, Rennmax, Richards, SAM, Sirch, Wren.

Costruttori internazionali[modifica | modifica sorgente]

Brabham, Chevron, Dallara, Lola, Lotus, Magnum, March, McLaren, Ralt, Reynard, Tiga, Van Diemen

Piloti famosi (non campioni)[modifica | modifica sorgente]

John Bowe, Peter Brock, Alfredo Costanzo, Glenn Seton.

Riferimenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • CAMS Manual of Motor Sport

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]