Tour della Nazionale di rugby a 15 dell'Italia 2018

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Italia
in tour 2018
Allenatore Irlanda Conor O'Shea
Capitano Leonardo Ghiraldini
Destinazione Giappone
G V N P
Totali 3 2 0 1
Test match 2 1 0 1
Avversari nei test match
Nazionale G V N P
Giappone Giappone 2 1 0 1

A giugno 2018 la nazionale italiana di rugby allenata da Conor O'Shea, in previsione della Coppa del Mondo di rugby 2019, intraprese un tour di ambientamento in Giappone, sede della rassegna mondiale dell'anno successivo.

Furono previsti tre incontri, due dei quali test match contro il Giappone e un altro, quello di apertura, contro la franchise aziendale del Yamaha Júbilo.

L'incontro di apertura, disputato dall'Italia XV a Nagano, vide gli Azzurri prevalere per 8 mete a 3 contro un club che schierava diversi elementi da Nuova Zelanda e Isole del Pacifico[1].

Il cauto ottimismo maturato a seguito di tale vittoria trovò smentita nel primo test match della serie all'Ōita Stadium nell'omonima città: dopo un primo tempo equilibrato in cui l'Italia passò in vantaggio e, una volta superata, riportò la situazione in parità (17-17 a meno di mezz'ora dalla fine)[2], i giapponesi trovarono in meno di dieci minuti un break di 17 punti (un piazzato e due mete trasformate) che ruppero l'incontro e lo volsero a favore degli asiatici[2]. Per l'Italia si trattò della seconda sconfitta consecutiva contro la formazione del Sol Levante dopo il test match del 2014 a Tokyo.

Una settimana più tardi, a Kōbe, l'Italia pareggiò la serie vincendo 25-22 una partita dominata, secondo la stampa, più largamente rispetto a quanto lo scarto finale indichi: il primo tempo fu quello che praticamente chiuse l'incontro[3], con due mete azzurre e un +9 che al 44' divenne un +16 con l'Italia avanti 19-3[3]. Di marca giapponese solo l'ultimo quarto di partita, con due mete tra 60' e 65' che riportarono i Sakura sotto di 2 punti prima che Allan, al piede, a 4' dalla fine rimettesse gli Azzurri avanti di 8 sul 25-17. Ininfluente, a quel punto, la meta finale di Matsushima con Tamura che sbagliò la trasformazione la quale non avrebbe comunque inciso sull'esito finale.

Oltre a uscire imbattuta nella serie contro una squadra avanti di 3 posti nel ranking World Rugby, l'Italia spezzò una serie di 8 sconfitte iniziate nei test di fine 2017 e proseguite per tutto il Sei Nazioni 2018 per finire con l'incontro precedente perso contro il Giappone[3].

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

I test match[modifica | modifica wikitesto]

Ōita
9 giugno 2018, ore 14:45 UTC+9
Giappone Giappone34 – 17
referto
Italia ItaliaŌita Stadium (25 284 spett.)
Arbitro: Australia Nic Berry

Kōbe
16 giugno 2018, ore 14 UTC+9
Giappone Giappone22 – 25
referto
Italia ItaliaParco Misaki (20 276 spett.)
Arbitro: Nuova Zelanda Nick Briant

Gli altri incontri[modifica | modifica wikitesto]

Nagano
2 giugno 2018, ore 14 UTC+9
Yamaha Júbilo19 – 52
referto
Italia XVU Stadium

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Italia XV: a Nagano otto mete e vittoria 52-19 su Yamaha Júbilo, su federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 2 giugno 2018. URL consultato il 10 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 2 giugno 2018).
  2. ^ a b Massimo Calandri, Rugby, per l'Italia pesante sconfitta nel test-match contro il Giappone, in la Repubblica, 9 giugno 2018. URL consultato il 10 giugno 2018.
  3. ^ a b c Massimo Calandri, Rugby, l'Italia si rialza: Giappone battuto 22-25, in la Repubblica, 16 giugno 2018. URL consultato il 16 giugno 2018.


Rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby