Cedar Fair Entertainment Company

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cedar Fair Entertainment Company
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Tipo public company
Borse valori (NYSE: FUN)
Fondazione 1978 a Stati Uniti Sandusky (Ohio)
Sede principale Stati Uniti Sandusky (Ohio)
Persone chiave Richard L. Kinzel presidente e AD
Settore Intrattenimento
Prodotti
Fatturato 996,2 mln $ (2008)
Risultato operativo Red Arrow Down.svg 133,9 mln $ (2008)
Utile netto 5,7 mln $ (2007)
Dipendenti 1.300 (esclusi stagionali) (2005)
Sito web www.cedarfair.com/

Cedar Fair Entertainment Company, conosciuta anche come Cedar Fair, L.P. è una azienda statunitense attiva nel settore dei parchi di divertimento. La compagnia possiede e gestisce 11 tra i più grandi parchi di divertimento nordamericani (10 negli Stati Uniti e 1 in Canada) tra cui il grandissimo parco Cedar Point.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Cedar Fair fu costituita nel 1978 come una partnership operativa tra la Cedar Point (società che gestiva l'omonimo parco) e la Valleyfair (anch'essa proprietaria del parco omonimo) sorta appena un anno prima, il nome deriva appunto da una crasi tra i due parchi gestiti dalle società.

Negli anni seguenti Cedar Fair espanderà il numero delle sue strutture preferendo acquistare i parchi da aziende concorrenti piuttosto che fondarne di nuovi, Il primo acquisto fu il Dorney Park comprato nel 1993, poi il Worlds of Fun nel 1995, il Knott's Berry Farm nel 1997, il Michigan's Adventure nel 2001 e il Geauga Lake per $145 milioni nel 2004.[1]

Il 22 maggio 2006 Cedar Fair annuncia la più grande operazione della storia della compagnia acquistando l'intera Paramount Parks per $1,24 miliardi.[2]

Il 21 settembre 2007 Cedar Fair ha annunciato la chiusura del Geauga Lake a causa dello scarso afflusso di pubblico[3]

Visitatori[modifica | modifica sorgente]

Nel 2007 Cedar Fair è stata il settimo gestore di parchi di divertimento per numero di visitatori con 22,1 milioni di ospiti. Cedar Fair gestisce 4 parchi di divertimento visitati mediamente da oltre 3 milioni di visitatori l'anno:

I parchi del gruppo Cedar Fair hanno ricevuto 15 volte il premio Golden Ticket Awards (il prestigioso premio assegnato dalla rivista specializzata Amusement Today) per i suoi roller coaster e per i parchi in generale.[5]

Proprietà[modifica | modifica sorgente]

Parchi di divertimento e tematici[modifica | modifica sorgente]

Nota: In grassetto le strutture acquistate dalla Paramount Parks nel 2006.

Parchi acquatici[modifica | modifica sorgente]

Compresi in altre strutture:

Indipendenti:

Resort e strutture alberghiere[modifica | modifica sorgente]

  • Hotel Breakers (Cedar Point)
  • Breakers Express (Cedar Point)
  • Sandcastle Suites Hotel (Cedar Point)
  • Camper Village (Cedar Point)
  • Lighthouse Point (Cedar Point)
  • Castaway Bay Indoor Waterpark Resort (Cedar Point)
  • Knott's Berry Farm Resort Hotel (Knott's Berry Farm)
  • Worlds of Fun Village (Worlds of Fun)
  • Carowinds Camp Wilderness Resort (Carowinds)

Altro[modifica | modifica sorgente]

Ceduti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Derek Potter, Cedar Fair Buys Six Flags World of Adventure, Theme Park Insider, 10 marzo 2004. URL consultato il 20 dicembre 2007.
  2. ^ Cedar Fair to Acquire Paramount Parks, The Point Online, 22 maggio 2006. URL consultato il 20 dicembre 2007.
  3. ^ a b Cedar Fair Announces New Direction For Geauga Lake, The Point Online, 21 settembre 2007. URL consultato il 20 dicembre 2007.
  4. ^ Theme Park Attendance Report 2007, Park World, 2007. URL consultato il 20 dicembre 2007.
  5. ^ Golden Tickets 2007, Amusement Today, 2007. URL consultato il 20 dicembre 2007.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Siti dei parchi Cedar Fair[modifica | modifica sorgente]