EHF Champions League 2011-2012 (pallamano maschile)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
EHF Champions League 2011-2012
Competizione EHF Champions League
Sport Handball pictogram.svg Pallamano
Edizione 52ª
Organizzatore EHF
Date 3 settembre 2011 - 29 maggio 2012
Partecipanti 36
Nazioni 24
Risultati
Vincitore Germania THW Kiel
(3º titolo)
Secondo Spagna BM Atletico Madrid
Terzo Danimarca AG Copenaghen
Quarto Germania Füchse Berlino
Statistiche
Miglior marcatore Danimarca Mikkel Hansen (98 reti)
Incontri disputati 164
Gol segnati 9 301 (56,71 per incontro)
Pubblico 727 150
(4 434 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2010-2011 2012-2013 Right arrow.svg

La EHF Champions League 2011 - 2012, nota per ragioni di sponsorizzazione come Velux Champions League, è stata la 52ª edizione del massimo torneo europeo per club di pallamano, la 19ª con l'attuale denomizione.
La squadra campione in carica era l'FC Barcellona avendo vinto la finale dell'edizione 2010-2011 contro i connazionali del BM Ciudad Real.
La final four si è disputata il 26 e il 27 maggio 2012 presso la Lanxess Arena di Colonia ed ha visto trionfare per la terza volta nel torneo la formazione tedesca del THW Kiel.
La squadra italiana dell'Handball Club Conversano ha rinunciato a partecipare.

Formula[modifica | modifica sorgente]

  • Turno di qualificazione: è stato disputato da sedici squadre raggruppate in quattro gironi da quattro club; la prima classificata di ogni gruppo si è qualificata alla fase successiva mentre le altre squadre furono retrocesse in EHF Cup.
  • Fase a gironi: sono stati disputati quattro gruppi da sei squadre con gare di andata e ritorno. Le prime quattro di ogni girone si sono qualificate alla fase ad eliminazione.
  • Fase ad eliminazione diretta: le sedici squadre qualificate dalla fase precedente hanno disputato gli ottavi e i quarti di finale con la formula della eliminazione diretta con partite di andata e ritorno.
  • Final Four: per la quarta volta è stata disputata la Final Four del torneo con la formula dell'emiliminazione diretta con gara singola.

Partecipanti[modifica | modifica sorgente]

Di seguito viene riportata la tabella con le squadre partecipanti ed il titolo per cui partecipavano alla manifestazione.

Nazione Club Titolo
Germania HSV Amburgo 1° in Germania nel 2010-2011
Germania THW Kiel 2° in Germania nel 2010-2011
Germania Füchse Berlino 3° in Germania nel 2010-2011
Spagna FC Barcellona 1° in Spagna nel 2010-2011 e Campione d'Europa 2010-2011
Spagna BM Atletico Madrid[1] 2° in Spagna nel 2010-2011
Spagna CB Ademar León 3° in Spagna nel 2010-2011
Danimarca AG Copenaghen 1° in Danimarca nel 2010-2011
Danimarca Bjerringbro-Silkeborg 2° in Danimarca nel 2010-2011
Francia Montpellier Handball 1° in Francia nel 2010-2011
Francia Chambéry Savoie Handball 2° in Francia nel 2010-2011
Russia Čechovskie Medvevi 1° in Russia nel 2010-2011
Russia San Pietroburgo HC 2° in Russia nel 2010-2011
Ungheria KC Veszprém 1° in Ungheria nel 2010-2011
Ungheria SC Pick Szeged 2° in Ungheria nel 2010-2011
Bosnia ed Erzegovina RK Bosna Sarajevo 1° in Bosnia Erzegovina nel 2010-2011
Croazia RK Zagabria 1° in Croazia nel 2010-2011
Polonia Wisla Plock 1° in Polonia nel 2010-2011
Romania HCM Constanza 1° in Romania nel 2010-2011
Nazione Club Titolo (N°)
Slovenia RK Koper 1° in Slovenia nel 2010-2011
Svizzera Kadetten Schaffhausen 1° in Svizzera nel 2010-2011
Austria HC Fivers Margareten 1° in Austria nel 2010-2011
Bielorussia GK Dinamo Minsk 1° in Bielorussia nel 2010-2011
Grecia AEK Atene HC 1° in Grecia nel 2010-2011
Islanda FH Hafnafjordur 1° in Islanda nel 2010-2011
Israele Maccabi Rishon Le Zion 1° in Israele nel 2010-2011
Macedonia RK Metalurg Skopje 1° in Macedonia nel 2010-2011
Norvegia Haslum HK 1° in Norvegia nel 2010-2011
Portogallo FC Porto 1° in Portogallo nel 2010-2011
Serbia RK Partizan 1° in Serbia nel 2010-2011
Slovacchia HT Tatran Prešov 1° in Slovacchia nel 2010-2011
Svezia IK Sävehof 1° in Svezia nel 2010-2011
Turchia Beşiktaş Istanbul 1° in Turchia nel 2010-2011
Germania Rhein-Neckar Löwen 4° in Germania nel 2010-2011 - Wild Card
Spagna Club Balonmano Valladolid 4° in Spagna nel 2010-2011 - Wild Card
Francia Dunkerque HB 3° in Francia nel 2010-2011 - Wild Card
Polonia KS Kielce 2° in Polonia nel 2010-2011 - Wild Card

