Quarrata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la frazione di Arezzo, vedi Quarata.
Quarrata
comune
Quarrata – Stemma Quarrata – Bandiera
Quarrata – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Pistoia-Stemma.png Pistoia
Amministrazione
Sindaco Marco Mazzanti (PD) dal 07/05/2012
Territorio
Coordinate 43°50′51″N 10°59′00″E / 43.8475°N 10.983333°E43.8475; 10.983333 (Quarrata)Coordinate: 43°50′51″N 10°59′00″E / 43.8475°N 10.983333°E43.8475; 10.983333 (Quarrata)
Altitudine 48 m s.l.m.
Superficie 45,91 km²
Abitanti 26 190[1] (31 dicembre 2015)
Densità 570,46 ab./km²
Frazioni Barba, Buriano, Campiglio, Caserana, Casini, Catena, Colle, Ferruccia, Forrottoli, Lucciano, Montemagno, Montorio, Olmi, Santonuovo, Tizzana, Valenzatico, Vignole
Comuni confinanti Agliana, Carmignano (PO), Lamporecchio, Pistoia, Prato (PO), Serravalle Pistoiese, Vinci (FI)
Altre informazioni
Cod. postale 51039
Prefisso 0573
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 047017
Cod. catastale H109
Targa PT
Cl. sismica zona 3s (sismicità bassa)
Cl. climatica zona D, 1 691 GG[2]
Nome abitanti quarratini
Patrono Madonna della Cintola
Giorno festivo 1º Martedì di Settembre. "Settembre Quarratino"
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Quarrata
Quarrata
Posizione del comune di Quarrata all'interno della provincia di Pistoia
Posizione del comune di Quarrata all'interno della provincia di Pistoia
Sito istituzionale

Quarrata è un comune italiano di 26.190 abitanti della provincia di Pistoia in Toscana. Prende l'appellativo di città del mobile per la presenza di una rete di piccole e medie imprese che producono e commercializzano mobili, specialmente imbottiti.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

La città di Quarrata si trova fra Prato e Pistoia, alle pendici del Montalbano e si estende per circa 46 km². L'altitudine della zona del capoluogo è di 48 metri sul livello del mare, mentre la massima è di 551 metri, registrati al Sasso Regino.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In epoca etrusca Quarrata non risulta essere abitata. La zona pianeggiante dove oggi sorge la cittadina si trovava quasi sicuramente in uno stato paludoso. Con tutta probabilità gli Etruschi preferirono insediarsi nelle zone collinari circostanti ed utilizzare la pianura solamente come via di transito e comunicazione. Furono i Romani che attraverso la centuriazione della zona bonificarono il terreno. Lo stesso toponimo Quarrata è probabilmente di origine romana e potrebbe derivare dall'aggettivo latino quadrata: infatti attraverso la centuriazione il terreno veniva squadrato, diviso in porzioni.

A partire dal Medioevo e fino al 1959 il comune ebbe il nome di Tizzana, importante castello situato alle pendici del Montalbano e sottoposto a Pistoia: segnava infatti il confine del contado pistoiese con quello di Firenze [senza fonte]e dalla sua posizione si poteva controllare tutta la pianura. Per tutto il XIII secolo le due città si contesero il possesso del territorio fin quando, dopo l'assedio di Pistoia, terminato nel 1306, esso passò, assieme a tutti gli altri territori della città sconfitta, ai fiorentini. Non volendo questi mantenere in attività dei pericolosi fortilizi nel pistoiese, Tizzana perse ogni importanza militare e del castello oggi non restano che poche tracce.

Tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo la sede del comune fu spostata in pianura, inizialmente nella frazione di Vignole e poi a Quarrata, dove in periodo fascista fu costruito un edificio dalle forme neo-rinascimentali, oggi sostituito da una moderna costruzione. Nel 1959, con un Decreto del Presidente della Repubblica, il nome del comune fu ufficialmente mutato in quello attuale di Quarrata: erano gli anni in cui cominciava a fiorire il commercio di mobili che mutò profondamente l'aspetto rurale del territorio quarratino. Ancora oggi questa industria, pur attraversando un momento di crisi, è uno dei pilastri dell'economia della zona.

