Tour Down Under 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Australia Tour Down Under 2010
Edizione12ª
Data19 gennaio - 24 gennaio
PartenzaClare
ArrivoAdelaide
Percorso794 km, 6 tappe
Tempo18h47'05"
Valida perCalendario mondiale UCI 2010
Classifica finale
PrimoGermania André Greipel
SecondoSpagna Luis León Sánchez
TerzoNuova Zelanda Greg Henderson
Classifiche minori
MontagnaAustria Thomas Rohregger
GiovaniBelgio Jürgen Roelandts
SquadreFrancia AG2R La Mondiale
SprintGermania André Greipel
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
Tour Down Under 2009Tour Down Under 2011

Il Tour Down Under 2010, dodicesima edizione della corsa e valevole come prima gara del Calendario mondiale UCI 2010, si svolse in sei tappe dal 19 al 24 gennaio 2010, per un percorso totale di 794 km attorno ad Adelaide, Australia. Fu vinta del tedesco André Greipel, che concluse la corsa in 18h47'05".

La Down Under Classic 2010 ha fatto da apertura ufficiale della corsa.

Tappe[modifica | modifica wikitesto]

Tappa Data Percorso km Vincitore di tappa Leader cl. generale
19 gennaio Clare > Tanunda 141 Germania André Greipel Germania André Greipel
20 gennaio Gawler > Hahndorf 133 Germania André Greipel Germania André Greipel
21 gennaio Unley > Stirling 132,5 Portogallo Manuel Cardoso Germania André Greipel
22 gennaio Norwood > Goolwa 149,5 Germania André Greipel Germania André Greipel
23 gennaio Snapper Point > Willunga 148 Spagna Luis León Sánchez Germania André Greipel
24 gennaio Adelaide 90 Australia Chris Sutton Germania André Greipel
Totale 794

Squadre e corridori partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Partecipanti al Tour Down Under 2010.

Essendo inserito tra le gare dell'UCI ProTour, tutte le squadre con licenza "UCI ProTeam" devono automaticamente parteciparvi. Sarà la prima partecipazione ufficiale delle due neo-nate Team Sky e Team RadioShack. Completano il quadro delle partecipanti la UniSA-Australia, squadra nazionale australiana composta da giovani corridori, e la squadra "UCI Professional Continental" BMC Racing Team, primo team a beneficiare di una wild-card della UCI.

N. Cod. Squadra
1-7 AST Kazakistan Astana Team
11-17 RSH Stati Uniti Team RadioShack
21-27 BMC Stati Uniti BMC Racing Team
31-37 OLO Belgio Omega Pharma-Lotto
41-47 THR Stati Uniti Team HTC-Columbia
51-57 SKY Regno Unito Team Sky
61-67 ALM Francia AG2R La Mondiale
71-77 KAT Russia Team Katusha
81-87 SAX Danimarca Team Saxo Bank
91-97 MRM Germania Team Milram
N. Cod. Squadra
101-107 FDJ Francia Française des Jeux
111-117 GCE Spagna Caisse d'Epargne
121-127 EUS Spagna Euskaltel-Euskadi
131-137 RAB Paesi Bassi Rabobank
141-147 LIQ Italia Liquigas-Doimo
151-157 GRM Stati Uniti Garmin-Transitions
161-167 FOT Spagna Footon-Servetto
171-177 QST Belgio Quick Step
181-187 AUS Australia UniSA-Australia

Dettagli delle tappe[modifica | modifica wikitesto]

1ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Germania André Greipel HTC 3h15'30"
2 Belgio Gert Steegmans RadioShack s.t.
3 Belgio Jürgen Roelandts Omega Pharma s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Germania André Greipel HTC 3h15'30"
2 Belgio Gert Steegmans RadioShack a 4"
3 Svizzera Martin Kohler BMC s.t.
Descrizione e riassunto

Tappa dal profilo ondulato e suddivisa in due parti, con un percorso singolo dalla partenza di Clare fino a circa 40 chilometri dall'arrivo, dove inizia il circuito finale, con passaggio da Tanunda, Angaston e Nuriootpa. Lungo la prima parte del percorso si trovano due sprint intermedi, a Riverton (44,6 km) e Kapunda (74,5 km), mentre lungo il circuito finale la prima ascesa del Tour che attribuisce punti per la classifica scalatori, a Menglers Hill Road presso Tanunda.[1]

La prima gara del circuito UCI ProTour della stagione si apre con una caduta. Dopo cica 300 metri dalla partenza della frazione, un corridore della Euskaltel-Euskadi cade in mezzo al gruppo trascinando con sé la metà dei ciclisti circostanti. Tra loro il campione del mondo in carica Cadel Evans.