Turno di qualificazione[modifica | modifica sorgente]

Gruppo 1[modifica | modifica sorgente]

Gruppo 2[modifica | modifica sorgente]

Gruppo 3[modifica | modifica sorgente]

Gruppo W[modifica | modifica sorgente]

Fase a gironi[modifica | modifica sorgente]

Girone A[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Spagna FC Barcellona 18 10 9 0 1 336 245 +91
2. Croazia RK Zagabria 16 10 8 0 2 289 255 +34
3. Svezia IK Sävehof 10 10 5 0 5 291 300 -9
4. Svizzera Kadetten Schaffhausen 8 10 4 0 6 309 283 +26
5. Francia Chambéry Savoie Handball 8 10 4 0 6 276 270 +6
6. Bosnia ed Erzegovina RK Bosna Sarajevo 0 10 0 0 10 195 343 -148

Girone B[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Spagna BM Atletico Madrid 16 10 7 2 1 318 285 +33
2. Ungheria KC Veszprém 12 10 6 0 4 266 266 0
3. Polonia KS Kielce 11 10 5 1 4 295 285 +10
4. Germania Füchse Berlino 11 10 5 1 4 296 292 +4
5. Russia Čechovskie Medvevi 10 10 3 4 3 291 276 +15
6. Danimarca Bjerringbro-Silkeborg 0 10 0 0 10 253 315 -62

Girone C[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Germania HSV Amburgo 19 10 9 1 0 310 245 +65
2. Slovenia RK Koper 13 10 5 3 2 267 248 +19
3. Macedonia RK Metalurg Skopje 12 10 5 2 3 254 231 +23
4. Polonia Wisla Plock 9 10 4 1 5 273 269 +4
5. Russia San Pietroburgo HC 5 10 2 1 7 241 301 -60
6. Romania HCM Constanza 2 10 1 0 9 235 286 -51

Girone D[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Germania THW Kiel 16 10 7 2 1 318 263 +55
2. Danimarca AG Copenaghen 15 10 7 1 2 298 268 +30
3. Spagna CB Ademar León 13 10 6 1 3 302 296 +6
4. Francia Montpellier Handball 10 10 5 0 5 307 293 +14
5. Ungheria SC Pick Szeged 6 10 3 0 7 285 316 -31
6. Serbia RK Partizan 0 10 0 0 10 243 317 -74

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica sorgente]

Ottavi di finale[modifica | modifica sorgente]

Squadra 1 Squadra 2 Andata Ritorno Totale
Germania

Füchse Berlino

Germania

HSV Amburgo

Berlino, 18 marzo 2012
ore 16:00
Amburgo, 25 marzo 2012
ore 17:15
56 - 53
32 - 30 (15-15) 24 - 23 (10-11)
8900 spett. - Report 7800 spett. - Report
Francia

Montpellier Handball

Spagna

FC Barcellona

Montpellier, 18 marzo 2012
ore 17:00
Barcellona, 25 marzo 2012
ore 17:00
50 - 64
30 - 28 (17-11) 20 - 36 (8-17)
3000 spett. - Report 6700 spett. - Report
Polonia

Wisla Plock

Germania

THW Kiel

Plock, 14 marzo 2012
ore 20:00
Kiel, 18 marzo 2012
ore 17:30
48 - 63
24 - 36 (12-14) 24 - 27 (10-15)
5100 spett. - Report 9050 spett. - Report
Svizzera

Kadetten Schaffhausen

Spagna

BM Atletico Madrid

Schaffhausen, 15 marzo 2012
ore 19:30
Madrid, 25 marzo 2012
ore 15:45
57 - 62
27 - 36 (11-15) 30 - 26 (14-14)
3400 spett. - Report 4200 spett. - Report
Spagna

