Rollerball (film 2002)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rollerball
Rollberall 2002.jpg
Una scena del film
Titolo originaleRollerball
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2002
Durata98 min
Genereazione, fantascienza
RegiaJohn McTiernan
SoggettoWilliam Harrison
SceneggiaturaLarry Ferguson, John Pogue
ProduttoreJohn McTiernan, Charles Roven, Beau St. Clair
FotografiaSteve Mason
MontaggioRobert K. Lambert, John Wright
Effetti specialiConrad V. Brink Jr.
MusicheJulianne Jordan, Laura Z. Wasserman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Rollerball è un film di fantascienza del 2002, remake dell'omonimo film del 1975. Questa versione aggiornata del film è stata diretta da John McTiernan ed è molto più concentrata sull'azione e meno sulla politica rispetto all'originale. Inoltre a differenza del primo film, la storia prende piede nell'anno 2005, anziché nel 2018. Nel film compaiono vari gruppi autori della colonna sonora tra cui gli Slipknot; il film, pur essendo ambientato principalmente nell'ex Unione Sovietica, è stato interamente girato in Canada. Una volta uscito, il film è stato rimontato e riproposto, ma senza ottenere comunque alcun successo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

2005, ormai gran parte dei poteri governativi sono stati dati alla mafia russa comandata da Alexi Petrovich, che ha inventato un nuovo gioco: il Rollerball, gioco violento e sanguinario dove i giocatori all'interno di un'arena devono effettuare un percorso e lanciare una palla di ferro all'interno di un tubo, mentre la squadra avversaria deve cercare di impedirglielo. Petrovich però, per riuscire ad attirare i maggiori sponsor e incrementare gli ascolti televisivi, trucca gli incontri facendo in modo che un giocatore venga ferito in maniera apparentemente accidentale. Nessuno ormai osa mettersi contro di loro, a parte un affiatato gruppo di ribelli di cui fanno parte Jonathan Cross e Marcus Ridley, due ragazzi a cui piace il Rollerball, ma non la violenza e gli inganni imposti da Alexi.

Dopo l'assalto ad una cittadina, Jonathan incontra una ragazza, Aurora, di cui si innamora subito e scopre che anche lei è una ribelle, così decidono di attaccare in gruppo i mafiosi entrati in città riuscendo ad ucciderli tutti. Sanjay, un vecchio amico di Jonathan, si unisce ad Alexi per cercare informazioni utili da dare ai ribelli, in seguito Marcus e Jonathan divenuti una minaccia, vengono presi di mira dai complici di Alexi, ma la coppia riesce a sopravvivere a tutti i tentativi di uccisione sul campo da gioco. Ora i due sono più che sicuri che è meglio uscire dalla Russia, e dopo aver rubato una motocicletta fuggono verso il confine, ma Alexi e i suoi uomini, arrivati precedentemente in zona, sparano alle gomme facendo cadere i due protagonisti, quindi alzano il ponte levatoio che separa i due stati nella speranza che Johnatan e Marcus si arrendano; ma uno dei due si sacrificherà: Marcus salterà il ponte levatoio con la motocicletta sotto richiesta di Jonathan, ma Alexi ucciderà Marcus con un colpo di fucile. Sorpreso e rattristato, della morte dell'amico, Jonathan accetta la proposta di Alexi di combattere in un Rollerball a Mosca, dove ritrova Aurora, rapita dagli uomini di Alexi.

Iniziato lo scontro, Jonathan si trova inizialmente in difficoltà e viene ferito dagli avversari armati di mazze e coltelli, ma grazie all'aiuto dei compagni di squadra, inizia a sconfiggere gli avversari uno ad uno finché non riesce a prendere possesso della palla di ferro della vittoria e scagliarla contro Alexi. Egli ferito al volto, scappa nel seminterrato dove viene raggiunto da Jonathan che lo uccide fracassandogli la testa con un candelabro. Sanjay gli rivela quindi, che è lui il successore di Alexi e tenta di uccidere Jonathan: quest'ultimo riesce a prendere un fucile e ad ucciderlo, distruggendo la 1° e 2° Repubblica.

Intanto nell'arena il pubblico si è ribellato contro la gang del defunto Alexi: i suoi uomini vengono presi di mira e pestati. La vittoria di Jonathan contro il governo è ormai chiara e adesso potrà finalmente tornare ad essere felice e vivere la sua vita con Aurora.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

  1. BoomP.O.D.
  2. Told You SoDrowning Pool
  3. RideBeautiful Creatures
  4. Millionaire – Rappagariya
  5. I Am HatedSlipknot
  6. Body GoHardknox
  7. Feel So NumbRob Zombie
  8. Keep AwayGodsmack
  9. Insane in the Brain - Sen Dog
  10. Flashpoint - Fear Factory
  11. When I Come Around - Green Day
  12. Crawling in the Dark - Hoobastank
  13. Time To Play - Pillar
  14. Never Gonna Stop - Rob Zombie

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Per questo film l'attrice Rebecca Romijn è stata nominata ai Razzie Awards 2002 come Peggior attrice non protagonista.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]