The Americans (serie televisiva 2013)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Americans
The Americans logo.png
Titolo originale The Americans
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2013 – in produzione
Formato serie TV
Genere drammatico, thriller, period drama
Stagioni 4
Episodi 52
Durata 45 min (episodio)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Rapporto 16:9
Risoluzione 720p
Colore colore
Audio Dolby Digital 5.1
Crediti
Ideatore Joe Weisberg
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Casa di produzione Amblin Entertainment, Fox Television Studios, FX Productions
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 30 gennaio 2013
Al in corso
Rete televisiva FX
Prima TV in italiano (pay TV)
Dal 4 novembre 2013
Al in corso
Rete televisiva Fox
(EN)

« All's fair in love and cold war. »

(IT)

« Tutto è lecito in amore e in guerra fredda. »

(Tagline della serie televisiva[1])

The Americans è una serie televisiva statunitense e trasmessa sul canale via cavo FX dal 30 gennaio 2013.

Ideata da Joe Weisberg, la serie segue le vicende di una coppia di agenti del direttorato sovietico operante all'interno degli Stati Uniti negli anni ottanta, durante la guerra fredda. Ha ricevuto una positiva accoglienza da parte della critica, venendo candidata a importanti riconoscimenti tra cui i premi Emmy, i Saturn Award, i Writers Guild of America Award e i Satellite Award.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Washington, 1981. Philip ed Elizabeth Jennings sono due agenti segreti del KGB, membri del direttorato «S» che riunisce le spie russe attive sotto copertura, illegalmente, all'estero. Nati, cresciuti e addestrati nell'Unione Sovietica, quindici anni prima furono mandati in incognito negli Stati Uniti con l'ordine di spacciarsi per una giovane coppia di americani.

Nonostante il loro matrimonio, durante il quale hanno avuto due figli, fosse inizialmente solo una farsa, con il passare del tempo hanno iniziato a maturare reciprocamente dei sentimenti reali che vengono tuttavia messi alla prova sia dagli sviluppi della guerra fredda, con i loro superiori i quali pretendono interventi sempre più rischiosi pur di riuscire ad acquisire il maggior numero d'informazioni sul nemico, sia dal fatto che Philip, dopo tanti anni vissuti oltreoceano, inizia a sentirsi distante dagli ideali del comunismo, al contrario di Elizabeth ancora fervente sostenitrice della causa sovietica.

A complicare ulteriormente la copertura e i rispettivi rapporti c'è inoltre il fatto che i loro figli, Paige e Henry, ignari della vera identità dei genitori, stanno crescendo come due americani e pertanto vicini ai valori di quel capitalismo che invece la coppia è chiamata a combattere, nonché l'arrivo come nuovo vicino di casa di Stan Beeman, agente dell'FBI chiamato a indagare proprio sulle misteriore spie del direttorato «S».

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 13 2013 2013-2014
Seconda stagione 13 2014 2014-2015
Terza stagione 13 2015 2015-2016
Quarta stagione 13 2016 inedita