Timothy Roe, Martin Kohler e Blel Kadri danno vita alla fuga che caratterizza l'intera tappa, uscendo dal gruppo dopo circa 20 km. I tre passano per primi sui due traguardi intermedi e sul Gran Premio della Montagna, e Roe termina la frazione indossando tre delle quattro principali maglie. Negli ultimi 20 km, il Team HTC-Columbia, guidata dallo specialista delle cronometro Bert Grabsch, riesce a riassorbire i tre nel gruppo. La volata finale viene vinta dal tedesco André Greipel.

Il campione uscente Allan Davis perde subito la possibilità di ricofermarsi. La sua squadra, l'Astana, si è presentata alla corsa senza radioline, quindi i suoi direttori non hanno potuto sapere che non fosse nel gruppo principale sull'ascesa di Menglers Hill. Forzando negli ultimi chilometri, la squadra ha involontariamente staccato ulteriormente il velocista australiano dal gruppo principale, relegato in un secondo gruppo arrivato a 8'22".[2]

2ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Germania André Greipel HTC 3h23'49"
2 Nuova Zelanda Greg Henderson Sky s.t.
3 Australia Robbie McEwen Katusha s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Germania André Greipel HTC 6h38'59"
2 Nuova Zelanda Greg Henderson Sky a 14"
3 Belgio Gert Steegmans RadioShack s.t.
Descrizione e riassunto

Come la precedente, anche la seconda tappa segue un percorso ondulato. Dopo una prima ascesa nei primi chilometri di corsa, dopo circa 90 km Checker Hill Road costituisce il Gran Premio della Montagna della frazione. Ultimi chilometri totalmente pianeggianti.[3]

Tappa dall'andamento simile alla precedente. Mickaël Delage ed Olivier Kaisen (entrambi Omega Pharma-Lotto) danno vita alla fuga, insieme a David Kemp (UniSa). Kemp permette ai due corridori della Omega Pharma di giocarsi i due sprint intermedi, ma sull'ascesa di Checker Hill, passa per primo conquistando il massimo dei punti. Lo stesso australiano cerca poi di vincere in solitaria la frazione, ma Team Sky e Team HTC-Columbia annullano il vantaggio ed ancora Greipel si aggiudica la vittoria sul traguardo.[4]

3ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Portogallo Manuel Cardoso Footon 3h14'38"
Spagna Alejandro Valverde C. d'Epargne a 1"[5]
2 Australia Cadel Evans BMC a 1"
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Germania André Greipel HTC 9h53'38"
2 Nuova Zelanda Greg Henderson Sky a 14"
3 Belgio Gert Steegmans RadioShack s.t.
Descrizione e risultati

La terza tappa prevede la maggiore asperità del Tour 2010, Wickhams Hill Road, dopo circa 40 km dalla partenza. Successivamente il percorso rimane ondulato, con diverse salite fin sul traguardo.[6]

La temperatura, con punte a più di 40 °C, e l'andamento ondulato del percorso hanno contribuito a rendere difficile questa tappa, con un gruppo di 40 corridori a giocarsi la vittoria finale, mentre il gruppo principale perde più di un minuto e 13 corridori più di 10 minuti. La fuga di giornata nasce dall'impulso di Simon Clarke e Karsten Kroon, raggiunti in seguito da Maciej Paterski, Jens Voigt e Jack Bobridge. La Caisse d'Epargne è la squadra che lavora maggiormente per ricucire lo svantaggio, in modo da giocarsi la vittoria finale con Alejandro Valverde, José Joaquín Rojas o Luis León Sánchez, ma è il campione nazionale portoghese Manuel Cardoso a scattare nell'ultimo chilometro e conquistare la vittoria di tappa su Valverde e Cadel Evans.[7]

4ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Germania André Greipel HTC 3h30'29"
2 Australia Robbie McEwen Katusha s.t.
3 Australia Graeme Brown Rabobank s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Germania André Greipel HTC 13h23'57"
2 Australia Robbie McEwen Katusha a 20"
3 Nuova Zelanda Greg Henderson Sky a 24"

5ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Spagna Luis León Sánchez C. d'Epargne 3h29'39"
2 Australia Luke Roberts Milram a 2"
Spagna Alejandro Valverde C. d'Epargne a 4"[5]
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Germania André Greipel HTC 16h53'46"
2 Spagna Luis León Sánchez C. d'Epargne a 11"
3 Australia Luke Roberts Milram a 17"

6ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

  • 24 gennaio: Circuito di Adelaide – 90 km
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Australia Chris Sutton Sky 1h53'20"
2 Nuova Zelanda Greg Henderson Sky s.t.
3 Australia Graeme Brown Rabobank s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Germania André Greipel HTC 18h47'05"
2 Spagna Luis León Sánchez C. d'Epargne a 11"
3 Nuova Zelanda Greg Henderson Sky a 15"

Evoluzione delle classifiche[modifica | modifica wikitesto]

In questa edizione 2010, sei differenti maglie venogono assegnate. Per la classifica generale, calcolata sommando il tempo alla fine di ogni frazione di ogni singolo ciclista ed assegnando dei bonus per i primi tre che tagliano i traguardi intermedi e quello finale (rispettivamente 6,4 e 2 secondi e 10, 6 e 4 secondi), il leader riceve una maglia ocra (Santos Tour Down Under Ochre Leader's Jersey). Tale classifica è la più importante ed il vincitore è il vincitore del Tour.

Oltre a questa, vi è una classifica degli sprint, che assegna una maglia blu (Jayco Sprint Jersey). In tale classifica, i primi tre ciclisti a transitare sui traguardi intermedi o su quello finale, acquisiscono dei punti: nel primo caso, i traguardi intermedi, ottengono rispettivamente 6, 4 e 2 punti mentre nel secondo caso, rispettivamente 8, 6 e 4 punti.

Vi è anche una classifica della montagna che assegna una maglia bianca (Škoda King of the Mountain Jersey). In questa graduatoria, i punti vengono assegnati ai primi cinque ciclisti che transitano sulla cima di alcune ascese designate come Gran Premi della Montagna. Diversamente dalla maggior parte delle gare ciclistiche, non vi è una categorizzazione delle salite ed ognuna assegna gli stessi punti: rispettivamente 16, 12, 8, 6 e 4.

La quarta maglia, la maglia nera (Cycle Instead Young Rider Jersey), contraddistingue la classifica dei giovani. Viene calcolata secondo lo stesso principio della generale, ma considera solo ciclisti di età inferiore ai 26 anni.

Visto che le regole UCI limitano il numero di maglie assegnate a quattro, le precedenti sono le uniche magli assegnate ai ciclisti ed indossate durante le tappe. Ci sono poi altre due maglie: la prima è la maglia rossa (Hindmarsh Most Aggressive Rider Jersey) assegnata al ciclista più aggressivo, comparabile al Premio della Combattività del Giro d'Italia. Il ciclista designato la riceve alla fine della tappa, ma nella successiva veste la sua normale divisa e viene indicato con un numero rosso. La sesta ed ultima maglia è quella blu della classifica a squadre (South Australia Brilliant Blend Winning Team Jersey), non assegnata quotidianamente come le altre ma al termine della corsa alla squadra vincitrice. Viene calcolata sommando i tempi dei migliori quattro corridori di ogni squadra al termine di ogni singola tappa.[8]

Tappa Vincitore Classifica generale
Maglia ocra
Classifica scalatori
Maglia King of the Mountain
Classifica sprint
Maglia Sprint
Classifica giovani
Maglia Young rider's
Classifica squadre
Maglia Winning team
Corridore più aggressivo
Maglia Most aggressive rider's
André Greipel André Greipel Timothy Roe Martin Kohler Martin Kohler AG2R La Mondiale Timothy Roe
André Greipel André Greipel Jürgen Roelandts David Kemp
Manuel Cardoso Thomas Rohregger Simon Clarke
André Greipel Stef Clement
Luis León Sánchez Cadel Evans
6 Chris Sutton
Classifiche finali André Greipel Thomas Rohregger André Greipel Jurgen Roelandts AG2R La Mondiale

Classifiche finali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica generale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Germania André Greipel HTC 18h47'05"
2 Spagna Luis León Sánchez C. d'Epargne a 11"
3 Nuova Zelanda Greg Henderson Sky a 15"
4 Australia Robbie McEwen Katusha a 17"
5 Australia Luke Roberts Milram s.t.
6 Australia Cadel Evans BMC a 21"
7 Russia Ėduard Vorganov Katusha a 25"
8 Belgio Jürgen Roelandts Omega Pharma a 26"
9 Sudafrica Robert Hunter Garmin s.t.
10 Germania Markus Fothen Milram a 27"

