Clement Chukwu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Clement Chukwu
Dati biografici
Nazionalità Nigeria Nigeria
Altezza 190 cm
Peso 82 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità 400 metri piani
Palmarès
Giochi olimpici 1 0 0
Campionati africani 1 0 1
Giochi panafricani 1 1 0
Universiadi 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 19 maggio 2011

Clement Chukwu (7 luglio 1973) è un ex atleta nigeriano, specializzato nei 200 e 400 metri piani.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studente della Eastern Michigan University, fra il 1992 e il 1996 fu squalificato per aver fallito un test antidoping[1]. Partecipò comunque alle Olimpiadi di Atlanta 1996, uscendo nei quarti di finale dei 400, terminando 26°.

Sempre nei 400 vinse la medaglia d'oro all'Universiade 1997 disputatasi in Sicilia, ripetendosi ai Campionati africani di atletica leggera 1998.

Nel 1999 fu argento sempre nei 400 ai Giochi Panafricani. Alle Olimpiadi di Sydney 2000 fece parte della staffetta nigeriana 4x400 che vinse la medaglia d'argento, ma che dodici anni dopo ricevette la medaglia d'oro in seguito all'ammissione dell'assunzione di doping da parte di Antonio Pettigrew.[2]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
1996 Giochi olimpici Stati Uniti Atlanta 400 metri Quarti di finale 45"24
4x400 metri Semifinale sq
1997 Universiade Italia Sicilia 400 metri Oro Oro
1998 Campionati africani Senegal Dakar 400 metri Oro Oro 44"65 Record dei Campionati
4x400 metri Bronzo Bronzo 3'05"18
1999 Giochi panafricani Sudafrica Johannesburg 400 metri Argento Argento 45"31
4x400 metri Oro Oro 3'01"20
2000 Giochi olimpici Australia Sydney 4x400 metri Oro Oro 2'58"68

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda dell'atleta sul sito della IAAF. URL consultato il 23 luglio 2012.
  2. ^ (EN) REGARDING THE REALLOCATION OF MEDALS AND DIPLOMAS IN THE MEN’S 4 X 400 M RELAY RACE AT THE 2000 SYDNEY OLYMPIC GAMES (PDF). URL consultato il 21-07-2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]