Azienda sanitaria locale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ex centro direzionale dell'ASL 11 di Empoli.

L'azienda sanitaria locale (ASL) è un ente pubblico della pubblica amministrazione italiana, deputato all'erogazione di servizi sanitari.

Assolve ai compiti del Servizio Sanitario Nazionale in un determinato ambito territoriale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I servizi sanitari erano originariamente gestiti delle casse mutualistiche (risalente all'istituzione dell'INAM nel 1943 e recepito dalla Repubblica Italiana nel 1947) che avevano evidenti disparità di trattamento tra lavoratori e disoccupati o sottoccupati. Con l'istituzione del Servizio sanitario nazionale attraverso la legge 23 dicembre 1978, n. 833 i servizi sanitari, divenivano totalmente a carico statale e si erogavano in tutto il territorio nazionale in ottemperanza di quanto già predisposto dall'articolo 32 della Costituzione della Repubblica Italiana, ed erano di competenza delle "Unità Sanitarie Locali" (U.S.L.) istituite dalla stessa legge del 1978.

Successivamente col d.lgs. 30 dicembre 1992, n. 502 le U.S.L. vennero trasformate in A.S.L. (aziende sanitarie locali), dotate di autonomia e svincolate da un'organizzazione centrale a livello nazionale, poiché dipendenti dalle regioni italiane.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Le ASL fanno parte del servizio sanitario nazionale; sono aziende con personalità giuridica pubblica, dotate di autonomia organizzativa, gestionale, tecnica, amministrativa, patrimoniale e contabile nonché centri di imputazione di autonomia imprenditoriale; infatti secondo l'art. 3 del d.lgs 30 dicembre 1992, n. 502:

« in funzione del perseguimento dei loro fini istituzionali, le Unità Sanitarie Locali si costituiscono in Aziende con personalità giuridica pubblica e autonomia imprenditoriale[1] »

Secondo il tenore letterale della norma esse avrebbero natura di enti pubblici economici; tuttavia dall'inizio del 1993 secondo la prevalente giurisprudenza l'A.S.L. è un organo di competenza delle regioni, che possiede una propria soggettività giuridica con un'autonomia che ha in seguito assunto anche carattere imprenditoriale.[2]

Il personale in servizio presso i dipartimenti di prevenzione delle ASL, come medici dirigenti, medici veterinari dirigenti e tecnici della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di vita e di lavoro che esplica funzioni di ispezione e vigilanza, svolge attività di polizia amministrativa e, se delegati dalle autorità competenti, di polizia giudiziaria.

Denominazione[modifica | modifica wikitesto]

Ciascuna regione indica una propria denominazione. In Abruzzo, Campania, Lazio, Liguria, Piemonte, Puglia e Sardegna sono denominate azienda sanitaria locale.

Hanno diverse denominazioni nelle seguenti altre regioni:

  • in Valle d'Aosta Azienda USL della Valle d'Aosta (AUSL VDA),
  • in Lombardia Azienda socio sanitaria territoriale (ASST),
  • in Trentino Azienda provinciale per i servizi sanitari (APSS),
  • in Alto Adige Azienda sanitaria dell'Alto Adige (ASDAA),
  • in Veneto Unità locale socio sanitaria (ULSS),
  • in Friuli-Venezia Giulia Azienda per l'assistenza sanitaria (ASS),
  • in Emilia-Romagna, in Toscana ed in Umbria Azienda unità sanitaria locale (AUSL),
  • nelle Marche Azienda sanitaria unica regionale (ASUR),
  • nel Molise Azienda sanitaria regionale del Molise (ASREM) e
  • in Basilicata, in Calabria e in Sicilia Azienda sanitaria provinciale (ASP).

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Ciascuna ASL è organizzata nelle seguenti 3 strutture tecnico-funzionali complesse:[3]

Le aziende ospedaliere possono essere o meno autonome dall'azienda sanitaria locale.

Organi[modifica | modifica wikitesto]

Sono organi dell'ASL:

Personale[modifica | modifica wikitesto]

Lo stato giuridico del personale è disciplinato dal D.P.R. 20 dicembre 1979, n. 761; secondo tale norma il personale è reclutato mediante concorso pubblico bandito e gestito dalla regione di competenza. È prevista l'assunzione per chiamata diretta, ma solo in particolari casi e per mansioni che richiedano elementare preparazione.

Esso è distinto in ruoli nominativi, gestiti dalla regione di pertinenza e suddiviso in:

  • Ruolo sanitario;
  • Ruolo professionale;
  • Ruolo tecnico;
  • Ruolo amministrativo.

Dipartimenti[modifica | modifica wikitesto]

Le aziende sanitarie locali e ospedaliere si articolano in dipartimenti. Secondo l'art. 17-bis, comma 1, del d.lgs. 530 dicembre 1992, n. 502, "l'organizzazione dipartimentale è il modello ordinario di gestione operativa di tutte le attività" delle medesime.

Secondo il comma 2 del medesimo articolo, il direttore di dipartimento, preposto allo stesso, è nominato dal direttore generale dell'azienda sanitaria fra i direttori delle strutture complesse aggregate nel dipartimento e continua a svolgere anche le funzioni di direzione della struttura alla quale è preposto. La preposizione al dipartimento – che può essere ospedaliero, territoriale o di prevenzione – comporta l'attribuzione sia di responsabilità professionali in materia clinico-organizzativa e della prevenzione, sia di responsabilità di tipo gestionale in ordine alla razionale e corretta programmazione e gestione delle risorse assegnate per la realizzazione degli obiettivi attribuiti. A tal fine, il direttore di dipartimento predispone annualmente il piano delle attività e dell'utilizzazione delle risorse disponibili, negoziato con la direzione generale nell'ambito della programmazione aziendale.

Il direttore di dipartimento è membro di diritto del collegio di direzione dell'azienda sanitaria (art. 17, co. 2, d.lgs. 502/1992). È affiancato da un comitato di dipartimento, la disciplina della cui composizione e delle funzioni, compresa la partecipazione all'individuazione del direttore di dipartimento, è demandata alla legge regionale (17-bis, co. 3, d.lgs. 502/1992).

Assetto territoriale[modifica | modifica wikitesto]

Le ASL sono organizzate in distretti sanitari di base, dipartimenti e presidi ospedalieri. In particolare una ASL può comprendere:

  • Presidio ospedaliero
  • Distretto sanitario
  • Consultorio
  • Dipartimento di prevenzione
  • Servizio di continuità assistenziale
  • Servizio per le dipendenze patologiche
  • Visite ed esami specialistici
  • Assistenza a casa e in residenze socio sanitarie
  • Servizi per la salute mentale
  • Servizi prenotazione prestazioni (CUP)
  • Medico di famiglia
  • Pediatra di libera scelta

Distribuzione sul territorio[modifica | modifica wikitesto]

Abruzzo[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario dell'Abruzzo.
  • Azienda Sanitaria Locale Avezzano-Sulmona-L'Aquila
  • Azienda Sanitaria Locale Lanciano-Vasto-Chieti
  • Azienda Sanitaria Locale Pescara
  • Azienda Sanitaria Locale Teramo

Basilicata[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario della Basilicata.

In vigore dal 1º gennaio 2009

  • Azienda Sanitaria Provinciale Matera
  • Azienda Sanitaria Provinciale Potenza

Calabria[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario della Calabria.

In vigore dal 1º gennaio 2012

  • Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza
  • Azienda Sanitaria Provinciale di Crotone
  • Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro
  • Azienda Sanitaria Provinciale di Vibo Valentia
  • Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria

Campania[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario della Campania.
  • Azienda Sanitaria Locale Avellino (ex ASL AV 1 e AV 2)[4]
  • Azienda Sanitaria Locale Benevento
  • Azienda Sanitaria Locale Caserta (ex ASL CE 1 e CE 2)[4]
  • Azienda Sanitaria Locale Napoli 1 Centro
  • Azienda Sanitaria Locale Napoli 2 Nord [5] (ex ASL NA 2 e NA 3)[4]
  • Azienda Sanitaria Locale Napoli 3 Sud[6] (ex ASL NA 4 e NA 5)[4]
  • Azienda Sanitaria Locale Salerno (ex ASL SA 1, SA 2 e SA 3)[4]

Emilia-Romagna[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario dell'Emilia-Romagna.

In vigore dal 1º gennaio 2014

  • Azienda Unità Sanitaria Locale Bologna
  • Azienda Unità Sanitaria Locale Ferrara
  • Azienda Unità Sanitaria Locale Imola[7]
  • Azienda Unità Sanitaria Locale Modena
  • Azienda Unità Sanitaria Locale Parma
  • Azienda Unità Sanitaria Locale Piacenza
  • Azienda Unità Sanitaria Locale Reggio Emilia
  • Azienda Unità Sanitaria Locale della Romagna (sostituisce le Aziende USL di Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini[8])

Friuli-Venezia Giulia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario del Friuli-Venezia Giulia.

