Togo - Una grande amicizia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Togo (film))
Jump to navigation Jump to search
Togo - Una grande amicizia
Togo - Una grande amicizia.jpg
Logo italiano del film
Titolo originaleTogo
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2019
Durata113 min
Rapporto2:1
Generedrammatico, avventura
RegiaEricson Core
SceneggiaturaTom Flynn
ProduttoreKim Zubick
Produttore esecutivoDouglas Jones
Casa di produzioneWalt Disney Pictures
Distribuzione in italianoDisney+
FotografiaEricson Core
MontaggioMartin Pensa
Effetti specialiBrian Beaulieu
MusicheMark Isham[1]
CostumiWendy Partridge
Art directorBill Ives
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Togo - Una grande amicizia (Togo) è un film drammatico del 2019 diretto da Ericson Core.

Il film è incentrato su "due figure chiave" nella Corsa del siero del 1925 a Nome, noto anche come la Grande Corsa della Misericordia, in cui le squadre di cani da slitta hanno permesso il trasporto del siero di antitossina della difterite in condizioni difficili per oltre 700 miglia per salvare la città Nome in Alaska da un'epidemia.[2]

La pellicola è stata distribuita sulla piattaforma Disney+ il 20 dicembre 2019.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film racconta la storia della corsa al siero del 1925 di Nome del musher Leonhard Seppala e come aveva allevato il suo cane capo slitta Togo.

Nel 1913, Seppala e sua moglie Costance accolgono un cucciolo Husky siberiano appena nato. Mentre Seppala insiste nel darlo via immediatamente perché piccolo e debole, Constance lo convince a farlo crescere assieme agli altri. Il cucciolo Husky si è rivelato essere una peste mentre scappa costantemente dal canile per usurpare la squadra di cani di Seppala mentre li sta addestrando. Dopo aver provato a sbarazzarsi dell'Husky due volte, Seppala decide di farlo correre con gli altri e, con suo stupore, scopre che è abbastanza energico da superare gli altri cani. Decide di chiamarlo Togo, in onore dell'ammiraglio Tōgō Heihachirō, e lo allena fino al punto di vincere con successo l'All Alaska Sweepstakes, facendo guadagnare a lui e a Togo una certa fama locale.

Nel 1925, si verifica un'epidemia di difterite che colpisce soprattutto i bambini. Il sindaco George Maynard progetta di far arrivare il siero da Nenana, ma questo si rivela impossibile a causa delle pessime condizioni meteorologiche. Alla fine, Seppala si convince di prendere Togo e gli altri cani per raccogliere il siero e tornare indietro. Costance si preoccupa perché Togo è troppo vecchio e quindi debole per affrontare un viaggio di per sé impegnativo, in più minacciato da condizioni climatiche sfavorevoli, tra venti gelidi, visibilità limitata e temperature che hanno raggiunto i -50 gradi, ha 12 anni. Ma Seppala insiste per andare. Seppala e la sua squadra di cani attraversano una tempesta e fanno una pausa in un avamposto dove un medico locale di nome Atiqtalik gli dice che Togo è molto stanco. Seppala continua per miglia, e prende una pericolosa scorciatoia attraverso il Norton Sound che era congelato.

Alla fine, Seppala incontra un collega musher, Henry Ivanov, che stava riportando il siero ed è in grado di partire il giorno successivo. Seppala e la sua squadra attraversano di nuovo il Norton Sound dove è costretto a far tirare a Togo un pezzo di ghiaccio sul quale erano rimasti bloccati mentre il Norton Sound iniziava a rompersi. Riuntosi con Atiqtalik, gli dice che Togo sta morendo. Tuttavia, Seppala riporta la sua squadra all'avamposto di Joe Dexter mentre lui, Togo e la squadra si riposano e si riprendono. Il siero viene affidato al compagno musher Gunnar Kaasen che torna a Nome. Un giornalista, confondendolo per essere l'unico musher, annuncia il suo cane Balto come l'eroe che ha salvato Nome, deludendo Costance.

Seppala ritorna a Nome più tardi, dove l'intera città viene a casa sua per celebrare il successo di Togo. Seppala in seguito si arrabbia quando una ragazza guarita di nome Sally deduce che Togo sta morendo. Seppala intende continuare ad addestrare i suoi cani senza Togo (che ha subìto un piccolo infortunio durante la corsa), ma si rifiuta di fermarsi e insegue Seppala che lo accoglie a braccia aperte. Nel corso dei prossimi due anni, Togo genererà dei cuccioli che si dimostreranno famosi a pieno titolo. Togo muore nel 1929 con Seppala che continua ad addestrare i cani.

