Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro è un'agenzia dell'Unione europea situata a Dublino. È stata costituita a Maggio del 1975 dal Consiglio europeo per contribuire a migliorare le condizioni di vita e lavoro in tutta Europa.

La Fondazione si concentra sulla gestione della ricerca, la raccolta di informazioni e comunicazione delle conclusioni. Essa sostiene una serie di operazioni specializzate di monitoraggio e misurazione delle condizioni in Europa, tra cui:

Regolari indagini sulle condizioni di lavoro europee, la qualità della vita e politiche societarie in materia di orario di lavoro (il primo sondaggio sulle condizioni di lavoro è stato condotto nel 1990)

Ruolo e missione[modifica | modifica wikitesto]

La Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro descrive il suo ruolo nella propria pagina di informazioni come segue:

Fornire informazioni, consigli e consulenze - sulle condizioni di vita e lavoro, relazioni industriali e la gestione del cambiamento in Europa - per i principali attori nel campo della politica sociale dell'UE sulla base di informazioni comparative, di ricerca e di analisi.

È stato uno dei primi organi stabiliti a lavorare su uno specifico sottoinsieme della politica dell'UE.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

La Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro è supervisionata da un direttore, un vicedirettore e un consiglio di amministrazione. Il consiglio di amministrazione si riunisce una volta l'anno per impostare i bilanci e la politica e decidere a un anno e quattro anni i programmi di lavoro. L'attuale direttore, Jorma Karppinnen, è stato nominato nel dicembre 2005. Da Luglio 2009 l'attuale vice-direttore e' Erika Metzger.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Unione europea Portale Unione europea: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Unione europea