Elizabeth Allan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elizabeth Allan nel film Margherita Gauthier (1936)

Elizabeth Allan (Skegness, 9 aprile 1910Hove, 27 luglio 1990) è stata un'attrice cinematografica e televisiva britannica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Skegness (Lincolnshire), Elizabeth Allan trascorse quattro anni sui palcoscenici dell'Old Vic, prima di debuttare sul grande schermo nel 1931 con il ruolo di Ursula Browne nel film Alibi. In questa prima fase della sua carriera, lavorò sia per gli studi cinematografici Twickenham sia per la Gainsborough Production, per la quale interpretò i film Michael and Mary (1931) e Service for Ladies, quest'ultimo diretto da Alexander Korda.

Nel 1933 partì per Hollywood e fu scritturata dalla casa produttrice MGM. Il suo anno d'oro fu il 1935, durante il quale apparve in due adattamenti di opere di Charles Dickens, Davide Copperfield di George Cukor, nel quale interpretò il ruolo della giovane e sfortunata madre del ragazzino protagonista, e Le due città, in cui ricoprì il ruolo di Lucie Manette. Nello stesso anno apparve anche nell'horror I vampiri di Praga di Tod Browning.

Nel 1936 apparve in altri due film di rilievo, le pellicole in costume Margherita Gauthier, in cui affiancò Greta Garbo, e Una donna si ribella, in cui recitò accanto a Katharine Hepburn. Nel 1938, dopo che la MGM aveva annunciato di volerla come protagonista de La cittadella, il suo ruolo venne assegnato a Rosalind Russell, e la Allan lasciò lo Studio per far ritorno in Inghilterra.

Durante gli anni quaranta, l'attrice fece solo alcune sporadiche apparizioni sul grande schermo, e la sua carriera virò verso interpretazioni da caratterista. Tra i suoi ruoli più memorabili, quello della moglie frustrata di Trevor Howard in L'incubo dei Mau Mau (1953), adattamento del romanzo Il nocciolo della questione di Graham Greene, e quello della moglie di Boris Karloff nell'horror poliziesco Lo strangolatore folle (1958).

Nell'ultima fase della sua carriera, lavorò anche in serie televisive e apparve in alcuni giochi a quiz per il piccolo schermo, tra cui la versione inglese di What's My Line?. Nel 1952 fu nominata personaggio femminile televisivo dell'anno in Gran Bretagna.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1932 la Allan sposò Wilfred J. O'Bryen, che le era stato presentato dall'attore Herbert Marshall. Il matrimonio durò fino alla morte di O'Bryen, avvenuta nel 1977.

Elizabeth Allan morì a Hove, nell'East Sussex, il 27 luglio 1990, all'età di ottant'anni.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]