Call of Cthulhu: Dark Corners of the Earth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Call of Cthulhu: Dark Corners of the Earth
Sviluppo Headfirst Production
Pubblicazione Ubisoft, Bethesda Softworks, 2K Games
Data di pubblicazione 24 ottobre 2005 (Xbox)
27 marzo 2006 (PC)
Genere Azione, Sparatutto in prima persona
Tema Survival horror
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Microsoft Windows, Xbox, Mac OS X

Call of Cthulhu: Dark Corners of the Earth è un videogioco del 2005 prodotto da Bethesda Softworks e 2K Games, sviluppato da Headfirst Production e distribuito da Ubisoft. Il gioco, di genere horror in prima persona, è ispirato alla serie di racconti del Ciclo di Cthulhu creato da Howard Phillips Lovecraft.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Jack Walters è un investigatore privato della cittadina di Providence. Un giorno riceve una telefonata nella quale viene incaricato di investigare riguardo ad un misterioso omicidio compiuto a Innsmouth, una città quasi sconosciuta e molto pericolosa. L'investigatore si reca nel luogo e trova un posto sinistro ed ostile in cui niente riesce a recargli conforto. Prendendo una stanza al Gilman House, da inizio ad una lunga serie di indagini che lo porteranno a scoprire cose orribile e spaventose e a mettersi contro sette, ordini ed entità sinistre.

Gameplay[modifica | modifica sorgente]

Il gioco è strutturato per essere innanzitutto un gioco d'azione con visuale in prima persona. Tuttavia, prima dei combattimenti frenetici, ci sarà una prima parte focalizzata all'investigazione: raccolta di prove, ricerche e chiacchierate con gli altri personaggi saranno fondamentali per il proseguimento della storia. I combattimenti sono molto realistici e frenetici, inoltre il gioco presenta una struttura particolare per la gestione della salute del personaggio, suddiviso in salute fisica e mentale. Per la prima il giocatore avrà a disposizione una griglia, che permette di decidere dove e come curare il protagonista: le zone sono suddivise in testa, busto, braccio sinistro, braccio destro, gamba sinistra e gamba destra. Gli oggetti cumulabili per curare Jack sono: bende, per lievi ferite, ago e filo, per menomazioni profonde, asse di legno, per le ossa rotte e antidoti per gli avvelenamenti. Se il giocatore dovesse preferire di non curare il personaggio, esso si comporterà proprio come un ferito, zoppicando e ciondolando; l'unica cosa che potrebbe fargli temporaneamente dimenticare il dolore è una dose di morfina, che può causare effetti indesiderati. La salute mentale invece può avere altre ripercussioni. Jack può provare varie sensazioni a seconda delle situazioni. Può avere stress, vertigini, traumi, paranoia, può sentire voci ed avere allucinazioni. Tutto questo viene mostrato al giocatore con una serie di sfocature dell'immagine, suoni, visioni, falsi nemici e simili. Nel caso di vertigini o traumi, l'unica cura sarebbe allontanare lo sguardo di Jack dall'immagine che gli incute tale terrore (esempio: non guardare in basso quando si è molto in alto, non guardare cadaveri, mostri e altre cose spaventose direttamente, ecc.), altrimenti per le allucinazioni occorre l'assunzione di psicofarmaci.

Ispirazione[modifica | modifica sorgente]

La storia di Call of Cthulhu: Dark corners of the earth non è altro che un ibrido tra i vari racconti di Lovecraft: Il richiamo di Cthulhu, Alle montagne della follia, La Maschera di Innsmouth, Dagon, L'ombra venuta dal tempo e altri.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi