153P/Ikeya-Zhang

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Cometa
153P/Ikeya-Zhang
Comet-Ikeya-Zhang.jpeg
Scoperta 1 febbraio 2002
Scopritori Kaoru Ikeya, Zhang Daqing
Designazioni
alternative
C/2002 C1
Parametri orbitali
(all'epoca 13 ottobre 2002[1])
Semiasse maggiore 51,2136 UA
Perielio 0,507141 UA
Afelio 101,9200 UA
Periodo orbitale 366,5101 anni
Inclinazione orbitale 28,1199°
Eccentricità 0,990098
Ultimo perielio 18 marzo 2002
Prossimo perielio giugno 2369
Dati osservativi
Magnitudine app.
3,5 (max)

153P/Ikeya-Zhang o Cometa Ikeya-Zhang, (Giapponese, Cinese: 池谷-張彗星) è una cometa periodica del Sistema solare. È stata scoperta il 1º febbraio 2002 indipendentemente da due astronomi: il cinese Zhang Daqing dalla città di Kaifeng e il giapponese Kaoru Ikeya dalla prefettura di Shizuoka. La cometa è stata inizialmente identificata come C/2002 C1 (Ikeya-Zhang).

La cometa ha raggiunto il perielio il 18 marzo 2002 ed è stata la cometa più brillante dal 1997, con una magnitudine apparente di 3,5[1]. Il periodo orbitale fu calcolato essere di 366,51 anni. La cometa Ikeya-Zhang è la cometa periodica con il periodo orbitale più lungo di cui si sia osservato più di un ritorno al perielio.

L'orbita determinata per la cometa Ikeya-Zhang da B.G. Marsden e S. Nakano è consistente con le osservazioni storiche di una cometa assai luminosa (C/1661 C1) registrate nel 1661 da astronomi cinesi[2] e dall'astronomo polacco Johannes Hevelius. La cometa C/1661 C1 raggiunse una magnitudine non superiore alla 2, e una coda doppia che si sviluppò per 6° e fu scoperta nella luce dell'alba. Alla cometa fu quindi assegnata la designazione permanente "153P", che la identifica quale cometa periodica.

Nei giorni subito a seguire la scoperta, Nakano e Marsden avevano proposto l'identificazione della cometa Ikeya-Zhang con un'altra cometa storica, la C/1532 R1, del 1532. M.R. Kidger ha recuperato questa identificazione ed ha confrontato le curve di luce delle tre comete. È giunto alla conclusione che l'identificazione basata sui parametri orbitali è essenzialmente corretta, ma che la cometa Ikeya-Zhang e la cometa C/1532 R1 sembrano essere comunque imparentate tra di loro. In particolare, potrebbe trattarsi di due frammenti dello stesso oggetto cometario, di cui la cometa C/1532 R1 sarebbe la porzione principale del nucleo. Una conferma a questa ipotesi potrà giungere con il ritorno della cometa C/1532 R1, previsto per la fine del XXI secolo[3].

L'orbita della cometa Ikeya-Zhang è confrontata con quelle della Cometa di Halley, della cometa Borrelly e dei pianeti esterni del Sistema solare


Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b La cometa Ikeya-Zhang sul: JPL Small-Body Database Browser
  2. ^ La cometa Ikeya-Zhang sul: Gary Kronk's Cometography
  3. ^ Mark Richard Kidger, 153P/Ikeya-Zhang and the Comet of Hevelius, MACE 2003 - Meeting on Asteroids and Comets in Europe , pag. 40 e seg. (PDF)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare