Battaglia di Bean's Station

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Bean's Station
Fotografia d'epoca di un soldato sudista
Fotografia d'epoca di un soldato sudista
Data 14 dicembre 1863[1]
Luogo Contea di Grainger, Tennessee[2]
Esito Vittoria confederata
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
Perdite
700[4] 900
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Bean's Station, combattuta nel dicembre 1863 nel Tennessee orientale, è stata l’ultimo episodio della campagna di Knoxville durante guerra di secessione americana.

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio 1863, a seguito della vittoria nella battaglia di Gettysburg e in quella di Vicksburg, le sorti della guerra erano a favore dei nordisti e le speranza dei confederati di raggiungere Washington erano ormai svanite[5].

Il 4 dicembre dello stesso anno il generale confederato James Longstreet si ritirò da Knoxville verso nord-est in direzione di Rogersville (Tennessee), inseguito dall’esercito nordista che, dopo la sostituzione di Ambrose Burnside con il generale John G. Foster, era momentaneamente comandato da John Grubb Parke, in attesa dell’arrivo di Foster[6].

Il 10 dicembre il generale Foster prese il comando dell’Armata dell'Ohio e proseguì l’inseguimento delle forze sudiste che intanto si erano accampati a Blain's Crossroads (circa 25 km a est di Rogersville)[7].

La battaglia[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 dicembre, saputo che la cavalleria nordista si trovava nei pressi di Bean Station, molto più avanti rispetto alla fanteria, Longstreet cercò di circondare la cavalleria nemica e grazie alla propria superiorità numerica e all’effetto sorpresa riuscì, in un primo momento, ad avere la meglio[8]. I nordisti però riuscirono a resistere fino all’arrivo di rinforzi.

Il giorno seguente Longstreet intendeva lanciare un nuovo attacco ma intanto nella notte i nordisti si erano asserragliato in trincee e il comandante sudista decise di rinunciare. Longstreet lasciò la zona, diretto ai propri quartieri invernali a Russellville[9].

Conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

La battaglia di Bean's Station segna la fine della campagna di Knoxville. La modesta vittoria dei confederati in questo scontro non ebbe tuttavia particolare influenza sull’andamento della guerra. Per di più l’arrivo del gelo invernale sospese le operazioni militari fino alla primavera del 1864.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Battle Summary: Bean’s Station"
  2. ^ Smith p. 78
  3. ^ Smith p. 82
  4. ^ Smith p. 39
  5. ^ Boatner p. 53
  6. ^ Spurgeon, King. "Battle of Bean's Station". Tennessee Encyclopedia. http://tennesseeencyclopedia.net/imagegallery.php?EntryID=B020a.
  7. ^ Smith p. 39
  8. ^ Boatner p. 54
  9. ^ Smith p. 82

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Smith, David (1999). Campaign to Nowhere: The Results of General Longstreet’s Move into Upper East Tennessee. Strawberry Plains Press.
  • Boatner, Mark M. (1959). The Civil War Dictionary. New York: David McKay Co.. pp. 53–54. ISBN 0-679-50013-8.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]