Nel 1969, con decreto ufficiale del Presidente della Repubblica, a Quarrata viene riconosciuto il titolo di Città, cambiando così denominazione da Comune di Quarrata a Città di Quarrata.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Chiese[modifica | modifica wikitesto]

Il campanile di San Michele Arcangelo a Vignole
La Chiesa di Buriano
L'organo della Propositura di Quarrata[modifica | modifica wikitesto]
Propositura di S.Maria Assunta

Collocato sopra l'altare maggiore, in una cantoria di legno dipinto con motivi decorativi, si trova l'organo, costruito nel XIX secolo da Cesare e Filippo Tronci di Pistoia come riporta un frammento di cartiglio a stampa, capovolto in fondo alla secreta e Lo strumento è composto da una cassa lignea con fregi dipinti in falso rilievo; il prospetto è formato da una facciata a profilo rettilineo di 23 canne, con labbro superiore a mitria, disposte a cuspide e ali con andamento delle bocche rettilineo. La canna maggiore corrisponde al Mi1 del Principale. I registri sono azionati da manette ad incastro, disposte in doppia colonna a destra del manuale, con cartellini a mano, secondo il seguente ordine.

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

  • Villa La Magia è uno dei maggiori monumenti presenti nel territorio del comune, antico castello fu fondato, secondo la tradizione, da Vinciguerra Panciatichi intorno all'anno 1320. In seguito alla decadenza della famiglia Panciatichi, il fortilizio fu acquistato il 26 novembre 1583 dal granduca Francesco I de' Medici e trasformato in una villa che servisse da appoggio alle battute di caccia effettuate nel Barco reale, entrando così a far parte del sistema delle ville medicee. Nel corso dei secoli la villa cambiò più volte proprietario fin quando, nel 1999, l'ultima erede, la contessa Marcella Amati Cellesi, cedette la villa al comune, dal 2013 la villa è entrata a far parte del patrimonio dell'umanità sancito dell'Unesco, insieme ad altre ville medicee.
  • Il Teatro Nazionale, nato negli anni venti e riaperto nel 1997 (la struttura odierna risale agli anni cinquanta), oltre ad essere l'unico cinema presente nel territorio comunale, propone un piccolo cartellone di eventi teatrali e musicali.
  • Villa La Costaglia
  • Castello di Tizzana

Aree protette o di interesse naturalistico[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2009 la popolazione straniera residente era di 2.617 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Monumento ai Caduti di tutte le Guerre, Piazza Risorgimento

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Ogni anno a settembre ha luogo, in coincidenza con la festa del patrono comunale, il Settembre Quarratino, manifestazione che include varie iniziative, tra cui concerti, luna park, mercati, sport e tanto altro. Il giorno più importante di tutto il settembre quarratino è il primo martedì del mese, festa del patrono, nel quale si svolge l'antica fiera del bestiame al mattino, la fiera del gusto, con prodotti tipici locali, al pomeriggio, il concerto della Filarmonica G. Verdi di Quarrata alla sera, e per concludere la serata lo spettacolo pirotecnico alla mezzanotte.
  • dal 1994, il secondo sabato di settembre viene organizzata dalla Rete Radie' Resh di Quarrata la Marcia per la Giustizia. Inizialmente la partenza era situata nella frazione di Vignole; in seguito, con l'ingrandirsi dell'evento, fu deciso di spostarla nel limitrofo comune di Agliana. Hanno partecipato a questa marcia importanti personaggi come il missionario comboniano Alex Zanotelli, l'ex presidente del Brasile Luiz Inácio da Silva detto Lula, il comico Beppe Grillo ed altri ancora.
  • Ogni tre anni, durante il Venerdì Santo, si svolge per la città una solenne processione in costume, che rievoca la passione di Gesù.
  • Ogni anno, nel periodo estivo, si svolge il Palio dei Rioni di Quarrata, evento sportivo che coinvolge tutte le frazioni del Comune, che si sfidano in competizioni di calcio a 11, beach soccer, basket, beach volley, podismo e ciclismo.
  • Ogni anno, verso la fine di giugno, si svolge il Quarrata Folk Festival, una rassegna musicale di due giorni nella Villa La Magia, e che prevede concerti e visite guidati al complesso monumentale della villa e al bosco. Al festival hanno partecipato artisti di fama internazionale come Hevia, Fanfara Tirana, Ginevra Di Marco, Canzoniere Grecanico Salentino, Riccardo Tesi e altri musicisti e cantanti.

Ciclismo[modifica | modifica wikitesto]

La tradizione ciclistica di Quarrata affonda le radici nella metà degli anni '70 quando la maglia viola della Vellutex-Casa Selezione di Floriano Gemignani era l'icona del ciclismo nostrano. A distanza di più di 35 anni, l'appeal sui ciclisti non è scemato, anzi dalla metà degli anni '90 con lo stesso Gemignani prima (insieme a Mario Mengoni) e con Maximilian Sciandri, Luca Scinto e Franco Ballerini poi, Quarrata è rimasta sempre al centro del panorama ciclistico mondiale.