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Elizabeth Jennings (stagione 1-in corso), interpretata da Keri Russell, doppiata da Francesca Fiorentini.
    È una spia del direttorato sovietico denominato «S», che vive da oltre quindici anni a Washington con il partner Philip. Il suo vero nome di battesimo è Nadežda, che significa «speranza».
  • Philip Jennings (stagione 1-in corso), interpretato da Matthew Rhys, doppiato da Francesco Bulckaen.
    È il partner di Elizabeth, con cui finge di essere sposato spacciandosi per un ordinario cittadino statunitense. Negli anni passati si è adattato allo stile di vita americano più facilmente di Elizabeth, verso la quale prova sentimenti reali. Il suo vero nome è Miša.
  • Stan Beeman (stagione 1-in corso), interpretato da Noah Emmerich, doppiato da Roberto Draghetti.
    È un agente dell'FBI, trasferito alla divisione che si occupa di rintracciare spie nemiche all'interno degli Stati Uniti.
  • Sandra Beeman (stagione 1-in corso), interpretata da Susan Misner, doppiata da Giò Giò Rapattoni.
    È la moglie dell'agente Beeman.
  • Paige Jennings (stagione 1-in corso), interpretata da Holly Taylor, doppiata da Emanuela Ionica.
    È la figlia più grande di Philip ed Elizabeth.
  • Henry Jennings (stagione 1-in corso), interpretato da Keidrich Sellati, doppiato da Gabriele Caprio.
    È il figlio più piccolo di Philip ed Elizabeth.
  • Chris Amador (stagione 1), interpretato da Maximiliano Hernández, doppiato da Gaetano Varcasia.
    È un collega dell'agente Beeman.
  • Nina Sergeevna Krilova (stagioni 2-in corso, ricorrente 1), interpretata da Annet Mahendru, doppiata da Eva Padoan.
    È una dipendente della rezidentura, l'ambasciata sovietica di Washington, che l'agente Beeman prova a usare come doppiogiochista.
  • Martha Hanson (stagioni 2-in corso, ricorrente 1), interpretata da Alison Wright, doppiata da Rachele Paolelli.
    È la segretaria dell'agente Gaad, il capo di Stan, che Philip sfrutta come informatrice fingendosi un supervisore dei servizi governativi americani.
  • Agente Frank Gaad (stagione 3-in corso, ricorrente stagioni 1-2), interpretato da Richard Thomas, doppiato da Francesco Prando.
    È il diretto superiore dell'agente Beeman.
  • Arkady Ivanovich Zotov (stagione 3-in corso, ricorrente stagioni 1-2), interpretato da Lev Gorn, doppiato da Stefano Alessandroni.
    È il nuovo capo della rezidentura di Washington.
  • Oleg Igorevich Burov (stagione 3-in corso, ricorrente stagione 2), interpretato da Costa Ronin, doppiato da Alessandro Rigotti.
    È un ufficiale tecnico-scientifico, che lavora all'ambasciata sovietica.
  • William (stagione 4-in corso), interpretato da Dylan Baker.
    È uno scienziato biochimico militare.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Claudia (stagione 1-in corso), interpretata da Margo Martindale, doppiata da Lorenza Biella.
    È il secondo supervisore di Philip ed Elizabeth.
  • Matthew Beeman (stagione 1-in corso), interpretato da Daniel Flaherty, doppiato da Manuel Meli.
    È il figlio di Stan e Sandra Beeman.
  • Vasili Nikolaevich (stagione 1, 3-4), interpretato da Peter Von Berg.
    È il vecchio capo della rezidentura di Washington.
  • Gregory (stagione 1), interpretato da Derek Luke, doppiato da Gianfranco Miranda.
    È un attivista per i diritti civili, in passato reclutato da Elizabeth per conto del KGB.
  • Kate (stagione 2), interpretata da Wrenn Schmidt.
    È il terzo supervisore di Philip ed Elizabeth.
  • Andrew Larrick (stagione 2), interpretato da Lee Tergesen.
    È un membro della Navy SEAL costretto su ricatto a lavorare per il KGB.
  • Anton Baklanov (stagione 2-in corso), interpretato da Michael Aronov.
    È uno scienziato ebreo russo emigrato negli USA, che lavora su un progetto segreto di tecnologia stealth.
  • Pastore Tim (stagione 2–in corso), interpretato da Kelly AuCoin.
    È il pastore della chiesa frequentata da Paige Jennings.
  • Tatiana Evgenyevna (stagione 3–in corso), interpretata da Vera Cherny.
    È un ufficiale del KGB che lavora alla rezidentura.
  • Gabriel (stagione 3-in corso), interpretato da Frank Langella, doppiato da Pietro Biondi.
    È il primo e attuale supervisore di Philip ed Elizabeth.
  • Igor Pavlovich Burov (stagione 3–in corso), interpretato da Boris Krutonog.
    È il padre di Oleg e ministro del governo sovietico.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Concezione[modifica | modifica wikitesto]

La produzione della serie ebbe inizio nell'ottobre 2011, quando la rete via cavo FX commissionò la scrittura di una sceneggiatura per un potenziale nuovo episodio pilota a Joe Weisberg, che aveva ideato un soggetto che vedeva protagonisti agenti segreti sovietici operanti illegalmente negli Stati Uniti[2]. Due mesi più tardi, il 16 dicembre, la rete diede il via libera alla produzione del pilot[3]; per la regia del quale, nel mese di febbraio 2012, venne ingaggiato Gavin O'Connor[4]. Il 9 agosto 2012, dopo le riprese del pilot, FX diede anche il via libera definitivo alla produzione di una prima stagione di tredici episodi[5].