Lazio[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario del Lazio.
  • Azienda Sanitaria Locale Frosinone
  • Azienda Sanitaria Locale Latina
  • Azienda Unità Sanitaria Locale Rieti
  • Azienda Sanitaria Locale Roma A
  • Azienda Sanitaria Unità Sanitaria Locale Roma B
  • Azienda Sanitaria Unità Sanitaria Locale Roma C
  • Azienda Sanitaria Unità Sanitaria Locale Roma D
  • Azienda Sanitaria Unità Sanitaria Locale Roma E
  • Azienda Sanitaria Unità Sanitaria Locale Roma F[14]
  • Azienda Sanitaria Locale Roma G[15]
  • Azienda Sanitaria Locale Roma H[16]
  • Azienda Sanitaria Locale Viterbo

Liguria[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario della Liguria.
  • Azienda Sanitaria Locale 1 Imperiese (ASL 1 IMPERIESE)
  • Azienda Sanitaria Locale 2 Savonese (ASL 2 SAVONESE)
  • Azienda Sanitaria Locale 3 Genovese (ASL 3 GENOVESE)
  • Azienda Sanitaria Locale 4 Chiavarese (ASL 4 CHIAVARESE)
  • Azienda Sanitaria Locale 5 Spezzino (ASL 5 SPEZZINO)

Lombardia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario della Lombardia.

In vigore dal 1º gennaio 2016

  • Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Provincia di Bergamo
  • Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Provincia di Brescia
  • Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Provincia di Como
  • Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Provincia di Cremona
  • Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Provincia di Lecco
  • Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Provincia di Lodi
  • Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Provincia di Mantova
  • Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Milano
  • Azienda Socio Sanitaria Territoriale Milano 1[17]
  • Azienda Socio Sanitaria Territoriale Milano 2[18]
  • Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Provincia di Monza e Brianza
  • Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Provincia di Pavia
  • Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Provincia di Sondrio
  • Azienda Socio Sanitaria Territoriale della Provincia di Varese
  • Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Vallecamonica-Sebino[19]

Marche[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario delle Marche.
  • Azienda Sanitaria Unica Regionale

divisa in...

    • Area Vasta 1 (Sede a Fano)
    • Area Vasta 2 (Sede a Fabriano)
    • Area Vasta 3 (Sede a Macerata)
    • Area Vasta 4 (Sede a Fermo)
    • Area Vasta 5 (Sede a Ascoli Piceno)

Molise[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario del Molise.
  • Azienda Sanitaria Regionale del Molise

Piemonte[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario del Piemonte.
  • Azienda Sanitaria Locale Alessandria
  • Azienda Sanitaria Locale Asti
  • Azienda Sanitaria Locale Biella
  • Azienda Sanitaria Locale Cuneo 1
  • Azienda Sanitaria Locale Cuneo 2[20]
  • Azienda Sanitaria Locale Novara
  • Azienda Sanitaria Locale Torino 1
  • Azienda Sanitaria Locale Torino 2
  • Azienda Sanitaria Locale Torino 3[21]
  • Azienda Sanitaria Locale Torino 4[22]
  • Azienda Sanitaria Locale Torino 5[23]
  • Azienda Sanitaria Locale Verbano-Cusio-Ossola
  • Azienda Sanitaria Locale Vercelli

Puglia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario della Puglia.
  • Azienda Sanitaria Locale Bari
  • Azienda Sanitaria Locale Barletta-Andria-Trani
  • Azienda Sanitaria Locale Brindisi
  • Azienda Sanitaria Locale Foggia
  • Azienda Sanitaria Locale Lecce
  • Azienda Sanitaria Locale Taranto

Sardegna[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario della Sardegna.

A partire dal 1 Gennaio 2017 verrà istituita l'Azienda per la Tutela della Salute (A.S.T.) che sopprimerà le otto aziende sanitarie.

  • Azienda Sanitaria Locale 1 Sassari www.aslsassari.it
  • Azienda Sanitaria Locale 2 Olbia www.aslolbia.it
  • Azienda Sanitaria Locale 3 Nuoro www.aslnuoro.it
  • Azienda Sanitaria Locale 4 Lanusei www.asllanusei.it
  • Azienda Sanitaria Locale 5 Oristano www.asloristano.it
  • Azienda Sanitaria Locale 6 Sanluri www.aslsanluri.it
  • Azienda Sanitaria Locale 7 Carbonia www.aslcarbonia.it
  • Azienda Sanitaria Locale 8 Cagliari www.aslcagliari.it

Sicilia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario della Sicilia.

