Volo EgyptAir 990

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Volo EgyptAir 990
L'aereo coinvolto ripreso a Düsseldorf nel 1992.
L'aereo coinvolto ripreso a Düsseldorf nel 1992.
Tipo di evento Crash intenzionale (secondo NTSB)
Guasto meccanico (secondo ECAA)
Data 31 ottobre 1999
Ora 01:50 EST
Tipo incidente
Luogo Oceano Atlantico, circa 97 km a sud dell'isola di Nantucket
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Coordinate 40°20′51″N 69°45′24″W / 40.3475°N 69.756667°W40.3475; -69.756667Coordinate: 40°20′51″N 69°45′24″W / 40.3475°N 69.756667°W40.3475; -69.756667
Tipo di aeromobile Boeing 767-366ER
Nome dell'aeromobile Tuthmosis III
Operatore EgyptAir
Numero di registrazione SU-GAP
Partenza Aeroporto Internazionale di Los Angeles
Scalo intermedio Aeroporto Internazionale John F. Kennedy
Destinazione Aeroporto Internazionale del Cairo
Passeggeri 203
Equipaggio 14
Vittime 217
Feriti 0
Sopravvissuti 0
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Volo EgyptAir 990

[senza fonte]

voci di incidenti aerei presenti su Wikipedia

Il Volo EgyptAir 990 (MSR990) è stato un volo di linea regolare Los Angeles - New York - Il Cairo. Il 31 ottobre 1999, a circa 1:50 ora locale, il Boeing 767 che lo effettuava è precipitato nell'Oceano Atlantico, a circa 60 miglia (97 km) dall'Isola di Nantucket, Massachusetts, in acque internazionali, uccidendo sul colpo tutte le 217 persone a bordo.

Il National Transportation Safety Board (sostenuto dalla Federal Aviation Administration, il Federal Bureau of Investigation, la Boeing e la United States Coast Guard) ha concluso nella sua relazione che "la causa probabile dell'incidente del volo EgyptAir 990 è la deviazione del velivolo dal normale volo di crociera e conseguente impatto sull'Oceano Atlantico dovuto all'intervento sui comandi dell'aereo effettuato dal primo ufficiale. Il motivo di tale azione non è stato ufficialmente riconosciuto". Molti credono che l'aereo sia stato deliberatamente schiantato come atto suicida, in base alle prove fornite nel rapporto NTSB e dal fatto che il primo ufficiale di riserva era uso a ripetere "mi affido a Dio" (frase che in Egitto si dice in qualsiasi circostanza in cui si debba prendere una decisione, o, prima di fare qualsiasi cosa); tuttavia la motivazione reale del pilota per essersi impadronito dei comandi non è nota.

Sostenendo l'ipotesi del suicidio, il rapporto NTSB ha anche concluso che:

  1. nessun problema meccanico potrebbe provocare movimenti dell'aereo che corrispondano ai dati di volo riscontrati dall'analisi della scatola nera, e che
  2. anche qualora si fosse verificato uno dei guasti meccanici ipotizzati, il velivolo sarebbe ancora stato recuperabile a causa del sistema ridondante di equilibratori presente nel Boeing 767-366ER. Le autorità egiziane, tuttavia, hanno continuato a sostenere che l'aereo si è schiantato a causa di un guasto meccanico, ma non hanno dato alcuna spiegazione ragionevole per la discordanza esistente tra i supposti guasti meccanici ed i dati reali di volo registrati, le parole inusuali pronunciate e il comportamento del primo ufficiale di riserva, e le insolite azioni eseguite sui comandi dell'aeromobile.

Il volo EgyptAir 990 nei media[modifica | modifica wikitesto]

L'incidente del volo 990 della EgyptAir è stato analizzato nell'episodio Egypt Air 990 della terza stagione del documentario Indagini ad alta quota trasmesso da National Geographic Channel.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]