Regione delle Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud
regione
ደቡብ ብሔሮች ብሔረሰቦችና ሕዝቦች ክልል
Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud – Stemma Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud – Bandiera
Localizzazione
StatoEtiopia Etiopia
Amministrazione
CapoluogoAwassa
Territorio
Coordinate
del capoluogo
7°03′01″N 38°29′43″E / 7.050278°N 38.495278°E7.050278; 38.495278 (Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud)Coordinate: 7°03′01″N 38°29′43″E / 7.050278°N 38.495278°E7.050278; 38.495278 (Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud)
Superficie112 343 km²
Abitanti14 901 990 (stima 2005)
Densità132,65 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+3
ISO 3166-2ET-SN
Cartografia
Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud – Localizzazione
Sito istituzionale

La regione delle Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud è una regione (kililoch) dell'Etiopia sud-occidentale abitata da oltre 45 gruppi etnici.

Confina a nord-ovest con la regione di Gambela, a nord, ovest e sud-est con la regione di Oromia, e a est con la regione di Sidama. A sud ha un confine internazionale con il Kenya e a ovest con il Sudan del Sud.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

La regione è prevalentemente montuosa; tra i rilievi più alti, il monte Gughe alto 4200 m.[1]

Nell'area centro-meridionale scorre il fiume Omo, che scorrendo verso sud sfocia nel lago Turkana, il cui margine settentrionale bagna la regione segnandone parte del confine con il Kenya.

Nell'area occidentale scorre il fiume Akobo.

Al confine orientale con la regione di Oromia è situato il lago Abaya.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Aree naturali[modifica | modifica wikitesto]

Parco nazionale di Mago - 2016

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Da una stima redatta dalla Central Statistical Agency of Ethiopia (CSA) e pubblicata nel 2005 la popolazione risulta essere costituita da 14 901 990 abitanti. Al censimento del 1994 il 93,2% della popolazione abitava in zone rurali. Il centro, l'est e il nord risultano essere le aree più densamente popolate.

Rito di iniziazione della tribù Hamar

Religioni[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono riportate le religioni professate nella regione, secondo i dati raccolti nel censimento del 2007:[3]

% nel 2007
Protestanti 55,5%
Cristiano ortodossi 19,86%
Musulmani 14,12%
Religioni tradizionali 6,6%
Cattolici 2,4%
Altro 1,5%

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

La foce del fiume Omo nel lago Turkana nel sud della regione

I gruppi etnici che popolano la regione sono:

  • Aari
  • Alaba
  • Arbore
  • Basketo
  • Bench
  • Bodi
  • Burji
  • Chara
  • Daasanach
  • Dime
  • Dirashe
  • Dizi
  • Dorze
  • Gamo
  • Gawada
  • Ghedeo
  • Goffa
  • Guraghe
  • Hadiya
  • Hamer
  • Kachama
  • Kambaata
  • Karo
  • Kafficho
  • Kichepo
  • Konso
  • Konta
  • Kwegu
  • Libido
  • Maale
  • Me'en
  • Mello
  • Mursi
  • Nyangatom
  • Oyda
  • Sheko
  • Sidama
  • Silte
  • Surma
  • Tsamai
  • Welayta
  • Yếm
  • Zayse
  • Zergula
Famiglia davanti al tradizionale Tucul nella zona di Kembata Timbaro

Lingue[modifica | modifica wikitesto]

Il censimento del 2007 ha riportato che le lingue prevalentemente parlate sono il Sidama (19,59%), lo Welayta (10,48%), l'Hadiya (8%), il Gurage (7,13%), il Gamo (6,9%), il Kafa (5,36%) e l'Amarico (4,10%). Altre lingue parlate nella Regione sono il Kambaata, il Mello, il Goffa, il Gedeo e il Dima; a causa dell'elevato numero di lingue parlate nella regione, l'Amarico si è affermata come lingua franca. [3]

Nonostante la diffusione dell'Aramaico, la maggior parte degli alunni sostiene i primi otto anni di istruzione primaria nella propria lingua madre, mentre tutta l'istruzione secondaria e superiore si svolge in lingua inglese. [4]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

La regione è stata istituita nel 1995. Ha incorporato l'ex provincia di Gamo Gofa e parte del territorio delle ex province di Sidamo, Caffa e Ilubabor.

Il referendum del 2019 ha sancito, con oltre il 98% dei voti favorevoli, la creazione di una nuova regione, la Regione di Sidama,[5] che si è separata dalla regione delle Regione delle Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud, e che è stata effettivamente creata nel giugno 2020.[6] In conseguenza del risultato del referendum, è stato deciso che Auasa, che territorialmente ricade nella regione di Sidama, avrebbe continuato a essere anche sede transitoria del governo regionale delle Regione delle Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud, per almeno altre due elezioni.

Suddivisioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

La regione è divisa nelle seguenti 17 zone amministrative, e sei woreda speciali:[7]

Di seguito sono indicati i woreda speciali:

  • Alle
  • Basketo
  • Burji
  • Derashe
  • Konta
  • Yem

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Nella regione è stata costruita, tra tante polemiche, la Diga Gilgel Gibe III, che alimenta la più grande centrale idroelettrica d'Africa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Geographic Statistics, su africaalmanac.com. URL consultato il 2 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2011).
  2. ^ Mago National Park, in World Database of Protected Areas. URL consultato il 27 giugno 2013.
  3. ^ a b Agenzia centrale di statistica: The 2007 Population and Housing Census of Ethiopia: Statistical Report for Southern Nations, Nationalities and Peoples’ Region; Part I: Population Size and Characteristics. July 2010.
  4. ^ Kathleen Heugh: Margins, Diversity and Achievement: System-Wide Data and Implementation of Multilingual Education in Ethiopia. . In: Durk Gorter, Victoria Zenotz, Jasone Cenoz (eds.): Minority Languages and Multilingual Education: Bridging the Local and the Global. Springer 2013, ISBN 978-94-007-7317-2.
  5. ^ Referendum di novembre 2019
  6. ^ La nuova regione di Sidama
  7. ^ [1] Ethiopia - Subnational Administrative Boundaries dal sito Humanitarian Data Exchange: dati al 28/10/2020

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Africa Orientale Portale Africa Orientale: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Africa Orientale