In vigore dal 1º settembre 2009

  • Azienda Sanitaria Provinciale 1 - Agrigento
  • Azienda Sanitaria Provinciale 2 - Caltanissetta
  • Azienda Sanitaria Provinciale 3 - Catania
  • Azienda Sanitaria Provinciale 4 - Enna
  • Azienda Sanitaria Provinciale 5 - Messina
  • Azienda Sanitaria Provinciale 6 - Palermo
  • Azienda Sanitaria Provinciale 7 - Ragusa
  • Azienda Sanitaria Provinciale 8 - Siracusa
  • Azienda Sanitaria Provinciale 9 - Trapani [24]

Trentino-Alto Adige[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario del Trentino-Alto Adige.
  • Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, nella Provincia autonoma di Trento
  • Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, nella Provincia autonoma di Bolzano

Toscana[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario della Toscana.

In vigore dal 1º gennaio 2016

  • Azienda Unità Sanitaria Locale Toscana Nord-ovest (fino al 31 dicembre 2015 ASL 1 di Massa-Carrara, 2 di Lucca, 5 di Pisa, 6 di Livorno, 12 di Viareggio)
  • Azienda Unità Sanitaria Locale Toscana Centro (fino al 31 dicembre 2015 ASL 3 di Pistoia, 4 di Prato, 10 di Firenze, 11 di Empoli)
  • Azienda Unità Sanitaria Locale Toscana Sud-est (fino al 31 dicembre 2015 ASL 7 di Siena, 8 di Arezzo, 9 di Grosseto)

Umbria[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario dell'Umbria.

In vigore dal 1º gennaio 2013

  • Azienda Unità Sanitaria Locale Umbria n.1
  • Azienda Unità Sanitaria Locale Umbria n.2

Valle d'Aosta[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario della Valle d'Aosta.
  • Azienda USL della Valle d'Aosta

Veneto[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Servizio sanitario del Veneto.
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 1 Belluno
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 2 Feltre[25]
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 3 Bassano del Grappa[26]
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 4 Alto Vicentino[27]
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 5 Ovest Vicentino[28]
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 6 Vicenza
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 7 Pieve di Soligo
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 8 Asolo
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 9 Treviso
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 10 Veneto Orientale[29]
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 12 Veneziana
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 13 Mirano
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 14 Chioggia
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 15 Alta Padovana[30]
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 16 Padova
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 17 Este
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 18 Rovigo
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 19 Adria
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 20 Verona
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 21 Legnago
  • Unità Locale Socio Sanitaria numero 22 Bussolengo

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comma 1 bis introdotto dal d.lgs. 19 giugno 1999 n. 229
  2. ^ Sentenza TAR Toscana sentenza 17 settembre 2003 n. 5101
  3. ^ Ai sensi del d.lgs n. 502/1992 e s.m.i.
  4. ^ a b c d e ASL Campania
  5. ^ sede in Pozzuoli (Napoli)
  6. ^ sede in Castellamare di Stabia (Napoli)
  7. ^ sede in Imola (Bologna)
  8. ^ Nasce l'Azienda unità sanitaria locale della Romagna, saluter.it.
  9. ^ nasce dall'accorpamento delle Aziende per i servizi sanitari n. 1 “Triestina” e l'Azienda Ospedaliero - Universitaria "Ospedali Riuniti"
  10. ^ nasce dall'accorpamento delle Aziende per i servizi sanitari n. 4 “Friuli Centrale” e l'Azienda Ospedaliero - Universitaria "Santa Maria della Misericordia"
  11. ^ nasce dall'accorpamento delle Aziende per i servizi sanitari n. 2 “Isontina” e n. 5 “Bassa Friulana”
  12. ^ nasce dall'accorpamento delle Aziende per i servizi sanitari n. 3 “Alto Friuli” e di parte dell'Azienda per i servizi sanitari n. 4 “Medio Friuli”
  13. ^ nasce dall'accorpamento dell'Azienda per i servizi sanitari n. 6 “Friuli Occidentale” e dell'Azienda ospedaliera “Santa Maria degli Angeli” di Pordenone
  14. ^ sede in Civitavecchia (Roma)
  15. ^ sede in Tivoli (Roma)
  16. ^ sede in Albano Laziale (Roma)
  17. ^ sede in Legnano (Milano)
  18. ^ sede in Melegnano (Milano)
  19. ^ sede in Breno (Brescia)
  20. ^ sede in Alba (Cuneo)
  21. ^ sede in Collegno (Torino)
  22. ^ sede in Chivasso (Torino)
  23. ^ sede in Chieri (Torino)
  24. ^ ASP Sicilia
  25. ^ sede in Feltre (Belluno)
  26. ^ sede in Bassano del Grappa (Vicenza)
  27. ^ sede in Thiene (Vicenza)
  28. ^ sede in Arzignano (Vicenza)
  29. ^ sede in San Donà di Piave (Venezia)
  30. ^ sede in Cittadella (Padova)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]