Adrian Brunel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Adrian Brunel (Brighton, 4 settembre 1892Gerrards Cross, 18 febbraio 1958) è stato un regista cinematografico e sceneggiatore inglese.

Figlio di una insegnante di recitazione, Adrian Brunel frequentò fin da giovanissimo l'ambiente teatrale e iniziò presto a scrivere commedie. Dopo gli studi all'Harrow School, lavorò dapprima come giornalista, iniziò a lavorare nel campo del nascente cinema. Nel 1916 fondò con un amico la casa di produzione Mirror Films, che produsse un solo film, The Cost of a Kiss (1917).[1]

Nel 1920 Brunel si associò con l'attore Leslie Howard e l'autore A.A. Milne fondando la Minerva Films, che produsse sei commedie di cortometraggio nei due anni successivi. Nel 1923 diresse il film The Man Without Desire, con Ivor Novello.

Fra il 1923 e il 1925, Brunel diresse una serie di cortometraggi del genere della commedia sofisticata, come produzioni indipendenti. La popolarità incontrata da questo genere attirò l'attenzione dell'industria cinematografica e i film successivi furono prodotti dalla Gainsborough Pictures.

Fra il 1926 e il 1929 Brunel diresse per la Gainsborough cinque film, produzioni ad alto budget e con interpreti prestigiosi: Blighty, ambientato durante la prima guerra mondiale, The Constant Nymph e The Vortex, con Ivor Novello come protagonista, A Light Woman con Benita Hume eThe Crooked Billet.

Con l'avvento del sonoro, la carriera di Brunel si interruppe. In questo periodo, Brunel scrisse un libro intitolato Filmcraft: The Art of Picture Production, pubblicato nel 1933.

Tornato alla regia nel 1933, nei quattro anni successivi diresse 17 film, soprattutto per la Fox inglese, di cui sono sopravvissuti solo pochi titoli.

Dopo un cortometraggio di propaganda, The Girl Who Forgot del 1940, Brunel mise fine alla sua carriera registica, anche se continuò a collaborare a titolo di favore con l'amico Leslie Howard per Il primo dei pochi (1942) e Sesso gentile (1943).

Nel 1949 pubblicò un'autobiografia, Nice Work.

Dopo decenni di oblio, il lavoro di Brunel come regista è stato riscoperto e rivalutato. Molti dei suoi primi film sono andati persi e sono oggi oggetto di ricerche; il British Film Institute include due dei film di Brunel, The Crooked Billet (1929) e Badger's Green (1934), nella sua lista dei 75 film perduti più ricercati [2][3].


Filmografia (regie)[modifica | modifica wikitesto]


Lungometraggi[modifica | modifica wikitesto]


Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1917: The Cost of a Kiss
  • 1920: The Temporary Lady
  • 1920: Twice Two
  • 1920: The Bump
  • 1920: Five Pounds Reward
  • 1920: Bookworms
  • 1921: Too Many Cooks
  • 1923: Yes, We Have No...!
  • 1923: Two-Chinned Chow
  • 1923: The Shimmy Sheik
  • 1924: The Pathetic Gazette
  • 1924: Sheer Trickery
  • 1924: Lovers in Araby
  • 1924: Crossing the Great Saraganda
  • 1925: The Blunderland of Big Game
  • 1925: So This Is Jollygood
  • 1925: Cut It Out
  • 1925: Battling Bruisers
  • 1925: A Typical Budget
  • 1940: The Girl Who Forgot

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Adrian Brunel (1892-1958) BFI Screen Online.
  2. ^ 75 Most Wanted - The Crooked Billet BFI National Archive.
  3. ^ 75 Most Wanted - Badger's Green BFI National Archive.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 46981121 LCCN: no2009072813