CB Ademar León

Ungheria

KC Veszprém

León, 17 marzo 2012
ore 17:00
Veszprém, 25 marzo 2012
ore 18:00
56 - 55
31 - 28 (19-19) 25 - 27 (12-16)
4600 spett. - Report 5000 spett. - Report
Polonia

KS Kielce

Slovenia

RK Koper

Kielce, 18 marzo 2012
ore 20:30
Capodistria, 24 marzo 2012
ore 18:00
50 - 51
27 - 26 (13-12) 23 - 25 (13-12)
4000 spett. - Report 3000 spett. - Report
Macedonia

RK Metalurg Skopje

Croazia

RK Zagabria

Skopje, 18 marzo 2012
ore 17:00
Zagabria, 24 marzo 2012
ore 20:15
40 - 44
19 - 18 (7-9) 21 - 26 (10-12)
7000 spett. - Report 8500 spett. - Report
Svezia

IK Sävehof

Danimarca

AG Copenaghen

Göteborg, 18 marzo 2012
ore 16:30
Brøndby, 24 marzo 2012
ore 20:00
49 - 60
25 - 34 (9-19) 24 - 26 (12-14)
4200 spett. - Report 5600 spett. - Report

Quarti di finale[modifica | modifica sorgente]

Squadra 1 Squadra 2 Andata Ritorno Totale
Danimarca

AG Copenaghen

Spagna

FC Barcellona

Copenaghen, 20 aprile 2012
ore 20:10
Barcellona, 28 aprile 2012
ore 20:00
62 - 59
29 - 23 (16-11) 33 - 36 (17-17)
21300 spett. - Report 5300 spett. - Report
Spagna

CB Ademar León

Germania

Füchse Berlino[2]

León, 21 aprile 2012
ore 17:30
Berlino, 29 aprile 2012
ore 16:00
52 - 52
34 - 23 (15-9) 18 - 29 (6-13)
6000 spett. - Report 8900 spett. - Report
Slovenia

RK Koper

Spagna

BM Atletico Madrid

Capodistria, 21 aprile 2012
ore 18.00
Madrid, 28 aprile 2012
ore 20:15
50 - 54
26 - 23 (13-12) 24 - 31 (13-14)
3000 spett. - Report 10500 spett. - Report
Croazia

RK Zagabria

Germania

THW Kiel

Zagabria, 21 aprile 2012
ore 19.15
Kiel, 29 aprile 2012
ore 17:30
58 - 64
31 - 31 (15-12) 27 - 33 (16-16)
13000 spett. - Report 10000 spett. - Report

Final four[modifica | modifica sorgente]

Le final four si sono disputate il 26 e 27 maggio 2012 presso la Lanxess Arena di Colonia.

Semifinali[modifica | modifica sorgente]

Squadra 1 Squadra 2 Risultato
Germania

Füchse Berlino

Germania

THW Kiel

Colonia, 26 maggio 2012
ore 15:15
24 - 25 (12-15)
20000 spett. - Report
Spagna

BM Atletico Madrid

Danimarca

AG Copenaghen

Colonia, 26 maggio 2012
ore 18:00
25 - 23 (12-15)
20000 spett. - Report

Finale 3º posto[modifica | modifica sorgente]

Squadra 1 Squadra 2 Risultato
Germania

Füchse Berlino

Danimarca

AG Copenaghen

Colonia, 27 maggio 2012
ore 15:15
21 - 26 (9-13)
20000 spett. - Report

Finale 1º posto[modifica | modifica sorgente]

Squadra 1 Squadra 2 Risultato
Germania

THW Kiel

Spagna

BM Atletico Madrid

Colonia, 27 maggio 2012
ore 18.00
26 - 21 (13-10)
20000 spett. - Report

Campioni[modifica | modifica sorgente]

Vincitore della Champions League 2011-2012
Flag of Germany.svg
THW Kiel
3º titolo

Top 3 scorers[modifica | modifica sorgente]

Di seguito viene riportata la classifica dei primi 3 miglior realizzatori del torneo.

Pos. Nazione Nome Club Reti
1 Danimarca Mikkel Hansen AG Copenaghen 98
2 Macedonia Kiril Lazarov BM Atletico Madrid 97
3 Croazia Zlatko Horvat RK Zagabria 94

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il club era noto fino al 2011 come BM Ciudad Real.
  2. ^ Il Füchse Berlino fu qualificato alle final four per il maggior numero di gol segnati in trasferta (23 a18).

Bibliografia e fonti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]