Unione cattolica della stampa italiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Unione cattolica della stampa italiana
AbbreviazioneUcsi
Tipoorganismo a base associativa
Sede centraleItalia Roma
PresidenteItalia Vincenzo Varagona
Lingua ufficialeitaliano
Membri3 000 (2021)
Sito web

L'Unione Cattolica della Stampa Italiana (Ucsi) è una associazione cattolica di giornalisti e di professionisti della comunicazione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1895 fu promossa a Milano da don Davide Albertario l'«Associazione dei giornalisti cattolici italiani», che ebbe breve vita.
Nel 1908 nacque a Roma la Federazione della Stampa. Tre anni dopo a Milano fu fondata l'«Associazione della stampa cattolica italiana», con compiti di organizzazione e tutela simili a quelli dell'associazione romana[1]. Si associarono 29 quotidiani e 150 periodici[2].

Il regime fascista represse tutte le associazioni non in linea con il governo.

Il 3 maggio 1959 si svolse a Roma l'assemblea costitutiva dell'«Unione cattolica della stampa italiana». Fra i fondatori vanno ricordati: Raimondo Manzini (primo presidente nazionale), Guido Gonella, Giuseppe Dalla Torre, Carlo Trabucco, Enrico Lucatello, Pietro Pavan, Federico Alessandrini e Andrea Spada. Nell'enunciare i principi-guida dell'associazione, si affermò che l'Unione doveva servire per valorizzare il contributo dei laici cattolici impegnati nella comunicazione «per accrescere nell'opinione pubblica la stima per il giornalismo quale strumento di verità, giustizia e fraternità»[3].

L'Ucsi associa attualmente circa tremila giornalisti italiani ed è tra le più prestigiose associazioni giornalistiche italiane. È organizzata su base regionale, con sezioni provinciali e diocesane, e una sede centrale nella città di Roma.

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Congressi nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Il congresso rappresenta il momento di maggiore confronto dell'associazione a livello nazionale. Di norma le elezioni delle cariche associative avvengono durante il congresso.

  • I congresso:
  • II congresso:
  • III congresso:
  • IV congresso:
  • V congresso:
  • VI congresso:
  • VII congresso:
  • VIII congresso:
  • IX congresso:
  • X congresso:
  • XI congresso:
  • XII congresso: Bologna, dicembre 1993.
  • XIII congresso:
  • XIV congresso: 1999.
  • XV congresso: Parma, 12-13 dicembre 2002.
  • XVI congresso: Roma, 2-4 dicembre 2005.
  • XVII congresso: Roma, 23-25 gennaio 2009.
  • XVIII congresso: Caserta, 26-29 gennaio 2012.
  • XIX congresso: Matera, 3-6 marzo 2016.
  • XX congresso: Roma, 24-26 settembre 2021.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mauro Forno,La stampa del ventennio, Rubbettino Editore, 2005, p. 224.
  2. ^ Giovani Gozzini, Storia del giornalismo, Pearson Italia, 2000, p. 192.
  3. ^ Come nacque l'Ucsi, il 3 maggio di sessant'anni fa, su ucsi.it. URL consultato il 15 dicembre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]