Boris Abramovič Berezovskij

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Boris Abramovič Berezovskij

Segretario esecutivo della Comunità degli Stati Indipendenti
Durata mandato 29 aprile 1998 –
4 marzo 1999
Predecessore Ivan Korotčenja
Successore Ivan Korotčenja
Boris Abramovič Berezovskij

Boris Abramovič Berezovskij in russo: Бори́с Абра́мович Березо́вский[?] (Mosca, 23 gennaio 1946Ascot, 23 marzo 2013) è stato un imprenditore, politico e matematico russo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Berezovskij è noto sia per essere stato uno dei primi miliardari del periodo post-sovietico sia per essere stato accusato, dal giornalista Paul Klebnikov (assassinato a Mosca nel 2004), in un articolo sulla rivista Forbes e, successivamente, in nel libro Godfather of the Kremlin (Il padrino del Cremlino), di essere un boss della mafia russa.

Spostatosi a risiedere in Gran Bretagna, è stato trovato morto nella sua casa nei pressi di Londra, il 23 marzo 2013 all'età di 67 anni, in apparenza per un suicidio.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 84143753 LCCN: n85048975