Joe Weisberg, grande appassionato di spionaggio sin da ragazzo, tra il 1990 e il 1994 alle dipendenze della CIA, prese spunto per la creazione della serie dai risultati conseguiti nel 2010 dall'indagine dell'FBI denominata Operation Ghost Stories, che aveva portato alla scoperta negli Stati Uniti di una rete di spie dormienti russe soprannominata Illegals Program[6]. Weisberg, tuttavia, decise di non collocare la storia nel presente, in quanto ormai la Russia non era più vista come un paese nemico dagli americani, a suo dire rimasti sconvolti e sconcertati dalla scoperta del 2010[6]. L'autore ambientò quindi la trama all'inizio degli anni ottanta, subito dopo l'elezione a Presidente di Ronald Reagan[6].

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Il casting iniziò nel mese di marzo 2012. La prima attrice ad essere scritturata fu Keri Russell, che il 7 marzo 2012 ottenne il ruolo della protagonista Elizabeth Jennings[7]. Il 16 marzo si unì al cast anche Matthew Rhys, per il ruolo di Philip Jennings[8]; mentre quattro giorni dopo fu ingaggiato anche Noah Emmerich, per il ruolo dell'agente dell'FBI Stan Beeman[9]. Successivamente il cast principale si completò con Maximiliano Hernández, interprete dell'agente dell'FBI Chris Amador; Holly Taylor e Keidrich Sellati, interpreti di Paige e Henry Jennings.

L'8 marzo 2013 fu promossa tra i personaggi principali anche Sandra Beeman, interpretata da Susan Misner[10]; mentre il seguente 7 maggio anche Annet Mahendru e Alison Wright, interpreti rispettivamente di Nina e Martha, furono promosse nel cast principale[11].

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

La serie è girata a New York[12]. Le riprese del pilot si svolsero tra la seconda metà di maggio 2012 e l'inizio del mese seguente[13][14]. Dopo qualche settimana di ritardo provocata dall'uragano Sandy[15], il 26 novembre 2012 a Brooklyn iniziarono le riprese del resto degli episodi[16].

Programmazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di dicembre 2012, FX fece sapere che The Americans avrebbe debuttato il 30 gennaio 2013[17]. Il 21 febbraio 2013, dopo la trasmissione di soli quattro episodi, il network annunciò che la serie, visti gli ottimi riscontri di critica e pubblico, era stata rinnovata per una seconda stagione[18]. Anch'essa composta da tredici episodi, è stata trasmessa dal 26 febbraio[19] al 21 maggio 2014. Il 16 aprile 2014 è stato annunciato il rinnovo per una terza stagione[20], in onda dal 29 gennaio 2015. Il 31 marzo 2015 la serie viene rinnovata per una quarta stagione composta anch'essa di 13 episodi. Il 26 maggio 2016 viene rinnovata per una quinta e una sesta e ultima stagione [21].

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

La première dell'episodio pilota il 30 gennaio 2013 su FX fu seguita da 3.200.000 telespettatori; cifra che sale a 4.700.000 comprendendo le successive repliche andate in onda nella stessa serata[22]. Tali dati rappresentano uno dei migliori debutti di sempre su FX, superiore anche a quelli delle serie televisive American Horror Story e Sons of Anarchy, trasmesse dalla stessa rete[22].

Critica[modifica | modifica wikitesto]

La serie fu accolta positivamente dalla critica. Il Chicago Sun-Times, valutandola con tre stelle e mezzo su quattro, la presentò come una nuova e avvincente serie con protagonista una coppia di agenti del KGB che fanno finta di vivere il sogno americano[23]. Per il TIME la trama è molto coinvolgente, offrendo un'interessante storia personale oltre le vicende legate agli intrighi politici dell'epoca[24]. Per il New York Times The Americans, giudicata come un «risultato notevole», è incentrata su una relazione delicata ma complessa, immersa in uno scenario ricco di suspense[25]. Il San Francisco Chronicle elogiò sia le interpretazioni del cast che lo stile narrativo di Joe Weisberg[26]. Variety apprezzò la colonna sonora e definì il soggetto allo stesso tempo affascinante e provocatorio, pur individuando alcune pecche nella narrazione[27]. Il Wall Street Journal la giudicò come un'affascinante storia su una coppia di agenti dormienti[28]; mentre Entertainment Weekly la presentò come un «coinvolgente thriller di spionaggio»[29]. Al termine della prima stagione, intervistato in proposito, lo scrittore Stephen King ha inoltre definito The Americans come la miglior serie TV dell'anno[30].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Parte del cast artistico e tecnico della serie viene premiato nel 2015 con il Peabody Award
  • 2014 – American Film Institute
    • Top 10 Show TV dell'anno[33]
  • 2015 – American Film Institute
    • Top 10 Show TV dell'anno[34]
  • 2015 – TCA Awards
    • Miglior serie drammatica[38]

