Vittorio Bernardetto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vittorio Bernardetto
vescovo della Chiesa cattolica
Monsignor Vittorio Bernardetto.jpg
Template-Bishop.svg
Non enim erubesco evengelium
Incarichi ricoperti Vescovo di Susa dall'anno 1978 al 2000 (Emerito dal 2000 al 2001)
Nato 25 novembre 1925 a Castellamonte
Ordinato presbitero 29 giugno 1949
Consacrato vescovo 7 luglio 1978 dall'arcivescovo Anastasio Alberto Ballestrero
Deceduto 7 marzo 2001

Vittorio Bernardetto (Castellamonte, 25 novembre 1925Susa, 7 marzo 2001) è stato un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Castellamonte (TO) l'8 novembre 1925. Ordinato sacerdote il 29 giugno 1949 fu, per 20 anni, viceparroco della chiesa di S. Maria di Doblazio, in comune di Pont-Canavese. Nel 1969 fu parroco della chiesa di S. Lorenzo a Ivrea.

Ordinato vescovo il 7 luglio 1978 nel duomo di Ivrea, iniziò il suo ministero il 17 settembre 1978 nella diocesi di Susa che resse per 22 anni. Il suo motto era: Non enim erubesco evengelium (non arrossisco/non mi vergogno per il vangelo). Il 14 luglio 1991 ospitò a Susa il Papa Giovanni Paolo II per la beatificazione del vescovo Edoardo Giuseppe Rosaz.[1] Nel 1999 volle fortemente le celebrazioni del primo centenario della Madonna del Rocciamelone, collocata sulla cima del monte Rocciamelone nel 1899.[2] Ritiratosi nell'anno 2000, per raggiunti limiti di età, morì il 7 marzo 2001.[3] È sepolto nel cimitero di Castellamonte (TO).

Tomba di Monsignor Vittorio Bernardetto presso il Cimitero di Castellamonte (TO)

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Vittorio Bernardetto, Dalle lettere di don Emilio Berto cappellano degli alpini disperso a Nikolajewka, SusaLibri 1990[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Silvio Bertolo e Piergiorgio Pieruz, "Vescovi e Sacerdoti nella Storia della Diocesi di Susa", SusaLibri, 2004

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Susa Successore BishopCoA PioM.svg
Giuseppe Garneri 31 maggio 1978 - 13 dicembre 2000 Alfonso Badini Confalonieri