La scena finale mostra Balto che aveva ricevuto una statua in suo onore, ma Togo è ricordato per aver fatto la corsa più lunga e per essere il vero eroe di Nome.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 ottobre 2015, è stato annunciato che Walt Disney Pictures stava sviluppando un film sulla corsa del siero verso Nome del 1925 incentrato sul cane da slitta Togo e sul suo proprietario Leonhard Seppala. La sceneggiatura doveva essere scritta da Tom Flynn e la produzione doveva essere supervisionata da Jessica Virtue e Louie Provost per la Disney.[3]

Il 16 maggio 2018, è stato annunciato che Ericson Core avrebbe diretto il film, che Kim Zubick sarebbe stato il produttore e che il film avrebbe debuttato su Disney+.[2] Inoltre, è stato ulteriormente annunciato che Willem Dafoe avrebbe recitato nel film nel ruolo di Leonhard Seppala, il proprietario di Togo.[2] Il 10 dicembre 2018, è stato riferito che Thorbjørn Harr si era unito al cast del film.[4]

La maggior parte dei cani presenti in questo film provengono dal canile The Snowy Owl Sled Dog Tours Inc. con sede a Canmore, AB. Hugo e Mackey di Snowy Owl sono stati usati in tutto il film come stuntman per il volto di Togo, Diesel.[5] Diesel, il principale attore cinofilo che interpreta Togo, è un Siberian Husky registrato CKC da Terranova.[6] È un discendente diretto della vita reale di Togo, che risale a 14 generazioni fa.[7]

Gli effetti visivi del film sono stati realizzati da DNEG, Lola VFX, Soho e CoSA VFX.

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate il 21 settembre 2018 e si sono concluse nel febbraio 2019 a Cochrane, Alberta.[8][9]

Accuratezza storica[modifica | modifica wikitesto]

