Faas Wilkes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Faas Wilkes
Faas Wilkes Inter.jpg
Wilkes con la maglia dell'Inter
Dati biografici
Nome Servaas Wilkes
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Mezzala
Ritirato 1964
Carriera
Giovanili
 ?-? Xerxes Xerxes
Squadre di club1
1940-1949 Xerxes Xerxes  ? (?)
1949-1952 Inter Inter 95 (47)
1952-1953 Torino Torino 12 (1)
1953-1956 Valencia Valencia 62 (38)
1956-1958 VVV-Venlo VVV-Venlo 64 (23)
1958-1959 Levante Levante 24 (7)
1959-1962 Fortuna Sittard Fortuna Sittard 88 (33)
1962-1964 Xerxes Xerxes  ? (?)
Nazionale
1946-1961 Paesi Bassi Paesi Bassi 38 (35)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 10 dicembre 2008

Servaas Wilkes detto Faas (Rotterdam, 13 ottobre 1923Rotterdam, 15 agosto 2006) è stato un calciatore olandese. Noto come il Tulipano volante, è stato uno dei migliori interpreti del ruolo di mezzala negli anni cinquanta, nonché il primo olandese a militare in Serie A.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò la sua carriera professionistica nello Xerxes, club della sua città natale: vi milita per nove anni, durante i quali è soprannominato "la Monna Lisa di Rotterdam" per il suo dribbling (paragonato dai tifosi ad un'opera d'arte). Nel 1949 fu notato da Giulio Cappelli, dirigente dell'Inter, che lo portò in Italia: Wilkes diventò ben presto un idolo per i tifosi interisti, grazie alla sua capacità nel saltare l'uomo ed alla sua vena realizzativa. Gli venne contestato il suo "attaccamento" al pallone, che in certi casi rallentava il gioco della squadra.

In tre anni all'Inter (1949-1952) collezionò 47 reti in 95 partite, ma non ebbe la fortuna di vincere un trofeo. Fu poi ceduto al Torino, dove un grave infortunio gli consentì di scendere in campo solo per dodici volte: segnò il suo unico gol proprio contro l'Inter, nella vittoria dei granata a Milano l'8 febbraio 1953. Nell'estate di quell'anno passò al Valencia, squadra spagnola: nei due anni trascorsi nella penisola iberica divenne celebre la frase dei tifosi iberici "Què fas, Faas?" (Che fa, Faas?), legata alla sua imprevidibilità ed alla sua capacità di inventare qualsiasi giocata in qualsiasi momento.

Vince nel 1954 il suo unico trofeo: la Coppa di Spagna. Nel 1956 tornò in patria, al VVV-Venlo, rimanendovi fino al 1958: la successiva tappa della sua carriera è nuovamente la Spagna, dove difende i colori del Levante e del Fortuna '54. Per l'ultima esperienza sul rettangolo verde indossa la maglia dello Xerxes, il club dove debuttò, tra il 1962 e il 1964.

È morto il 15 agosto 2006, all'età di 82 anni, per un problema cardiaco. Nello stesso anno Johann Cruyff lo ricordò pubblicamente, rivelando inoltre che Wilkes era il suo idolo da giovane.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale oranje dal 1946 al 1961, è al quarto posto tra i cannonieri della storia olandese: a precederlo in tale graduatoria sono Patrick Kluivert, Robin van Persie e Dennis Bergkamp. Fu convocato dal tecnico Jesse Carver per la 14ª edizione dei Giochi Olimpici: segnò una doppietta all'Irlanda nel primo turno, che vide gli olandesi imporsi per 3-1. Andò in rete anche nel turno seguente, contro il Regno Unito: la vittoria dei britannici, col punteggio di 4-3, decretò l'eliminazione dell'Olanda.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

1954

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]