Rocco Palese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rocco Palese
Rocco Palese daticamera.jpg

Vice Presidente della Regione Puglia
Durata mandato 7 febbraio 1998 –
16 aprile 2000
Presidente Salvatore Distaso
Predecessore Raffaele Fitto
Successore Giovanni Copertino

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XVII
Gruppo
parlamentare
- Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente (Dal 15/06/2017-attualmente)

In precedenza:

- Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente (Da inizio legislatura al 19/11/2015)

- GRUPPO MISTO - componente: Conservatori e Riformisti (Dal 19/11/2015 al 15/06/2017)

Coalizione Coalizione di centro-destra del 2013
Circoscrizione Puglia
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Forza Italia (Dal 2017)
In precedenza:
Cristiani Democratici Uniti (1995-1999)
Forza Italia (1999-2009)
Il Popolo della Libertà (2009-2013)
Forza Italia (2013-2015)
Conservatori e Riformisti (2015-2017)
Titolo di studio Laurea in Medicina e Chirurgia
Professione Dirigente Sanitario

Rocco Palese (Acquarica del Capo, 31 dicembre 1953) è un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1981 presso l'Università degli Studi di Bari, specializzato in Chirurgia Generale e Chirurgia d'urgenza, dal 1990 al 1993 è stato Vicesindaco di Acquarica del Capo e successivamente Consigliere comunale.

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Alle elezioni regionali in Puglia del 1995 viene eletto consigliere (in quota Cristiani Democratici Uniti) nel listino bloccato del candidato presidente Salvatore Distaso.

In consiglio regionale è stato presidente della Commissione Sanità.

A gennaio 1996 è nominato primo segretario regionale del CDU e mantiene l'incarico sino al commissariamento della segreteria regionale del partito, nel 1998.

Nel 1998 è nominato Vicepresidente della giunta regionale guidata da Salvatore Distaso e assessore al Bilancio.

Nel 1999 abbandona il CDU ed aderisce a Forza Italia; l'anno successivo è nominato vice-responsabile del dipartimento economico del partito.

Alle successive elezioni regionali del 2000 è confermato consigliere tra le file di Forza Italia in provincia di Lecce, con 28.540 voti di preferenza che lo rendono il più suffragato in Puglia e in Italia[senza fonte].

Dal 2000 al 2005 è stato assessore al Bilancio e alla Programmazione per la giunta guidata da Raffaele Fitto.

Alle elezioni regionali del 2005 (vinte dal candidato del centro-sinistra Nichi Vendola) viene rieletto consigliere per la terza volta con 28.489 voti di preferenza; successivamente viene anche nominato presidente del gruppo consiliare del Popolo della Libertà.

Candidatura a Presidente della Regione Puglia[modifica | modifica wikitesto]

Grazie al supporto di Raffaele Fitto, viene candidato alla Presidenza della Regione Puglia nelle elezioni regionali del 2010, venendo sostenuto da una coalizione di centro-destra composta da Il Popolo della Libertà, La Puglia Prima di Tutto, Alleanza di Centro, Popolari UDEUR, Pensionati e dalla lista civica I Pugliesi per Rocco Palese. Non riceve tuttavia l'appoggio dell'Unione di Centro, che assieme a Io Sud, si schiera a sostegno della candidata Adriana Poli Bortone.

Alle elezioni ottiene 899.590 voti (42,25%), venendo sconfitto dal presidente uscente Nichi Vendola (48,64%); determinanti sono stati i voti raccolti da Adriana Poli Bortone (pari all'8,71%) che avrebbero garantito la vittoria di Palese.

Accede comunque al consiglio regionale, ove mantiene l'incarico di capogruppo del Popolo della Libertà.

Elezione a deputato[modifica | modifica wikitesto]

Alle elezioni politiche del 2013 è candidato alla Camera dei Deputati, nella circoscrizione Puglia, nelle liste del Popolo della Libertà (in settima posizione), venendo eletto deputato della XVII Legislatura.

Il 16 novembre 2013, con la sospensione delle attività del Popolo della Libertà, aderisce a Forza Italia[1][2].

Nel 2015 abbandona Forza Italia ed aderisce a Conservatori e Riformisti di Raffaele Fitto.

Il 19 novembre 2015, assieme agli altri deputati di CoR passa al gruppo misto, aderendo alla componente "Conservatori e Riformisti", in quell'occasione viene nominato vicepresidente del gruppo misto.

Il 15 giugno 2017 abbandona Conservatori e Riformisti e torna in Forza Italia.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vice Presidente della Regione Puglia Successore Coat of Arms of Apulia.svg
Raffaele Fitto 7 febbraio 1998 - 16 aprile 2000 Giovanni Copertino