A metà degli anni '90 ci fu un "invasione britannica" : oltre Manica sono gli anni della musica brit-pop, a Quarrata scoppia un altro genere di “mania”, quella per i ciclisti di Sua Maestà che arrivano guidati e consigliati da Max Sciandri, italiano naturalizzato britannico, attuale direttore tecnico della Bmc, squadra nella quale corre il vincitore del Tour de France 2011 Cadel Evans. È stato proprio l'australiano uno dei pionieri quarratini: nel '97, quando ancora correva in mountain bike, arrivò a Quarrata per aggregarsi alla nazionale ciclistica dilettanti che aveva scelto la città del mobile come quartier generale, grazie ai buoni offici della premiata ditta Gemignani-Mengoni.

Se le squadre di tutti i continenti la scelgono è perché per chi voglia di allenarsi a livello professionistico, Quarrata rappresenta una base strategica: Pianura, collina e montagna, tutto vicino per allenarti al meglio, il Montalbano oppure il San Baronto, la mia salita preferita, e ancora la montagna pistoiese a portata di pedale con la Lima, un allenamento verso il mare tra Lucca e Viareggio, salite dure come il passo delle Radici tra Toscana ed Emilia.

Seguendo la strada tracciata negli anni '90 da Sciandri, il team britannico Sky, la squadra ciclistica più forte sulla scena mondiale, ha scelto Quarrata come base operativa (tanto per rendere l'idea: il quartier generale della squadra è a Manchester, la base logistica in Belgio): l'ammiraglia staziona spesso in via della Madonna, mentre gran parte dei ciclisti vengono di volta in volta alloggiati in appartamenti della città per brevi periodi all'anno.

Quarrata viene scelta anche perché i quarratini sono gente riservata che rispetta la privacy, anche dei campioni. In piazza Fabbri, negli appartamenti di nuova costruzione nell'area ex Lenzi, abitano durante brevi periodi i ciclisti Sky Geraint Thomas (oro a Londra 2012 nell'inseguimento a squadre) e il compagno di squadra Ben Swift. Oltre a loro pure Bradley Wiggins, fresco vincitore del tour 2012 e dell'oro olimpico a cronometro, Chris Froome, secondo al Tour 2012 e bronzo nella cronometro delle Olimpiadi di Londra, e Taylor Phinney della BMC.

Tra i quarratini di adozione il più famoso è sicuramente Mark Cavendish, il velocista più forte del mondo. Il britannico della Sky ha scoperto Quarrata nel 2005 prima alloggiando a casa dell'amico Sciandri, poi nel 2007 comprando casa in centro a Quarrata.

inoltre Cavendish è diventato dal 2010 cittadino onorario della Città di Quarrata.

Persone legate a Quarrata[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Artigianato[modifica | modifica wikitesto]

Per quanto riguarda l'artigianato, è diffusa e rinomata l'antica arte del mobile grazie alla quale vengono realizzati oggetti spazianti dallo stile rinascimentale fino a quello moderno, caratterizzati da una tipica imbottitura.[4] Il distretto del mobile quarratino era ed è tutt'oggi specializzato nei divani scorniciati e nei divani imbottiti.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
31 ottobre 1988 24 marzo 1989 Stefano Marini Partito Comunista Italiano Sindaco [5]
24 marzo 1989 27 maggio 1989 Roberto Bonfissuto Comm. pref. [5]
22 settembre 1989 13 giugno 1994 Stefano Marini Partito Democratico della Sinistra, Partito Comunista Italiano Sindaco [5]
27 giugno 1994 25 maggio 1998 Stefano Marini Partito Democratico della Sinistra Sindaco [5]
25 maggio 1998 28 maggio 2002 Stefano Marini Democratici di Sinistra Sindaco [5]
28 maggio 2002 12 giugno 2007 Sabrina Sergio Gori centro-sinistra Sindaco [5]
12 giugno 2007 8 maggio 2012 Sabrina Sergio Gori centro-sinistra Sindaco [5]
8 maggio 2012 in carica Marco Mazzanti PD, IdV, SEL, PRC, PdCI, lista civica: per Quarrata Sindaco [5]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni e località[modifica | modifica wikitesto]

Barba[modifica | modifica wikitesto]

Buriano[modifica | modifica wikitesto]

Buriano

Caserana[modifica | modifica wikitesto]

Casini[modifica | modifica wikitesto]