Trasmissione internazionale[modifica | modifica wikitesto]

In Canada la serie va in onda in contemporanea con gli Stati Uniti, dal 30 gennaio 2013 su FX Canada[40]. Nel Regno Unito è trasmessa dal 1º giugno 2013 su ITV[41]. In Italia viene trasmessa su Fox dal 4 novembre 2013[42].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Taglines for "The Americans", Internet Movie Database. URL consultato il 14 marzo 2013.
  2. ^ (EN) Lesley Goldberg, Lacey Rose, FX Developing Projects From 'Justified' Boss, Anthony Kiedis (Exclusive), in The Hollywood Reporter, 14 ottobre 2011. URL consultato il 13 marzo 2013.
  3. ^ (EN) Nellie Andreeva, FX Greenlights Drama Pilot About 1980s KGB Spies Posing As U.S. Suburbanites, in Deadline, 16 dicembre 2011. URL consultato il 5 gennaio 2013.
  4. ^ (EN) Nellie Andreeva, Gavin O’Connor To Direct FX Cold War Drama Pilot ‘The Americans’, in Deadline, 9 febbraio 2012. URL consultato il 13 marzo 2013.
  5. ^ (EN) Chris Harnick, 'The Americans': FX Orders Cold War Spy Series Starring Keri Russell, in The Huffington Post, 9 agosto 2012. URL consultato il 5 gennaio 2013.
  6. ^ a b c (EN) Olivia B. Waxman, Q&A: The CIA Officer Behind the New Spy Drama The Americans, in TIME, 30 gennaio 2013. URL consultato il 13 marzo 2013.
  7. ^ (EN) Lynette Rice, Keri Russell joins FX spy drama, in Entertainment Weekly, 7 marzo 2012. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  8. ^ (EN) Nellie Andreeva, Matthew Rhys To Star Opposite Keri Russell In FX Pilot ‘The Americans’, in Deadline, 16 marzo 2012. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  9. ^ (EN) Nellie Andreeva, Noah Emmerich Set For ‘The Americans’ Pilot, In Negotiations For ‘Blood Ties’ Movie, in Deadline, 20 marzo 2012. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  10. ^ (EN) Nellie Andreeva, Susan Misner Up To Regular On ‘Americans,’ Mykelti Williamson Joins Fox’s ‘Wild Blue’, in Deadline, 8 marzo 2013. URL consultato il 13 marzo 2013.
  11. ^ (EN) Matt Webb Mitovich, The Americans Promotes Two for Season 2, in TVLine, 7 maggio 2013. URL consultato il 7 maggio 2013.
  12. ^ (EN) Filming locations for "The Americans", Internet Movie Database. URL consultato il 14 marzo 2013.
  13. ^ (EN) Wednesday, May 23: Filming Locations in New York, California, Pennsylvania, & more including Promised Land, The Americans, Don Jon’s Addiction, & Blood Ties, in onlocationvacations.com, 22 maggio 2012. URL consultato il 13 marzo 2013.
  14. ^ (EN) Tuesday, June 5: Filming Locations in New York, Massachusetts, North Carolina & more including Iron Man 3, Labor Day, & Admission, in onlocationvacations.com, 4 giugno 2012. URL consultato il 13 marzo 2013.
  15. ^ (EN) Brent Lang, FX's 'The Americans' Studio Flooded by Hurricane Sandy; Shooting Delayed (Exclusive), in thewrap.com, 7 novembre 2012. URL consultato il 13 marzo 2013.
  16. ^ (EN) Sara Bibel, Production Begins on the New FX series 'The Americans', in TV by the Numbers, 26 novembre 2012. URL consultato il 13 marzo 2013.
  17. ^ (EN) Matt Webb Mitovich, FX Sets Premiere Date for The Americans, Spy Drama Starring Keri Russell and Matthew Rhys, in TVLine, 4 dicembre 2012. URL consultato il 5 gennaio 2013.
