Sucidava

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Coordinate: 43°45′52″N 24°27′33″E / 43.764444°N 24.459167°E43.764444; 24.459167

Sucidava
Ancient city of Sucidava.jpg
Rovine di Sucidava, attuale Romania
Periodo di attività Utilizzato fino al VI secolo
Località moderna Corabia
Unità presenti vexill. legio IV Flavia Felix[1]
vexill. legio V Macedonica[2]
vexill. legio VII Claudia[3]
vexill. legio X Gemina[4]
vexill. legio XIII Gemina[5]
Coh. I Cretum[6]
Coh. III Alpinorum Dardanorum[7]
Cuneus aequitum Dalmatarum[8]
Equites numeri Constantinorum[9]
Provincia romana Dacia
Antica fortezza di Sucidava; mappa delle mura
Antico insediamento di Sucidava

Sucidava (Sykibid per Procopio[10], Σucidava per Pârvan[11]) è un sito archeologico della Dacia, situato a Corabia (Romania) sulla riva settentrionale del Danubio. Vi si possono trovare la prima basilica cristiana della Romania e le basi di un ponte romano che attraversava il Danubio costruito da Costantino I per unire Sucidava ed Oescus (oggi in Bulgaria, in Mesia). C'è anche una fonte sotterranea segreta che scorre sotto le mura cittadine fino a sbucare all'esterno.

Dal punto di vista archeologico, le monete trovate a Sucidava mostrano una serie ininterrotta da Aureliano (270-275) a Teodosio II (408-450). Secondo le prove archeologiche nel 443 o nel 447 la città patì attacchi da parte degli Unni, per poi essere ricostruita sotto Giustino I (518-527) o Giustiniano I (527-565). Attorno al 600, sembra che la guarnigione romana abbia abbandonato la città.[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Antica Roma Portale Antica Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antica Roma