Rancilio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rancilio Group S.p.A.
Stato Italia Italia
Forma societaria Società per azioni
Fondazione 1927 a Parabiago
Fondata da Roberto Rancilio
Sede principale Villastanza-Villapia
(frazioni di Parabiago)
Persone chiave Giorgio Rancilio
Settore Industria metalmeccanica
Prodotti Macchine per caffè per bar e da casa, altri elettrodomestici e macchinari legati al caffè
Slogan «Coffeeing the World»
Sito web www.ranciliogroup.com


Esempio di ADV dedicata alla Rancilio Z8

La Rancilio Group S.p.A è un'industria metalmeccanica italiana, di proprietà del Gruppo Ali, attiva nella produzione di macchine da caffè.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Roberto Rancilio, nato a Parabiago il 23 aprile 1896, fonda le "Officine Meccaniche Roberto Rancilio" nel marzo del 1926, nell'attuale via Giulini, e produce la propria prima macchina per caffè costruita in acciaio, rame e bronzo, denominata "La Regina".

Durante la seconda guerra mondiale, l'azienda si espande, inizia a vendere le proprie macchine per caffè da bar a livello nazionale e negli anni del boom economico riesce ad esportare anche all'estero i propri prodotti.

Negli anni 1970 l'azienda che inizia a produrre le cosiddette macchine ad erogazione. Nel 1965 Rancilio presenta la macchina da bar Z8 disegnata da Marco Zanuso, un modello in cui il pescaggio dell'acqua grazie alla leva è stato sostituito da una pompa che spinge l'acqua dalla rete idrica negli scambiatori della caldaia fino al gruppo di erogazione. Qualche anno dopo, nel 1974, verrà prodotta l'evoluzione della Z8, la Z9.

Nel 1972 la sede si trasferisce nello stabile di viale della Repubblica, tra le frazioni Villastanza e Villapia. E ancora nel 1975 la Rancilio ottiene il brevetto per la macchina per caffè espresso a dosatura e controllo elettronico.

Nel 1981 nasce la linea macchine per caffè da casa, il cui prodotto principale è rappresentato dalla Rancilio Silvia, viene ampliato lo stabilimento di Villastanza di Parabiago e si incrementano le esportazioni all'estero.

Nel 1999 Rancilio fonda di una branch-company a Chicago; quindi una successiva filiale spagnola a Barcellona (2003) e un'altra a Hong Kong. Infine nel 2008 Rancilio acquisisce la società Egro Coffee Systems Inc., specializzata nella lavorazione di metalli e nel 2013 entra a far parte del Gruppo Ali[1].

Dal 2016 Giorgio Rancilio, nipote di Roberto Rancilio, ricopre il ruolo di amministratore delegato dell'azienda.

Officina Rancilio[modifica | modifica wikitesto]

Officina Rancilio 1926[2] è il museo di proprietà della famiglia Rancilio che ad oggi comprende:

  • 60 macchine storiche prodotte da Rancilio dal 1927 al 1980.
  • 20 macinini vintage.
  • un archivio storico di immagini e documenti che raccontano la storia della famiglia e dell'azienda, l'evoluzione della pubblicità di Rancilio, le immagini storiche delle macchine per caffè, le fotografie degli eventi sportivi organizzati e sponsorizzati da Rancilio.

La sede espositiva, di circa 150 mq, è situata nel centro di Parabiago, in Via Galeazzi 18-22, in una parte della ricostruzione immobiliare dell’area dell'originale Officina Rancilio e di cui ne conserva tuttora il nome.

Rancilio e lo sport[modifica | modifica wikitesto]

Dai primi anni 1950, Roberto Rancilio inizia a sponsorizzare manifestazioni ciclistiche e nei tre decenni successivi l'azienda diventa uno degli sponsor delle maggiori gare ciclistiche italiane.

Il 14 marzo del 1976, per volontà di alcuni dipendenti della ditta, viene fondato il Gruppo Sportivo Rancilio che avrebbe poi partecipato alle manifestazioni del Campionato Regionale Lombardo cicloturistico.

Oggi la Rancilio partecipa a molte manifestazioni sportive e associa la propria immagine allo scialpinista Kristian Ghedina.

Riconoscimenti e premi[modifica | modifica wikitesto]

  • RED DOT AWARD[3] 2015 PER CLASSE 11 USB XCELSIUS
  • MEDAGLIA D’ORO 2014 PER CLASSE 11 USB XCELSIUS
  • MEDAGLIA D’ARGENTO 2012 PER CLASSE 9 USB XCELSIUS

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aligroup - foodservice equipment industry - Gruppo Ali, su www.aligroup.it. URL consultato l'08 giugno 2017.
  2. ^ Officina Rancilio, su www.officinarancilio1926.com. URL consultato il 05 giugno 2017.
  3. ^ (IT) Rancilio Classe 11 USB Xcelsius vince il Red Dot Award 2015, su Dolcitalia. URL consultato il 29 maggio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]