Classifica sprint[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Punti
1 Germania André Greipel HTC 24
2 Nuova Zelanda Greg Henderson Sky 18
3 Australia Robbie McEwen Katusha 16
4 Australia David Kemp UniSa 16
5 Svizzera Martin Kohler BMC 12

Classifica scalatori[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Punti
1 Austria Thomas Rohregger Milram 62
2 Kazakistan Valerij Dmitrijev Astana 36
3 Australia David Kemp UniSa 28
4 Australia Timothy Roe UniSa 22
Spagna Alejandro Valverde C. d'Epargne 16[5]

Classifica giovani[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Belgio Jürgen Roelandts OmegaPharma 18h47'13"
2 Australia Wesley Sulzberger F. des Jeux a 13"
3 Spagna José Joaquín Rojas C. d'Epargne a 20"
4 Italia Fabio Sabatini Liquigas a 58"
5 Spagna Gorka Izagirre Euskaltel a 1'09"

Classifica squadre[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Tempo
1 Francia AG2R La Mondiale 56h22'45"
2 Spagna Caisse d'Epargne a 2"
3 Stati Uniti Garmin-Transitions a 29"
4 Germania Team Katusha a 32"
5 Germania Team HTC-Columbia a 51"

Punteggi UCI[modifica | modifica wikitesto]

Classifica individuale
Pos. Corridore Squadra Punti
1 Germania André Greipel HTC 119
2 Spagna Luis León Sánchez C. d'Epargne 86
3 Nuova Zelanda Greg Henderson Sky 79
4 Australia Robbie McEwen Katusha 67
5 Australia Luke Roberts Milram 54
6 Australia Cadel Evans BMC 43
7 Russia Ėduard Vorganov Katusha 30
8 Belgio Jürgen Roelandts Omega Pharma 22
9 Sudafrica Robert Hunter Garmin- 11
10 Portogallo Manuel Cardoso Footon 7
Spagna Alejandro Valverde C. d'Epargne 6[5]
11 Australia Chris Sutton Sky 6
12 Belgio Gert Steegmans RadioShack 5
13 Australia Graeme Brown Rabobank 5
14 Germania Markus Fothen Milram 4
15 Slovacchia Peter Sagan Liquigas 2
16 Svizzera Danilo Wyss BMC 1
17 Italia Mauro Finetto Liquigas 1
Classifica a squadre
Pos. Squadra Punti
1 Stati Uniti Team HTC-Columbia 119
2 Russia Team Katusha 97
3 Spagna Caisse d'Epargne 86
4 Regno Unito Team Sky 85
5 Germania Team Milram 58
6 Stati Uniti BMC Racing Team 44
7 Belgio Omega Pharma-Lotto 22
8 Stati Uniti Garmin-Transitions 11
9 Spagna Footon-Servetto 7
10 Paesi Bassi Rabobank 5
11 Stati Uniti Team RadioShack 5
12 Italia Liquigas-Doimo 3
Classifica per nazione
Pos. Squadra Punti
1 Australia Australia 175
2 Germania Germania 123
3 Spagna Spagna 86
4 Nuova Zelanda Nuova Zelanda 79
5 Russia Russia 30
6 Belgio Belgio 27
7 Sudafrica Sudafrica 11
8 Portogallo Portogallo 7
9 Slovacchia Slovacchia 2
10 Svizzera Svizzera 1
11 Italia Italia 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Stage 1, tourdownunder.com. URL consultato il 21 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2009).
  2. ^ (EN) Greg Johnson e Les Clarke, Greipel grabs number one in Tanunda, in Cycling News, gennaio 2010. URL consultato il 21 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 22 gennaio 2010).
  3. ^ Stage 2, tourdownunder.com. URL consultato il 22 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2009).
  4. ^ (EN) Greg Johnson, Two's a treat for Greipel, in cyclingnews.com, 20 gennaio 2010. URL consultato il 22 gennaio 2010.
  5. ^ a b c d (EN) UCI Press Service, Press release - CAS decision on the Alejandro Valverde case: the UCI’s reaction, in uci.ch, 31 maggio 2010. URL consultato il 19 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2012).
  6. ^ (EN) Stage 3, tourdownunder.com.au. URL consultato il 24 ottobre 2010 (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2009).
  7. ^ Les Clarke e Greg Johnson, Cardoso claims Footon's first ProTour win, in cyclingnews.com, 21 gennaio 2010. URL consultato il 24 gennaio 2010.
  8. ^ Jersey Description, Santos Tour Down Under. URL consultato il 22 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2009).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]