Fratelli Rossetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°33′02.53″N 8°57′10.49″E / 45.550704°N 8.952913°E45.550704; 8.952913

Calzaturificio Fratelli Rossetti S.p.A.
Stato Italia Italia
Forma societaria Società per azioni
Fondazione 1953 a Parabiago
Fondata da Renzo Rossetti
Sede principale Parabiago
Settore abbigliamento
Prodotti calzature di lusso
Sito web

La Fratelli Rossetti è un'azienda calzaturiera italiana, che produce scarpe di lusso da uomo e da donna; attiva dal 1953 ha sede a Parabiago.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1945 Renzo Rossetti apre la sua attività di calzolaio a Parabiago. Renzo all'epoca produceva artigianalmente calzature sportive, in vendita presso il negozio "Brigatti" di Milano. Negli anni successivi produce calzature per i ciclisti della Atala Sport di Padova, fino a quando all'inizio degli anni cinquanta nasce l'azienda Fratelli Rossetti S.p.A. e convertono la loro produzione in scarpe classiche; dal 1954 al 1957 fissano il loro obiettivo sulle ballerine da donna e scarpe semplici da uomo.

Negli anni sessanta la Fratelli Rossetti comincia un periodo di collaborazione con artigiani calzolai; a partire dal 1961 inizia la produzione di mocassini da uomo, nei quali introducono i "fiocchetti" che per primi importano negli Stati Uniti, ed il mocassino estivo morbido "Yacht". Verso la fine del decennio Renzo sposta la sede della sua azienda nell'attuale stabilimento in via Cantù.

Nel decennio successivo si producono le prime scarpe da donna. Nel 1979 l'incontro avvenuto a New York tra Renzo Rossetti e la coppia di coniugi designer Massimo e Lella Vignelli, sancisce la nascita del logo attuale della ditta.

Negli anni ottanta fanno il loro ingresso nell'azienda i tre figli di Renzo, cioè Diego, Luca e Dario Rossetti, che attualmente ricoprono il ruolo di Consiglieri Delegati. Circa dieci anni dopo nasce la linea "Flexa", scarpe casual da uomo. Nel 2003 per i quarant'anni di vita dell'azienda, viene emesso un francobollo dalle Poste Italiane.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]