Aigle Azur

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aigle Azur
Aigle Azur A321 F-HBAF.jpg
Compagnia aerea standard
Codice IATA ZI
Codice ICAO AAF
Descrizione
Hub Parigi-Orly
Programma frequent flyer Azur Plus
Flotta 13
Destinazioni 25[1]
Azienda
Sede Tremblay-en-France
Gruppo GO FAST
Persone chiave Arezki Idjerouidene
Sito web www.aigle-azur.fr
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

La AIGLE AZUR (AIGLE AZUR TRANSPORTS AÉRIENS SAS) è la terza compagnia aerea francese, creata nel 1946 da Sylvain Floirat. la Aigle Azur è la più antica compagnia aerea privata francese[2].
Con 800 dipendenti, 1,6 milioni di passeggeri trasportati all'anno e 300 milioni di euro di fatturato, l'Aigle Azur era la terza compagnia aerea francese, dopo Air France e Corsairfly nel 2009[2]. Nel 2012 era la terza compagnia aerea francese per traffico passeggeri[3].

Network[modifica | modifica wikitesto]

  • Algeria Algeria: Alger, Annaba, Batna, Bejaia, Biskra, Chlef, Constantine, Djanet, Hassi Messaoud, Oran, Sétif, Tamanrasset e Tlemcen
  • Burkina Faso Burkina Faso: Ouagadougou
  • Spagna Spagna: Malaga
  • Francia Francia: Paris Orly (Hub) e Paris CDG, Lille [stagionale], Lyon, Marseille, Mulhouse e Toulouse
  • Marocco Marocco: Agadir, Tetouan [stagionale]
  • Mali Mali: Bamako
  • Portogallo Portogallo: Funchal, Lisboa e Oporto
  • Tunisia Tunisia: Djerba

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

A aprile 2014 la flotta Aigle Azur è così composta:

Ha in ordine 2 Airbus A330

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aigle Azur Carte Réseaux, 11-06-2010. URL consultato il 06-11-2010.
  2. ^ a b Aigle Azur aujourd'hui, 11-06-2010. URL consultato il 06-11-2010.
  3. ^ (FR) Bulletin statistique DGAC pour l’année 2012 (PDF) in http://www.developpement-durable.gouv.fr/Bulletin-statistique.html, Direction Générale de l'Aviation Civile, p. 21. URL consultato il 22-05-2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]