Czartoryski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stemma della famiglia Czartoryski

La famiglia Czartoryski fu una delle più importanti famiglie di origine polacco-lituana. Si segnalò tra le più influenti tra quelle che sostennero la Confederazione Polacco-Lituana nel XVIII secolo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

I Czartoryski discendevano direttamente dalla famiglia Granducale lituana. I loro antenati discendevano infatti dal granduca Algirdas, conosciuto col nome di Costantino dopo il suo battesimo cristiano, che divenne Principe di Czartorysk, nella Volinia. Suo figlio Vasili Konstantinovich è a tutti gli effetti considerato il progenitore della famiglia Czartoryski.

Tra i suoi discendenti si ricorda il Principe Kazimierz Czartoryski (1674-1741), Duca di Klewan e Zukow, Castellano di Wilnow, che fece valere i propri diritti sulla corona lituana nel corso del XVIII secolo. Uomo intelligente e finemente educato, sposò Isabella Morsztyn, figlia del Gran Tesoriere di Polonia.

La famiglia acquisì gran parte della propria potenza sotto i fratelli di Kazimierz, Michał Fryderyk e August Aleksander nell'ambito della Confederazione Polacco-Lituana nel corso del XVIII secolo, durante i regni dei monarchi Augusto II e Stanislao Leszczyński.

La famiglia mantenne la propria influenza sino alla seconda metà del XVIII secolo alla corte di Augusto III. I fratelli Czartoryski ottennero fama grazie alla parentela con Stanislao Poniatowski, che sposò la loro sorella, e il cui figlio, sul finire del secolo, divenne l'ultimo re indipendente della confederazione, con il nome di Stanislao II.

La famiglia Czartoryski fu ancora protagonista nelle fasi del declino della confederazione e dell'insorgere dell'instabilità politica che preluse allo smembramento della Polonia.

Anche se i possedimenti della famiglia a Puławy vennero confiscati dall'Impero Russo nel 1794, nel corso della terza partizione della Polonia, la famiglia continuò ad avere un ruolo predominante nella politica dello stato polacco, con personaggi di rilievo come Adam Kazimierz Czartoryski e Adam Jerzy Czartoryski.

Stemma e motto[modifica | modifica sorgente]

Lo stemma della famiglia Czartoryski era completato dal motto: Bądź co bądź (Lascia che sia ciò che è). Lo stemma corrisponde allo stemma modificato della Polonia, con l'aggiunta delle insegne del Vytis, lo stemma della Lituania, oltre al tradizionale simbolo del Belarus[non chiaro].

Elenco dei Principi Czartoryski (1330-oggi)[modifica | modifica sorgente]

Altri membri notabili della famiglia[modifica | modifica sorgente]

Tra i membri di rilievo membri della famiglia si ricordano:

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Polonia Portale Polonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Polonia