Carl Gotthard Langhans

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carl Gotthard Langhans

Carl Gotthard Langhans (Landeshut, 15 dicembre 1732Grüneiche, 1º ottobre 1808) è stato un architetto tedesco.

Książęca Bażantarnia

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un preside di ginnasio, studia diritto, matematica e lingue ed opera come maestro privato presso il principe Matuschka a Bernau. Contemporanente si forma come architetto da autodidatta.

Su incarico della nobile famiglia Hatzfeld (per cui aveva già costruito il palazzo a Breslavia nel 1794) intraprende un viaggio di studio che lo porta nel sud della Germania, a Vienna ed in Italia. Altri viaggi lo porteranno poi in Paesi Bassi, Regno Unito ed in Francia.

Al suo ritorno a Breslavia accetta la carica di Direttore delle costruzioni pubbliche della città. Da ciò si ebbe come conseguenza che numerose chiese, castelli e palazzi in Slesia furono costruiti secondo i suoi piani.

Nel 1788 è nominato Direttore dell'ufficio costruzioni di Berlino, carica che lo aiuta a diventare uno degli architetti più famosi del suo tempo.

Per il re Federico Guglielmo II progetta oltre allo Schlosstheater e il Belvedere a Charlottenburg anche le sale interne del Palazzo di Marmo di Potsdam, elegante capolavoro dell'arte classicistica.

Ha preparato il progetto di Chateau Pheasantry (Książęca Bażantarnia) a Pszczyna-Poręba nella parte sud della Polonia.

La sua opera più famosa rimane però la Porta di Brandeburgo, costruita tra il 1788 ed il 1791 prendendo ad esempio i Propilei dell'acropoli di Atene.

Nelle sue opere sono chiare le caratteristiche tipiche della seconda metà del XVIII secolo: e cioè il passaggio dal tardo-barocco al primo classicismo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 8146985 LCCN: nr91024187