Sonica Bassa Music Fest

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sonica Bassa Music Fest
LuogoSant'Agata Bolognese
Annidal 1996
Dateogni anno a luglio
GenereRock, pop, indie
Sito ufficiale

Il Sonica Bassa Music Fest o più semplicemente Sonica è uno dei più importanti festival musicali in Emilia-Romagna. Si svolge ogni anno nel mese di luglio, a Sant'Agata Bolognese in Provincia di Bologna.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Sonica Bassa Music Fest nasce nel 1996 per volere degli assessorati alle politiche giovanili dell'Unione di Comuni Terred'acqua costituita da Anzola dell'Emilia, Calderara di Reno, Crevalcore, Sala Bolognese, San Giovanni in Persiceto e Sant'Agata Bolognese, in Provincia di Bologna e di alcune associazioni culturali locali, con l'intenzione di dare spazio e opportunità di suonare ai giovani che fanno musica sul territorio. Dalla sua nascita fino all'edizione del 2002 il festival prevedeva un concorso regionale per gruppi emergenti con selezioni che si svolgevano a rotazione sui vari comuni organizzatori e serata finale a Sant'Agata Bolognese, comune che ha sempre mantenuto la direzione artistica. Il premio per il gruppo vincitore del concorso consisteva in una somma in denaro o nella registrazione di una compilation live. Nel 2005 Sonica assume la denominazione di Sonica Bassa Music Fest, per sottolineare lo stretto legame con il territorio, la Bassa padana. L'organizzazione e la promozione passa interamente in capo al comune di Sant'Agata Bolognese, con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Bologna e degli altri Comuni di Terred'acqua. Il festival acquista l'attuale struttura composta da tre serate a Sant'Agata Bolognese in un parco di 25000 m² con ospiti artisti del panorama musicale nazionale e internazionale. Negli anni il festival si è consolidato diventando un appuntamento fisso dell'estate in regione testimoniato dall'elevato numero di spettatori presenti ogni anno.[2] L'evento più importante di tutte le edizioni resta l'esibizione del Grupo Compay Segundo accompagnato dall'Orchestra sinfonica di Ferrara, un'esibizione particolare per la location, la tipologia di pubblico e i consensi ottenuti.[3]

Impegno sociale[modifica | modifica wikitesto]

Il festival è completamente indipendente, vista l'assenza di main sponsor. Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito. I gruppi emergenti hanno l'opportunità di esibirsi in un importante spazio dedicato. Durante il festival vengono organizzati vari workshop con artisti noti e tecnici con cui i gruppi musicali della zona possono confrontarsi musicalmente e non solo. I workshop, infatti, riguardano sia aspetti artistici che organizzativi del mondo dello spettacolo: dalla redazione e controllo dei budget agli uffici stampa, dalla sicurezza alla logistica. Sonica dà spazio a diverse associazioni umanitarie e organizzazione non governative quali Emergency[4], Amnesty International, Greenpeace e Un ponte per…[5]. La manifestazione fin dalla sua nascita ha inoltre sostenuto, dando voce e visibilità, al popolo Sahraui che da anni lotta per l'indipendenza dal Marocco.

Comitato per Sonica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 è nato il Comitato per Sonica, composto da una quarantina di volontari che oltre ad essere il supporto logistico/organizzativo del festival, durante l'anno pianifica iniziative finalizzate alla promozione ed alla realizzazione del festival. Nelle giornate di Sonica il Comitato gestisce uno stand gastronomico i cui proventi vengono interamente destinati alla manifestazione.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Dal 03/07/2012 “SONICA” è un marchio registrato.[6]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1996 Sonica Bassa Music Fest è stato organizzato ogni anno senza nessuna interruzione. Dal 1996 al 1998 il festival prevedeva solo il concorso regionale per gruppi emergenti. Dal 1999 al 2002 al concorso sono stati affiancati degli ospiti. Dal 2003 le band emergenti hanno l'opportunità di suonare all'interno del parco prima degli artisti ospiti famosi.

Anno 1999
Anno 2000
Anno 2001
Anno 2002
Anno 2003
Anno 2004
Anno 2005
Anno 2006[7]
Anno 2007[8]
Anno 2008[9]
Anno 2009[10]
Anno 2010[2]
Anno 2011[11]
Anno 2012[12]
Anno 2013[13]

La manifestazione cambia modulo passando dalle tre serate che avevano contraddistinto le precedenti edizioni a cinque, con più artisti sul palco nelle diverse sere. Per la prima volta il festival ha proposto un concorso online per band emergenti. I finalisti del contest arrivati da tutta Italia hanno avuto la possibilità di esibirsi live a Sonica.

Anno 2014

Per decisione della nuova amministrazione comunale, l'edizione 2014 del festival è annullata.[14]

Edizione del 2012[modifica | modifica wikitesto]

Il festival del 2012 è stato in dubbio fino all'ultimo momento a causa del Terremoto dell'Emilia del 2012, che ha colpito la zona. Alla fine la manifestazione si è svolta regolarmente e ha contribuito a raccogliere fondi per l'Istituzione dei servizi culturali del comune di Crevalcore, per permettere la programmazione della stagione teatrale dopo che il teatro storico ha subito gravi danni a causa dal sisma. Lo slogan dell'edizione 2012 è stato quindi Sonica Bassa Music Fest il festival che costruisce.[12][15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sant'agata tre big in concerto. È la rivincita della provincia, su corrieredibologna.corriere.it.
  2. ^ a b Sonica Festival 2010, su ricerca.repubblica.it.
  3. ^ Apre Sonica con Bandabardò e domani il Grupo Compay Segundo, su archiviostorico.unita.it (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  4. ^ Emergency a Sonica, su emergency.it.
  5. ^ Un ponte per… a Sonica [collegamento interrotto], su unponteper.it.
  6. ^ Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, su uibm.gov.it.
  7. ^ Negrita, Silvestri O' Zulu, Raiss & C. vanno nella Bassa, su ricerca.repubblica.it.
  8. ^ Ex Buena Vista a Sant' Agata, su ricerca.repubblica.it.
  9. ^ Caparezza si scatena nella bassa, su ricerca.repubblica.it.
  10. ^ Sonica Bassa Music Fest 2009, su provincia.bologna.it.
  11. ^ Sonica Festival 2011, su ricerca.repubblica.it.
  12. ^ a b Sonica si accende e aiuta, su ricerca.repubblica.it.
  13. ^ Sonica 2013, su italia-eventi.com.
  14. ^ Sonica 2014, su cartabiancanews.com.
  15. ^ “Sonica 2012” il festival che costruisce, su provincia.bologna.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]