Danilo Pérez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Danilo Pérez
Danilo Pérez, a Panamá, suona con un dei soldati dell'aeronautica statunitense
Danilo Pérez, a Panamá, suona con un dei soldati dell'aeronautica statunitense
Nazionalità Panamá Panamá
Genere Jazz
Periodo di attività 1985 – in attività
Strumento Pianoforte
Gruppo attuale Wayne Shorter Quartet
Sito web

Danilo Pérez (Panamá, 29 dicembre 1965) è un pianista e compositore panamense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Danilo muove i primi passi verso il suo futuro da musicista all'età di tre anni, grazie a suo padre, già immerso nel mondo della musica in quanto cantante di una band. In seguito approccerà a studi classici al conservatorio, specializzandosi in pianoforte classico, al Conservatorio Nazionale di Panamá.[1]

All'età di venti anni tuttavia Pérez si specializza anche in composizione jazz e intraprende diverse collaborazioni, partecipando nel 1994 al successo dell'album di Arturo Sandoval, Danzon, che vince un Grammy Award. Tuttavia già dagli anni ottanta aveva suonato con Wayne Shorter, Steve Lacy, Jack DeJohnette, Charlie Haden, Michael Brecker, Joe Lovano, Tito Puente, Wynton Marsalis, John Patitucci, Tom Harrell, Gary Burton, e Roy Haynes.[1]

Il pianista ha inoltre registrato diversi album personali, o come leader del gruppo. Tra questi The Journey nel 1994 e PanaMonk nel 1996 (tributo a Thelonius Monk).

Wayne Shorter Quartet[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000, Danilo Pérez inaugura con John Patitucci al contrabbasso e Brian Blade alla batteria il Wayne Shorter Quartet, quartetto di successo guidato dal celebre sassofonista Wayne Shorter.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Danilo Pérez con Wayne Shorter, in concerto con il Wayne Shorter quartet al Teatro degli Arcimboldi, Milano, 2010

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Croce di Grand'Ufficiale dell'Ordine di Vasco Núñez de Balboa - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Grand'Ufficiale dell'Ordine di Vasco Núñez de Balboa

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Biografia ufficiale

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 74041553 LCCN: no92038063