Castello di Monte Tanano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Castello Montetanano)
Castello di Monte Tanano
Castelli della Val di Vara
Mappa di localizzazione: Nord Italia
Ubicazione
Stato Signoria dei Fieschi
Stato attuale Italia Italia
Regione Liguria Liguria
Città Varese Ligure
Coordinate 44°22′46.03″N 9°36′41.41″E / 44.379453°N 9.611503°E44.379453; 9.611503Coordinate: 44°22′46.03″N 9°36′41.41″E / 44.379453°N 9.611503°E44.379453; 9.611503
Informazioni generali
Tipo castello-fortezza
Utilizzatore Signoria dei Fieschi
Signoria dei Landi
Primo proprietario Signoria dei Fieschi
Funzione strategica Controllo delle vie di comunicazione dell'alta val di Vara, della val di Taro e la pianura emiliana
Termine funzione strategica 1492
Inizio costruzione XIII secolo
Termine costruzione XIII secolo
Condizione attuale in stato di rudere

[senza fonte]

voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il castello di Monte Tanano è il rudere di una fortificazione situata a Varese Ligure, nell'alta val di Vara in provincia della Spezia.

La posizione del castello, posto a dominare la valle dello Stora, con vista sulle località e frazioni di Cento Croci, Caranza, Porciorasco, Teviggio e Costola, è apprezzabile ancor oggi.

Il castello sorgeva lungo la strada che da Varese Ligure conduce al passo di Centocroci (strada provinciale 523R) e serviva a controllare la viabilità dalla Liguria verso la val di Taro e la pianura emiliana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I Fieschi lo edificarono alla metà del XIII secolo per difendersi dalla famiglia Pinelli, come raccontato dall'abate Cesena nella sua Relazione.

Nel 1435 Nicolò Piccinino, capitano di ventura del duca Filippo Visconti di Milano, conquistò il castello di Varese Ligure e quello di Monte Tanano. Successivamente il castello di Monte Tanano fu occupato dal nobile Landi di Compiano (1478), alleato del duca di Milano.

Per riconquistare il castello Gian Luigi Fieschi usò uno stratagemma: fece arrivare nelle vicinanze del castello un gruppo di armati facente parte dell'esercito del re Ferdinando I di Napoli, suo alleato in guerra col ducato di Milano e convocò un numero impressionante di abitanti dei paesi del circondario (Comuneglia, Cassego, Castiglione, Lagorara) comprese donne e bambini, ai quali consegnò tamburi, corni e bandiere. Durante la notte furono accesi gran fuochi e cominciarono a diffondersi i suoni dei corni e dei tamburi, mentre il gruppo di armati cominciò l'assalto. Le truppe lombarde e del Landi, convinte di essere assalite da un numero impressionante di nemici, fuggirono spaventate, abbandonando la difesa del castello che fu poi conquistato dal Fieschi e dai suoi alleati.

La distruzione del castello (1492), voluta da Gian Luigi Fieschi per evitare nuove conquiste da parte dei nemici e per contenere le spese di gestione, precedette di qualche anno la costruzione del nuovo quartiere a Varese Ligure, lungo la sponda sinistra del Crovana. Le nuove case presentano alla base enormi pietre che, come si dice e si legge anche nella Cronaca dell'abate Cesena, provenire proprio dal castello di Monte Tanano.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]