  18. ^ (EN) Lynette Rice, FX orders second season of 'The Americans', in Entertainment Weekly, 21 febbraio 2013. URL consultato il 22 febbraio 2013.
  19. ^ (EN) Matt Webb Mitovich, The Americans Spies Season 2 Premiere Date, in TVLine, 26 dicembre 2013. URL consultato il 26 dicembre 2013.
  20. ^ (EN) Andy Swift, FX Renews The Americans For Season 3, in TVLine, 16 aprile 2014. URL consultato il 16 aprile 2014.
  21. ^ The Americans rinnovata per una quinta e sesta stagione, le ultime, su ComingSoon.it. URL consultato il 26 maggio 2016.
  22. ^ a b (EN) Amanda Kondolojy, 'The Americans' Premiere Draws 4.7 Million Total Viewers Wednesday Night, in TV by the Numbers, 31 gennaio 2013. URL consultato il 13 marzo 2013.
  23. ^ (EN) Lori Rackl, Blast from the ’80s past in new FX thriller ‘The Americans’, in Chicago Sun-Times, 21 febbraio 2013. URL consultato il 14 marzo 2013.
  24. ^ (EN) James Poniewozik, TV Tonight: The Americans, in TIME, 30 gennaio 2013. URL consultato il 14 marzo 2013.
  25. ^ (EN) Alessandra Stanley, Fit for the P.T.A. (and the K.G.B.), in The New York Times, 29 gennaio 2013. URL consultato il 14 marzo 2013.
  26. ^ (EN) David Wiegand, 'The Americans' review: Spies are people too, in San Francisco Chronicle, 28 gennaio 2013. URL consultato il 14 marzo 2013.
  27. ^ (EN) Brian Lowry, The Americans, in Variety, 29 gennaio 2013. URL consultato il 14 marzo 2013.
  28. ^ (EN) Dorothy Rabinowitz, The Spies Across the Street, in The Wall Street Journal, 24 gennaio 2013. URL consultato il 14 marzo 2013.
  29. ^ (EN) Rob Brunner, The Americans Review, in Entertainment Weekly, 25 gennaio 2013, p. 113.
  30. ^ Stephen King: "The Americans è la migliore serie tv dell'anno, in tvblog.it, 29 maggio 2013.
  31. ^ (EN) Tim Gray, AFI Names Best Movies and TV Shows of 2013, su variety.com, 9 dicembre 2013.
  32. ^ (EN) Michael Ausiello, Tatiana Maslany, Game of Thrones, Breaking Bad, The Americans, Bunheads, Parks and Rec, Big Bang Among Winners at 2013 TCA Awards, su tvline.com, 3 agosto 2013.
  33. ^ (EN) James Poniewozik, AFI Names Best TV of 2014, From The Americans to Transparent, su time.com, 8 dicembre 2014.
  34. ^ (EN) Here Are the AFI AWARDS 2015 Official Selections, su blog.afi.com, 15 dicembre 2015.
  35. ^ (EN) Erik Pedersen, 'Justified', 'Olive Kitteridge', HBO Lead Critics' Choice TV AwardsNominees; Cat Deeley Set As Host, su deadline.com, 6 maggio 2015.
  36. ^ (EN) Noel Holston, 74th Annual Peabody Award Winners, su peabodyawards.com, 14 aprile 2015.
  37. ^ (EN) Noel Holston, 74th Annual Peabody Award Winners, su peabodyawards.com, 14 aprile 2015.
  38. ^ (EN) Matt Webb Mitovich, TCA Awards: Empire, Transparent, Jane, Americans, Mad Men Lead Nominees, su tvline.com, 4 giugno 2015.
  39. ^ (EN) 2015 NOMINATIONS & RESULTS, su youngartistawards.org.
  40. ^ (EN) Bill Brioux, The Americans debuts on FX Canada Jan. 30, in The Canadian Press, 30 gennaio 2013. URL consultato il 14 marzo 2013.
  41. ^ (EN) Patrick Munn, ITV Sets UK Premiere Date For ‘The Americans’, in TV Wise, 22 maggio 2013. URL consultato il 26 settembre 2013.
  42. ^ Simone Ziggiotto, RomaFictionFest 2013: le serie Fox, in movietele.it, 24 settembre 2013. URL consultato il 26 settembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione