Federazione delle chiese pentecostali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Federazione delle chiese pentecostali è un organismo di collaborazione fra diverse chiese indipendenti ed associazioni di chiese evangeliche pentecostali operanti in Italia.[1]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

In Italia nasce l'8 aprile 2000, ponendo la regola di fede delle Scritture bibliche (Antico e Nuovo Testamento); conta oltre 50.000 persone.

Credo[modifica | modifica wikitesto]

Il credo della federazione consiste:

  1. ispirazione dell'intera Bibbia quale parola di Dio;
  2. unità e trinità di Dio;
  3. nascita verginale, vita senza peccato, morte espiatoria, resurrezione trionfale, ascensione e intercessione costante, seconda venuta di Gesù Cristo;
  4. giustificazione per fede ed opera rigeneratrice dello Spirito santo;
  5. azione dello Spirito santo (battesimo nello Spirito santo - guarigione divina - la liberazione - l'esercizio dei carismi);
  6. conferimento dei ministeri che diventano strumenti per la guida e l'edificazione della Chiesa;
  7. pratica del battesimo;
  8. celebrazione della cena del Signore sotto le due specie del pane e del vino;
  9. giudizio finale.

Opere aderenti[modifica | modifica wikitesto]

Elenco delle opere aderenti:[2]

Movimenti
Chiese regionali
Chiese locali
  • Chiesa evangelica "Fiumi di Vita"
  • Unione delle chiese pentecostali autonome di Roma e del Lazio
  • Associazione "Chiesa cristiana evangelica - Ministero Saron"
  • Comunità cristiana Bethel di Cosenza
  • Chiesa cristiana evangelica missionaria pentecostale di Olivarella
  • Associazione Vangelo Vivente di Alessandria
  • Chiesa cristiana missionaria internazionale
  • Centro cristiano evangelico Emmanuele
  • Chiesa cristiana evangelico "Eterno nostra Giustizia" Comitini
  • Chiesa evangelica pentecostale della Cittadella
  • Chiesa cristiana evangelica "Parola della Salvezza"
  • Assemblea cristiana evangelica Alfa e Omega
  • Chiesa cristiana evangelica pentecostale di Giugliano
  • Chiesa cristiana evangelica pentecostale di Secondigliano

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cesnur
  2. ^ Sito ufficiale. URL consultato il 07-08-2011.