Casini è una frazione con oltre 1200 abitanti. È prevalentemente un agglomerato di case terratetto lungo la ex Strada Statale 66, a circa 1,5 km. dall'incrocio di Olmi fino a 200 metri oltre il Ponte sul Torrente Stella. Nel centro del paese si immettono nella ex S.S.66 la Via Nuova, direttrice per Caserana, Prato, e la Via Larga, direttrice per il capoluogo Quarrata. Casini è centro artigianale con aziende che producono principalmente mobili imbottiti (salotti) destinati soprattutto al mercato estero. Altra attività è la produzione di biancheria intima e per la casa, fiorente fino a qualche anno fa, ma in declino da qualche tempo. In progressivo incremento l'attività del vivaismo (piante ornamentali) La frazione ha una squadra dilettantistica, la Vellutex, che ha portato nel mondo del professionismo campioni come Casagrande e Popovich. Casini è patria di noti drivers del mondo dell'Ippica come Vivaldo e Giancarlo Baldi. La locale squadra di calcio, G.S.Casini gioca nell'omonimo Campo Sportivo che dispone di gradinate e illuminazione notturna. Nella zona di San Biagio, si trova il complesso monumentale con i ruderi dell'antica chiesa di San Biagio (X sec.?) A Casini è operante la Parrocchia di San Biagio con chiesa realizzata nel 1957, canonica e teatro.

Catena[modifica | modifica wikitesto]

Frazione del comune di Quarrata, si trova al confine con il comune di Carmignano. Qui è presente il Motoclub Catena.

Ferruccia[modifica | modifica wikitesto]

Frazione del comune di Quarrata, si trova al confine con il comune di Agliana

Forrottoli[modifica | modifica wikitesto]

Forrottoli è una Frazione Vicino a Montemagno. Nel piccolo abitato si trova un circolo e una fonte.

Lucciano[modifica | modifica wikitesto]

Piccola frazione sul Montalbano dove sorgeva una fortezza distrutta alla fine del medioevo. Nel luogo in cui essa sorgeva vi è stata costruita la Chiesa di Santo Stefano, affrescata da pittori pistoiesi e con quadri di artisti fiorentini e pistoiesi.

Montemagno[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di San Giovanni evangelista a Montemagno (Quarrata)

Montorio[modifica | modifica wikitesto]

Tipico borgo medievale toscano, situato su un'altura a circa 200m di altezza.

Olmi[modifica | modifica wikitesto]

Olmi è una frazione appartenente al comune di Quarrata in provincia di Pistoia, a circa 7,8 km da Pistoia e 2 km dal centro di Quarrata. Posto sulla Statale che collega Pistoia a Firenze, raccoglie molti negozi e supermercati, con grandi magazzini e mobilifici. Inoltre è posto a metà del Viale Montalbano, che dalla piazza centrale di Quarrata arriva fino al comune vicino di Agliana.

Santonuovo[modifica | modifica wikitesto]

Santonuovo è una frazione a circa 4 km da Quarrata.

Tizzana[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Tizzana.

Valenzatico[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di Santi Maria e Clemente a Valenzatico

Vignole[modifica | modifica wikitesto]

Piccolo paese con scuola media di primo grado (scuola elementare) , di secondo grado (scuola media) e asilo. Inoltre ospita la chiesa S. Michele con bar, chiesa vecchia e nuova; il sabato catechismo, Domenica e il resto della settimana santa messa.

Chiesa di San Michele Arcangelo a Vignole

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Sono presenti all'interno del comune di Quarrata molte associazioni sportive. Le discipline con più iscritti sono sicuramente il calcio, la pallavolo, il basket.

  • Calcio: A.C. Quarrata Olimpia A.S.D., militante nel girone A toscano di Eccellenza (www.acquarrataolimpiasgs.com), A.S.D Olmi, G.S.Casini
  • Pallavolo: Blu Volley (www.asdbluvolleyquarrata.it)
  • Basket: Dany Basket Quarrata
  • Golf: Golf Club Quarrata
  • Bowling: Bowling Club Quarrata
  • Tennis: Selva Bassa Sporting Club, T.C.Q "Tennis Club Quarrata"
  • Atletica: Club Degli Atleti Quarrata
  • Judo: Judo Kodokan Quarrata

palestra : Quarrata centro

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 1 gennaio 2014.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Atlante cartografico dell'artigianato, vol. 2, Roma, A.C.I., 1985, p. 8.
  5. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Quarrata: storia e territorio, Firenze, FMG Studio Immagini,1991
  • L. Gai, Quarrata dalle origini all'età comunale, Pistoia, Società pistoiese di storia patria,1986
  • N. Rauty, Evoluzione storica del territorio di Quarrata, IN: Quarrata: per una conoscenza del territorio comunale, Quarrata, Comune di Quarrata, 1995
  • Quarrata, voci dal passato: storie, tradizioni e personaggi tra la fine dell'Ottocento e la prima metà del Novecento, a cura di Laura Caiani Giannini e Carlo Rossetti, Pistoia, Gli ori, 2005
  • Altri progetti

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN235141358 · GND: (DE4266809-8 · BNF: (FRcb14545331q (data)
Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana