Falmer Stadium

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da AMEX Arena)

Coordinate: 50°51′42.56″N 0°04′59.8″W / 50.861822°N 0.083278°W50.861822; -0.083278

Falmer Stadium
Brighton Community Stadium
AMEX Community Stadium
Vista aerea dello stadio
Vista aerea dello stadio
Informazioni
Stato Regno Unito Regno Unito
   Inghilterra Inghilterra
Ubicazione Village Way
Brighton BN1 9BL
Inizio lavori 2008
Inaugurazione 2011
Struttura Pianta ovale
Copertura Totale
Costo 75 000 000 £
Mat. del terreno Erba
Dim. del terreno 105 x 69
Proprietario Brighton & Hove FC
Progetto KSS Design Group
Costruttore Buckingham Group
Uso e beneficiari
Calcio Brighton & Hove Brighton & Hove
Rugby a 15
Capienza
Posti a sedere 30 750
 

Il Falmer Stadium o Brighton Community Stadium è un impianto sportivo polivalente di Brighton, città del Regno Unito nella contea inglese dell’East Sussex.

Costruito tra il 2008 e il 2011, è di proprietà della società calcistica Brighton & Hove Albion F.C., che ha concesso alla società finanziaria statunitense American Express, suo sponsor, i diritti di rinomina dello stadio, che è chiamato quindi anche American Express Community Stadium o AMEX Arena.

Capace di 30 750 posti a sedere, si tratta di uno degli stadi più nuovi del Regno Unito e, oltre a essere l’impianto degli incontri interni del Brighton & Hove, è stato anche scelto per ospitare alcune gare della Coppa del Mondo di rugby 2015 in programma in Inghilterra.


Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Brighton & Hove Albion era senza un terreno di gioco dal 1997, anno in cui la proprietà dell’epoca vendette Goldstone Ground, storico stadio del club[1], sulla cui area, dopo la demolizione, sorse un parco commerciale[1]. Durante il biennio successivo alla vendita dello stadio la squadra emigrò al Priestfield di Gillingham, nella confinante contea del Kent, a 120 km da Brighton[2], per poi tornare a giocare in città al Withdean[2].

Già dall’inizio degli anni duemila il club aveva intenzione di costruire un nuovo impianto di proprietà[1], la cui genesi fu tuttavia costellata da numerose interruzioni[3], sotto forma di ricorsi sia da parte delle organizzazioni ambientaliste, che lamentavano il fatto che l’area prescelta, nella località di Falmer, fosse ai margini di un’area naturale tutelata[1], sia da parte del consiglio distrettuale di Lewes, sotto la cui giurisdizione Falmer parzialmente afferisce[4]; l’impianto, la cui capienza prevista in origine era di 22 000 posti[5], nelle intenzioni della dirigenza del Brighton & Hove avrebbe dovuto garantire incassi extra anche come stadio di casa della Nazionale australiana di calcio[5], molti dei cui giocatori militavano in Europa, e che pertanto avrebbe potuto utilizzare Brighton come stadio interno per gli incontri internazionali senza costringere i propri giocatori a trasferte transoceaniche[5], anche se in seguito tale proposito non fu più realizzato.

Cadute tutte le opposizioni al progetto, i lavori iniziarono a dicembre 2008 con una cerimonia di posa della prima pietra cui prese parte anche il dj Fatboy Slim, sostenitore del Brighton & Hove[6].

Veduta panoramica interna dello stadio

Incaricata dei lavori fu l’impresa Buckingham Group di Stowe (Buckinghamshire)[7], già realizzatrice dello stadiummk di Milton Keynes[7], mentre il progetto architettonico fu curato dallo studio londinese KSS Design Group[7], specializzato in impianti sportivi[7]. Lo stadio, di pianta ovale e coperto in ogni suo settore, fu ufficialmente consegnato al club il 31 maggio 2011[8]; la capacità totale fu di 22 500 posti, 11 833 dei quali nella tribuna principale sul lato occidentale della struttura[8], 5 404 sulla tribuna opposta[8], 2 688 nella gradinata nord[8] e 2 575 in quella sud, destinata ai tifosi della squadra ospitata[8]. Il costo dell’appalto fu di 75 milioni di sterline (~96 milioni di euro)[8]), e la tribuna orientale fu predisposta per una sopraelevazione idonea a elevare la capacità dello stadio fino a 30 000 spettatori[8].

Già dall’anno precedente all’apertura era noto che lo sponsor che avrebbe legato il suo nome allo stadio era la società finanziaria statunitense American Express[9]; l’inaugurazione avvenne il 29 luglio 2011 con un incontro tra il Brighton & Hove e la squadra londinese del Tottenham[10]; pochi giorni prima il nuovo stadio aveva ospitato anche la cerimonia nuziale di due abbonati regolari della squadra, che avevano atteso il completamento dell’impianto per celebrarvi il matrimonio[11].

Il primo incontro di campionato, che vedeva la squadra neopromossa in Championship, la seconda divisione nazionale, fu contro il Doncaster[12] e fu una vittoria per 2-1; il 21 settembre successivo, nel terzo turno di Coppa di Lega, giunse sia la prima sconfitta nel nuovo stadio (a opera del Liverpool, con goal di Bellamy e Kuijt per i Reds e di Barnes per Brighton)[13] che il primo record di presenze sugli spalti (21 987 spettatori)[13]. In aggiunta a ciò, il citato Fatboy Slim fu il primo artista a esibirsi in concerto al Falmer Stadium[14].

Nel 2012 il Falmer fu premiato dall’organizzazione Stadium Business Awards come miglior nuovo impianto dell’anno precedente[15][16] e ricevette il placet dal consiglio comunale cittadino per l’espansione della tribuna orientale[15][17]. Il piano di ampliamento, del costo totale di 55 milioni di sterline e presentato a ottobre 2013, prevedeva anche la costruzione di un albergo da 120 stanze[18]; i lavori riguardanti lo stadio furono portati a termine durante la stagione 2013-14 e permisero l’aumento della capacità totale a 30 750 spettatori[19].

Già nel 2012 il Falmer Stadium era stato preso in esame come possibile impianto idoneo a ospitare alcuni incontri della Coppa del Mondo di rugby 2015 organizzata dall’Inghilterra[20]; la decisione di utilizzare tale stadio fu resa ufficiale qualche mese più tardi[21] insieme al calendario del torneo, che assegnò a Brighton due incontri della fase a gironi, tra Sudafrica e Giappone nonché tra Samoa e Stati Uniti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Opposition voiced over stadium plans in BBC, 25 marzo 2003. URL consultato il 5 gennaio 2015.
  2. ^ a b (EN) James Clarke, Seagulls to build their new nest in BBC, 28 ottobre 2005. URL consultato il 5 gennaio 2015.
  3. ^ (EN) Albion stadium plan put on hold in BBC, 27 luglio 2004. URL consultato il 5 gennaio 2015.
  4. ^ (EN) Legal challenge over stadium plan in BBC, 24 novembre 2005. URL consultato il 4 gennaio 2015.
  5. ^ a b c (EN) Football chief backs Seagulls in BBC, 7 marzo 2003. URL consultato il 5 gennaio 2015.
  6. ^ (EN) Revised Falmer plans “approved” in BBC, 5 febbraio 2009. URL consultato il 5 gennaio 2015.
  7. ^ a b c d (EN) The Buckingham Contracting Group to Kick Off for Brighton & Hove Albion, Buckingham Group Contracting Ltd, 28 novembre 2008. URL consultato il 5 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2015).
  8. ^ a b c d e f g (EN) £130M Handover-Buckingham Group completes hat-trick of Major Sporting Venues, Buckingham Group Contracting Ltd, 3 giugno 2011. URL consultato il 5 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2015).
  9. ^ (EN) Brighton reveal sponsorship deal for new stadium in BBC, 22 giugno 2010. URL consultato il 5 gennaio 2015.
  10. ^ (EN) Brighton officially open Amex Stadium at Falmer in BBC, 29 luglio 2011. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  11. ^ (EN) Seagulls fans first to marry at new Amex stadium in BBC, 9 luglio 2011. URL consultato il 5 gennaio 2014.
  12. ^ (EN) Brighton & Hove Albion: The Road to Falmer in BBC, 5 agosto 2011. URL consultato il 5 gennaio 2014.
  13. ^ a b (EN) Phil McNulty, Brighton 1 - 2 Liverpool in BBC, 21 settembre 2011. URL consultato il 5 gennaio 2014.
  14. ^ (EN) DJ Fatboy Slim in first Brighton Amex stadium concert in BBC, 25 ottobre 2011. URL consultato il 5 gennaio 2015.
  15. ^ a b (EN) Brighton Amex stadium wins best new venue award in BBC, 16 maggio 2012. URL consultato il 5 gennaio 2014.
  16. ^ (EN) Winners of TheStadiumBusiness Awards 2012 announced, The Stadium Business Award, 15 maggio 2012. URL consultato il 5 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2015).
  17. ^ (EN) Brighton Amex stadium given approval for extra seating in BBC, 25 aprile 2012. URL consultato il 5 gennaio 2015.
  18. ^ (EN) Brighton and Hove Albion unveil £55m accommodation plan in BBC, 10 ottobre 2013. URL consultato il 5 gennaio 2013.
  19. ^ (EN) Brighton: CEO Paul Barber says little room for stadium expansion in BBC, 21 marzo 2014. URL consultato il 5 gennaio 2014.
  20. ^ (EN) Olympic Stadium confirmed on 2015 Rugby World Cup shortlist in BBC, 8 ottobre 2012. URL consultato il 5 gennaio 2015.
  21. ^ (EN) Rugby World Cup 2015: Olympic Stadium to host games in BBC, 2 maggio 2013. URL consultato il 5 gennaio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]