Sabine Bergmann-Pohl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sabine Bergmann-Pohl
Sabine Bergmann-Pohl nel 1990

Sabine Bergmann-Pohl nel 1990


Capo di Stato della Repubblica Democratica Tedesca
(ad interim)
Durata mandato 5 aprile 1990 –
2 ottobre 1990
Primo ministro Lothar de Maizière
Predecessore Manfred Gerlach
Successore carica abolita

Presidente della Volkskammer
Durata mandato 5 aprile 1990 –
2 ottobre 1990
Predecessore Günther Maleuda
Successore carica abolita

Dati generali
Partito politico CDU
Titolo di studio Laurea in Medicina
Alma mater Humboldt-Universität zu Berlin
Professione Direttore medico

Sabine Bergmann-Pohl (Eisenach, 20 aprile 1946) è un medico e politica tedesca.

È stata l'ultima, per ben 6 mesi, Presidente della Volkskammer nel 1990 e, in virtù dello scioglimento del Consiglio di Stato e della conseguente riesumazione delle vecchie disposizioni costituzionali tedesco-orientali, ha supplito alla carica soppressa di Capo di Stato della Repubblica Democratica Tedesca in contemporanea con carica di Presidente della Volkskammer, dal 5 aprile 1990 al 2 ottobre 1990 fino all'unificazione con la Repubblica Federale di Germania.

È membro del CDU. Dopo l'annessione alla RFT è stata ministro nel Governo Kohl II dal 1990 al 1991, e sottosegretario fino al 1998. Nel 2002 si è ritirata dalla vita politica, abbandonando il seggio al Bundestag.

Professione e Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Bergmann-Pohl inizialmente non ammessa agli studi ha quindi completato uno stage di due anni presso l'Istituto di Medicina Legale presso l'Humboldt-Universität zu Berlin. Dopo essersi laureata nel 1964 nel 1966 le fu concesso di iniziare uno studio di medicina, che finì nel 1972 come medico laureato. Dal 1979, è specialista in malattie polmonari. Nel 1980 ha conseguito un dottorato.

Dal 1980 al 1985 è stata Direttore Medico del Dipartimento Clinico di malattie Polmonari e Tubercolosi a Berlino-Friedrichshain.

Dal 1985 al 1990 è stata Direttore Medico presso il Centro Distrettuale di malattie Polmonari e Tubercolosi a Berlino Est.

Dal 1990, Bergmann-Pohl è patrono della Confederazione generale dei disabili in Germania (ABID eV) e dal 2003 al 2012 è stata Presidente della Croce Rossa di Berlino. In riconoscimento dei suoi servizi speciali per la Croce Rossa di Berlino Bergmann-Pohl fu nominata Presidente onorario dell'organizzazione regionale della Croce Rossa tedesca e Croce Rossa di Berlino. Dal 2003 è membro del Comitato Esecutivo e della Federazione sportiva internazionale e dal 2007 è Vicepresidente.

Sabine Bergmann-Pohl è sposata e ha due figli.

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Bundesarchiv Bild 183-1990-0813-302, Sabine Bergmann-Pohl.jpg

Nel 1981 entra a far parte del CDU, ad una delle feste di quartiere della RDT. Nel 1987 diventa membro del Consiglio distrettuale di Berlino.

Incontro della Volkskammer, 2 ottobre 1990

Durante le prime elezioni parlamentari libere in Germania Est del 18 marzo 1990, si trasferì al CDU come deputata della Volkskammer, ed è stata eletta il 5 aprile, come Presidente. A causa dell'adottato nuovo articolo 75 della Costituzione della RDT, lo stesso giorno ha anche esercitato i poteri del precedente Consiglio di Stato diventando il 2 ottobre 1990, l'ultimo Capo di Stato della Repubblica Democratica Tedesca.

Con la riunificazione tedesca il 3 ottobre 1990, è stata membro del Bundestag, fino al 2002. Era l'ultima sulla lista nazionale di Berlino redatta nel Bundestag tedesco (XIV° legislatura, 1998-2002).

Il 3 ottobre 1990 è stata nominata Ministro Federale per gli Affari Speciali nel governo del cancelliere Helmut Kohl. Dopo le prime elezioni del Bundestag nel 1990, ha perso il suo incarico ministeriale ed è stata nominata il 18 gennaio 1991 Sottosegretario di Stato parlamentare presso il Ministero federale della sanità. Dopo le elezioni parlamentari del 1998 si ritirò dal governo federale il 26 ottobre 1998.

Uffici[modifica | modifica wikitesto]

Mandati da Deputato

  • Membro del parlamento della Repubblica Democratica Tedesca (1990)
    • Presidente di sezione della Volkskammer (1990)
  • Membro del Bundestag tedesco (1990-2002)

Uffici governativi

  • Ministro Federale per gli Affari Speciali (1990-1991)
  • Sottosegretario di Stato parlamentare presso il Ministero federale della sanità (1991-1998)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente della Repubblica Democratica Tedesca
(ad interim)
Successore Flag of president of East Germany.svg
Manfred Gerlach
(Presidente del Consiglio di Stato)
5 aprile 1990 - 2 ottobre 1990 carica abolita
Predecessore Presidente della Volkskammer Successore Coat of arms of East Germany.svg
Günther Maleuda 5 aprile 1990 - 2 ottobre 1990 carica abolita
Controllo di autorità VIAF: (EN35256786 · LCCN: (ENn91122122 · GND: (DE118994700