Il film, per la maggior parte, rimane fedele alla storia di Leonhard Seppala e Togo. Due dei momenti più "cinematografici" del film che sono realmente accaduti nella vita reale sono quando Togo fugge dal suo secondo proprietario saltando attraverso una finestra di vetro e Togo mentre utilizza la sua forza per tirare fuori la slitta di Seppala dal Norton Sound.[10] Il film, tuttavia, esclude Sigrid, figlia di Seppala e Constance, che era tra i tanti bambini a rischio di contrarre la difterite. La reazione di Seppala al fatto che Balto ottenga il merito della missione non viene mostrata, sebbene Constance sia piuttosto infastidita dalla notizia. Nella vita reale, Seppala ha espresso apertamente la sua disapprovazione per la confusione del cane eroe. Inoltre, nel film la squadra di cani che trainava la slitta di Seppala era composta da 11 cani, con Togo come unico cane guida. Nella vita reale, c'erano solo 6 cani e Togo era aiutato da un altro cane di nome Fritz. Inoltre, nel film, la squadra di Gunnar Kaasen è composta da soli 10 cani. Nella vita reale, la squadra di Kaasen era composta da 13 cani. Inoltre, Balto assomiglia fortemente a com'era nella vita reale, tranne per il fatto che ha gli occhi blu e non marrone scuro. Nel film Togo vive il resto dei suoi giorni con Seppala mentre nella vita reale, Togo è stato regalato a una compagna musher di nome Elizabeth Ricker nel Maine. Dopo essersi separato dal suo miglior cane, Seppala dichiarò: "È stato triste separarsi in una fredda e grigia mattina di marzo, quando Togo mi sollevò una piccola zampa al ginocchio come se si stesse chiedendo perché non fosse con me. Non ho mai avuto un cane migliore di Togo. La sua resistenza, lealtà e intelligenza non potevano essere paragonate. Togo era il miglior cane che abbia mai viaggiato lungo il sentiero dell'Alaska.[11] Seppala era andato a trovare Togo un paio di volte ed era al suo fianco quando è stato eutanizzato.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il trailer ufficiale è stato rilasciato il 4 dicembre 2019, mentre in italiano è stato rilasciato il 2 marzo 2020.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film inizialmente doveva essere pubblicato il 13 dicembre 2019[12], ma è stato rimandato di una settimana ed è stato pubblicato su Disney+ il 20 dicembre 2019.[13][14] In Italia il film è stato distribuito su Disney+ il 24 marzo 2020, data di uscita della piattaforma in Italia.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato prodotto con un budget di 40 milioni di dollari.[15]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sul sito aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes, il film detiene una valutazione di approvazione del 90% con una valutazione media di 7,34/10, basato su 30 recensioni. Il consenso della critica recita: "Una storia accattivante ed emozionante per diseredati che beneficia notevolmente delle sue stelle (canine e umane), Togo - Una grande amicizia è una storia senza tempo, ben raccontata".[16] Su Metacritic, il film ha una media ponderata di 69 su 100, basata su 8 critiche, indicando "recensioni generalmente favorevoli".[17]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 19 gennaio 2020 – Motion Picture Sound Editors[19]
    • Vinto - Migliori risultati nel montaggio del suono: effetti sonori, rumorista, musica, dialoghi e ADR per la trasmissione di lungometraggi non cinematografici a Odin Benitez, Todd Toon (supervising sound editors); Martyn Zub (sound designer); Christopher Bonis, Luke Gibleon, Jason King, Adam Kopald (sound effects editors); Walter Spencer (foley editor); John C. Stuver (dialogue editor); Dave McMoyler (adr editor); Peter Oso Snell (music editor); Mike Horton, Tim McKeown (foley artists)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Mark Isham Scoring Disney’s ‘Togo’, su Film Music Reporter, 25 giugno 2019. URL consultato il 25 agosto 2020.
  2. ^ a b c (EN) Borys Kit, Willem Dafoe to Star in Disney Adventure Movie 'Togo' (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 12 luglio 2018. URL consultato il 25 marzo 2020.
  3. ^ (EN) Dave McNary, Disney Developing Sled Dog Movie ‘Togo and Seppala’, su Variety, 28 ottobre 2015. URL consultato il 25 marzo 2020.
  4. ^ (EN) Borys Kit, '22 July' Actor Joins Willem Dafoe in Disney Adventure Drama 'Togo' (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 10 dicembre 2018. URL consultato il 25 marzo 2020.
  5. ^ Snowy Owl Sled Dog Tours, su Facebook. URL consultato il 25 marzo 2020.
  6. ^ (EN) Angie Watson, su Facebook. URL consultato il 24 agosto 2020.
  7. ^ (EN) Togo: Ericson Core On Willem Dafoe, Sled Dogs And Crafting A Tearjerker, su theplaylist.net. URL consultato il 24 agosto 2020.
  8. ^ (EN) Skyler Shuler, Exclusive: Production Start Date For Disney's Streaming Service Film 'Togo', su DSNY Newscast, 5 luglio 2018. URL consultato il 25 marzo 2020.
  9. ^ (EN) Eric Volmers, Extras sought for Disney's dog-sled adventure film, Togo, su Calgary Herald, 21 agosto 2018. URL consultato il 25 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 21 settembre 2019).
  10. ^ (EN) Philip Kiefer, The True Story Behind Disney's 'Togo', su Outside Online, 20 dicembre 2019. URL consultato il 27 marzo 2020.
  11. ^ (EN) Disney's Togo vs. the True Story of the 1925 Serum Run to Nome, su History vs. Hollywood. URL consultato il 27 marzo 2020.
  12. ^ (EN) Walt Disney Studios, Check out a first look at Togo, an original film streaming Dec. 13, only on @DisneyPlus.https://twitter.com/people/status/1187364009772761094 …, su @DisneyStudios, in Twitter, 24 ottobre 2019. URL consultato il 27 marzo 2020.
  13. ^ (EN) In one week, witness the untold true story of Togo, an Original Movie, streaming Dec. 20 only on #DisneyPlus, in Facebook, 13 dicembre 2019. URL consultato il 25 marzo 2020.
  14. ^ (EN) Tina Pollock, 5 Things to Look Forward to When Togo Arrives on Disney+!, su Disney News, 19 dicembre 2019. URL consultato il 25 marzo 2020.
  15. ^ (EN) Brooks Barnes, Remember Family Films? Disney Plus Is Making ’Em Like They Used To, in The New York Times, 7 novembre 2019. URL consultato il 27 marzo 2020.
  16. ^ (EN) Togo (2019), in Rotten Tomatoes. URL consultato il 27 marzo 2020.
  17. ^ (EN) Togo, in Metacritic. URL consultato il 27 marzo 2020.
  18. ^ (EN) Greg Evans, WGA TV Nominations: ‘The Crown’, ‘Mindhunter’, ‘Watchmen’ Among Contenders – Complete List, su Deadline, 5 dicembre 2019. URL consultato il 31 marzo 2020 (archiviato il 5 dicembre 2019).
  19. ^ (EN) Dino-Ray Ramos, MPSE Golden Reel Awards: ‘Ford V Ferrari’, ‘1917’, ‘Parasite’, ‘The Mandalorian’ Among Winners, su Deadline, 20 gennaio 2020. URL consultato il 25 novembre 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema