Ugliano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ugliano
Ugljan
Ugljan 7 from st Mihovila.jpg
Geografia fisica
Localizzazione Mar Adriatico
Coordinate 44°05′N 15°10′E / 44.083333°N 15.166667°E44.083333; 15.166667Coordinate: 44°05′N 15°10′E / 44.083333°N 15.166667°E44.083333; 15.166667
Arcipelago zaratino
Superficie 51,05[1] km²
Sviluppo costiero 78,74[1]
Geografia politica
Stato Croazia Croazia
Regione Regione zaratina
Centro principale Oltre
Demografia
Abitanti 6 182 (2001[2])
Cartografia
Croatia - Ugljan.PNG
Mappa di localizzazione: Croazia
Ugliano
Ugliano

[senza fonte]

voci di isole della Croazia presenti su Wikipedia

Ugliano[3][4] (in croato Ugljan) è un'isola della Dalmazia, in Croazia, situata di fronte a Zara. L'isola è tra le più densamente popolate dell'Adriatico; le principali località sono: Ugliano[4] (Ugljan), Lucorano (Lukoran), Sant'Eufemia[3] (Sutomišćica), Pogliana (Poljana), Oltre (Preko), Calle (Kali) e Cuclizza[3] (Kukljica).

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

L'isola di Ugliano fa parte dell'arcipelago zaratino o dalmata settentrionale, e così come le isole vicine si sviluppa lungo un asse orografico con andamento nord-sud. L'isola è formata da calcari e in parte da dolomie[3]. La forma allungata dell'isola (22 km per 3,8 km di larghezza) ne ha determinato anche l'assetto viario: una sola strada collega le principali località, che sono tutte rivolte verso la costa dalmata. L'estremità settentrionale, punta San Pietro (rt. Sv. Petar), racchiude, con punta Ovina (Ovčjak) ad ovest, l'insenatura valle Molina (Muline). A sud, tra punta Zablenisca (Japlenički) e punta Secca (Karantun), ci sono le insenature Lamiane Grande (Vela Lamjana), Lamiane Piccola (Mala Lamjana) e valle Busa (Sabuša).

Ugliano è separata dalla terraferma per mezzo del canale di Zara e dall'isola di Eso tramite il canale di Mezzo. Meno netta è la separazione con le isole contermini: a nord Sestrugno è distante solo 2 km; Rivani a circa 450 m separata dallo stretto di Ugliano[3] (Veli Ždrelac[5]) mentre a sud l'isola di Pasman è addirittura collegata tramite un ponte carrozzabile gettato sullo stretto di Sdrelaz[3] (Mali Ždrelac[6]). L'isola ha una superficie di 51,05 km²[1] e lo sviluppo costiero è di 78,74 km[1]. La vetta più alta è il monte Grande (Šćah) che raggiunge i 288 m[3]. La città di Zara è distante appena 4 km in linea d'aria ed è regolarmente collegata da traghetti che partono dal capoluogo Oltre.

Isole adiacenti[modifica | modifica wikitesto]

L'isolotto di San Paolo visto da Oltre

L'isolotto dei Sorci, Caranton, Bisacce e Nudo fanno parte del comune di Cuclizza.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'isola è stata abitata fin dalla preistoria e venne nominata da Plinio il Vecchio col nome di Lissa. Nel Medioevo prese il nome di San Michele, per poi essere nominata col nome attuale nel 1325. All'epoca dei Romani era abitata prevalentemente lungo il versante nordoccidentale, come testimoniano alcuni reperti archeologici che hanno anche attestato l'antica produzione di olio di oliva. Alcuni ritengono che il nome attuale dell'isola contenga qualche riferimento etimologico alla parola olio (in croato ulje).

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

Molte le vestigia del passato veneziano dell'isola: La Serenissima vi edificò nel XIII secolo la fortezza di San Michele e la nobile famiglia veneziana dei Califfi vi costruì l'omonimo castello nel XVII secolo[senza fonte].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j (ENHR) Tea Duplančić Leder, Tin Ujević e Mendi Čala, Coastline lengths and areas of islands in the Croatian part of the Adriatic Sea determined from the topographic maps at the scale of 1:25000 [Lunghezze delle linee di costa e aree delle isole nella parte croata del mare Adriatico definite in base alle mappe topografiche in scala 1:25000] (PDF), in Geoadria, vol. 9, nº 1, Zara, Hrvatski hidrografski institut [Istituto idrografico della Croazia], 2004, pp. 12-30. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  2. ^ (HREN) Geografski i meteorološki podaci [Dati geografici e meteorologici] (PDF), in Statistički ljetopis 2005 [Annuario statistico 2005], Republika Hrvatska - Državni zavod za Statistiku [Repubblica di Croazia - Ufficio centrale di Statistica], 2005, pp. 42-56.
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n o Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, pp. 663-673.
  4. ^ a b Grande atlante d'Europa e d'Italia, Istituto geografico de Agostini, Novara 1994, p. 185.
  5. ^ Letteralmente significa "grande fauce".
  6. ^ "Piccola fauce".
  7. ^ G. Giani, Carta prospettiva delle Comuni censuarie della Dalmazia, foglio 2, 1839. Fondo Miscellanea cartografica catastale, Archivio di Stato di Trieste.
  8. ^ a b c d e f g (HR) Mappa topografica della Croazia 1:25000, preglednik.arkod.hr. URL consultato il 14 gennaio 2017.
  9. ^ Alberto Rizzi, Guida della Dalmazia, vol. I, 2010, Trieste, ed. Italo Svevo, p. 458.
  10. ^ a b Giacomo Marieni, Portolano del mare Adriatico, a cura di Istituto geografico militare, seconda edizione, Vienna, Tipografia dei PP. Mechitaristi, 1845, p. 202. URL consultato il 20 dicembre 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN249424962