Beriev A-40

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beriev A-40
Un Beriev A-40 in fase di decollo il 2 settembre 2004
Un Beriev A-40 in fase di decollo il 2 settembre 2004
Descrizione
Tipo idroricognitore Anti-sommerigibile
Equipaggio 8
Progettista URSS OKB 49 Beriev
Costruttore URSS Aziende di stato URSS
Data primo volo 8 dicembre 1986[1]
Data entrata in servizio In sviluppo
Utilizzatore principale Russia VMF
Esemplari 2 prototipi
Dimensioni e pesi
Lunghezza 43,84 m
Apertura alare 41,62 m
Altezza 11 m
Superficie alare 200
Peso max al decollo 86 000 kg
Propulsione
Motore 2 turboventole Solov'ëvKPV, 2 turbogetti Kolesov RD36-35
Prestazioni
Velocità max 800 km/h
Autonomia 4 100 km (540 nm)
Tangenza 6 600 m
Armamento
Bombe bombe di profondità, mine navali, boe acustiche
Missili 6 missili guidati Korshun
Piloni Missile antinave Kh-35
Siluri 3 siluri Orlan (Aquila di mare)

[senza fonte]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Beriev A-40 Al'batros (in cirillico Бериев A-40 Альбатрос (Albatros) nome in codice NATO Mermaid, Sirena[2]) è un aereo anfibio, ekranoplano bimotore a getto progettato dalla Beriev per la guerra anti-sommergibile. Inteso come rimpiazzo per l'aereo anfibio Beriev Be-12 e quello di base a terra Ilyushin Il-38[3], il progetto venne sospeso dopo che soli due prototipi vennero costruiti, a causa del collasso dell'Unione Sovietica.[4]

Recenti rapporti indicano che il progetto è stato ripreso e che sta ottenendo interesse per una fornitura da parte della Voenno Morskoj Flot Rossijskoj Federacii, l'aviazione di marina russa.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Il primo volo non era programmato; durante i test di rullaggio ad alta velocità, l'aereo si alzò dalla pista, e l'equipaggio fu costretto a continuare il volo. Il conseguente decollo e atterraggio si verificarono senza incidenti, tuttavia l'equipaggio venne declassato dai suoi compiti, anche se nonostante tutto salvò l'aereo.

Il 5 settembre 2008, il vice comandante dell'Aviazione di marina russa, Maggior Generale Nikolai Kuklev, annunciò che l'A-42 sarà adottato dalla Marina russa come principale aereo da Ricerca e salvataggio e aereo anti-sommergibile; un contratto provvisorio di 4 aerei per la ricerca e salvataggio è già stato aggiudicato all'azienda costruttrice con le consegne programmate per il 2010. Tutti e quattro gli aerei saranno in servizio nel 2013.

Un grande contratto per la consegna di centinaia di aerei da ricognizione e guerra antisommergibile, per rimpiazzare la flotta giacente di Be-12 e Il-38 è in valutazione.[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Anche se il primo volo avvenne l'8 dicembre 1986, il primo volo ufficiale venne eseguito nell'aprile 1987
  2. ^ (EN) Andreas Parsch e Aleksey V. Martynov, Designations of Soviet and Russian Military Aircraft and Missiles in Designation-Systems.net, http://www.designation-systems.net, 2 lug 2008. URL consultato il 22 ott 2010.
  3. ^ Gordon, Sal'nikov e Zablotskiy 2006, p. 49.
  4. ^ Gordon, Sal'nikov e Zablotskiy 2006, p. 66.
  5. ^ RIA Novosti news agency - Marina russa riceverà 4 nuovi aerei anfibi nel 2013

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Rendall, David (1995). Jane's Aircraft Recognition Guide. Glasgow, UK: HarperCollinsPublishers. pag. 505. ISBN 0-00-4709802.
  • (EN) Yefim Gordon, Andrey Sal'nikov and Aleksandr Zabotskiy (2006) Beriev's Jet Flying Boats. Hinckley, UK: Midland Publishing. ISBN 1-85780-236-5

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]