Chiesa di Santa Maria in Via

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di Santa Maria in Via
Facciata
Facciata
Stato Italia Italia
Regione Lazio Lazio
Località Roma-Stemma.pngRoma
Religione Cristiana cattolica di rito romano
Titolare Maria
Diocesi Diocesi di Roma
Architetto Giacomo della Porta, Francesco Capriani, Carlo Rainaldi
Stile architettonico barocco
Inizio costruzione prima del 995
Completamento 1594
Sito web Sito ufficiale

La chiesa di Santa Maria in Via è un luogo di culto cattolico di Roma, nel rione Trevi, all'angolo tra via del Tritone e la via che dalla chiesa prende il nome, via di Santa Maria in Via.

La chiesa[modifica | modifica wikitesto]

Si trova alla spalle della Galleria Alberto Sordi, nelle vicinanze della Fontana di Trevi. Le ipotesi sul nome sono diverse: o si fa riferimento alla via Flaminia, che porta attualmente il nome di via del Corso, o più probabilmente, ad una deformazione di Vinea (vigna) come attestato da documenti antichi[1]. È menzionata in documenti che risalgono al 955[2].

C'è la cappella del Pozzo, creata durante il pontificato di papa Alessandro IV per ospitare l'immagine della Madonna trovata in un pozzo, secondo la tradizione, nel 1256 dal cardinale Pietro Capocci,[3].

Nel 1491 sotto il pontificate di papa Innocenzo VIII Cybo fu riedificata e poco dopo (1513) fu affidata al padri Serviti da Leone Medici. Nel 1551 Giulio III l'assegnò in titolarità al nipote Fulvio Giulio della Corgna, creato cardinale. Nel 1594 fu completamente ricostruita, su un progetto di Giacomo della Porta, da Francesco Capriani da Volterra. La facciata, iniziata da quest'ultimo, fu completata da Carlo Rainaldi.

Nel 1897, a causa dei lavori di apertura della nuova via del Tritone subì i rimaneggiamenti sul lato nord[4].

La facciata è su due ordini.

Funziona anche come chiesa nazionale per la comunità ecuadoriana a Roma [5]

Interno[modifica | modifica wikitesto]

L'interno è a navata unica con cappelle laterali. La volta è di Gian Domenico Piastrini[4].

La 1ª cappella sulla destra racchiude l'immagine della Madonna su tegola. La cappella Aldobrandini, la 3ª sulla destra, ospita un'Annunciazione e due quadri del Cavalier d'Arpino[3].

Durante il periodo natalizio, a cura della Sezione Romana dell'Associazione Italiana Amici del Presepio, la chiesa ospita un Presepio antico e una mostra di presepi è esposta nel chiostro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Diego Angeli: Le chiese di Roma
  2. ^ TCI: Guida di Roma, p. 352
  3. ^ a b Angeli, cit.; TCI cit.
  4. ^ a b Angeli, cit.
  5. ^ http://www.romamultietnica.it/america-latina/centri-cristiani-latinoamericani/item/3297-comunit-ecuadoriana-br-chiesa-di-santa-maria-in-via.html.

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

Logo Metropolitane Italia.svg  È raggiungibile dalla stazione Spagna.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Coordinate: 41°54′05.9″N 12°28′53.72″E / 41.901638°N 12.48159°E41.901638; 12.48159