Antonio Pettigrew

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Pettigrew
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 183 cm
Peso 76 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità 400 metri piani
Record
100 m 10"42 (1994)
200 m 20"38 (1994)
400 m 44"27 (1989)
Società Reebok Running Club
Carriera
Nazionale
1989-2000 Stati Uniti Stati Uniti
Palmarès
Mondiali 1 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Antonio Pettigrew (Macon, 3 novembre 1967Apex, 9 agosto 2010) è stato un atleta statunitense specializzato nei 400 metri piani, disciplina in cui si laureò campione mondiale a Tokyo 1991.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La carriera sportiva[modifica | modifica sorgente]

Nel 1991, ai Mondiali di Tokyo, vinse l'oro nei 400 metri piani e l'argento nella staffetta 4×400 metri. In quest'ultima specialità conquistò il titolo iridato tre volte (1997, 1999 e 2001) e stabilì, insieme a Jerome Young, Tyree Washington (di cui fu allenatore) e Michael Johnson, il record mondiale della distanza il 22 luglio 1998 con il tempo di 2'54"20.

Nel 2000 vinse l'oro con la staffetta 4×400 metri ai Giochi olimpici di Sydney, medaglia ritirata otto anni dopo quando, a seguito delle squalifiche dei fratelli Alvin e Calvin Harrison e di Jerome Young, lo stesso Pettigrew ammise l'uso di sostanze dopanti.[1]

Anche le medaglie conquistate con la staffetta 4×400 m ai Mondiali del 1997, 1999 e 2001 gli furono ritirate, così come venne annullato il record mondiale della specialità.[2][3]

Il ritiro e la morte prematura[modifica | modifica sorgente]

Dopo il ritiro dall'attività agonistica divenne assistente allenatore all'Università della Carolina del Nord a Chapel Hill, la stessa dove Michael Jordan iniziò a giocare a pallacanestro.

Il 10 agosto 2010 l'Università della Carolina del Nord a Chapel Hill dirama la notizia del ritrovamento del cadavere dell'ex quattrocentista.[4] Il 13 ottobre 2010 i risultati dell'autopsia confermarono che si trattò di suicidio.[5]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
1991 Mondiali Giappone Tokyo 400 m piani Oro Oro 44"57
4×400 m Argento Argento 2'57"57

Campionati nazionali[modifica | modifica sorgente]

  • 5 volte campione nazionale dei 400 metri piani (1989, 1991, 1994, 1997, 2001)

Coppe e meeting internazionali[modifica | modifica sorgente]

1989
1994

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Olimpiadi, 4x400 Usa di Sydney squalificata in sport.it.
  2. ^ (EN) Pettigrew given two-year dope ban in bbc.co.uk, BBC Sport, 3 giugno 2008. URL consultato il 6 giugno 2011.
  3. ^ (EN) Sprinter Pettigrew to return gold, accepts ban, AFP, 3 giugno 2008. URL consultato il 6 giugno 2011.
  4. ^ Andrea Buongiovanni, Morto Pettigrew. Fu iridato dei 400. Poi solo doping in gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport, 11 agosto 2010. URL consultato il 30 agosto 2010.
  5. ^ (PT) Atletismo: Autópsia confirma suicídio de Pettigrew in all-athletics.com, 14 ottobre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]