Progetto:WikiDonne/Wiki Loves Fashion/2019

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
1906-02-17, Blanco y Negro, La chica de la modista, Luis de Tapia y Sancha (cropped).jpg

Dove e quando[modifica wikitesto]

Evento in loco:

È richiesto l'arrivo per le 9 per la compilazione dei fogli con il consenso per la privacy e per l'uso delle risorse messe a disposizione dalla biblioteca.

Evento on line:

  • dal 1 settembre al 31 ottobre 2019. Pagina su Meta.

Partecipanti[modifica wikitesto]

Indispensabile registrarsi prima dell'evento e portare con sé il proprio laptop (no tablet, no smartphone).

  1. --Camelia (msg) 10:26, 8 set 2019 (CEST)
  2. Salvo spostamenti di altri impegni --Lombres (msg) 21:52, 18 set 2019 (CEST)
  3. --Susanna Giaccai (msg) 11:29, 29 set 2019 (CEST)
  4. --Latebiosa (msg) 18:07, 30 set 2019 (CEST)
  5. --Alexmar983 (msg) 16:23, 1 ott 2019 (CEST)
  6. Federica--FedericaSpi (msg) 11:07, 5 ott 2019 (CEST)
  7. Eugenio--Eugenio Frignani (msg) 11:06, 5 ott 2019 (CEST)
  8. Thomas
  9. Maria
  10. Maria Rita Brusato--Mrbcasale (msg) 11:06, 5 ott 2019 (CEST)
  11. Gabriele
  12. Adriana
  13. Manuela

Voci proposte[modifica wikitesto]

Le seguenti liste di voci proposte sono state predisposte per ispirare e agevolare la scelta, tuttavia i partecipanti più esperti possono proporre e lavorare su voci ulteriori nell'ambito del tema, aggiungendole in elenco.

Gli utenti che hanno registrato la propria utenza dopo il 1 gennaio 2019 devono invece scegliere obbligatoriamente tra le voci proposte.

Per evitare sovrapposizioni, inserite il vostro nome a lato della voce di cui vi volete occupare (scrittura della voce, migliorìa o traduzione).
Aggiungendo {{doing|nome}} per informare gli altri della presa in carico e {{fatto|nome}} quando avete concluso.

Per nuovi utenti[modifica wikitesto]

Nuove
  1. Claire McCardell[1] ✔ Adriana
  2. Ada Masotti, fondatrice di La Perla
  3. Adele Casagrande, fondatrce di Fendi
  4. Emilio Pucci (azienda)
  5. Elsa Peretti -> d:Q3051731, disegnatrice di gioielli In corso Se ne sta occupando gabriele e thomas...
  6. Simonetta (azienda), casa di moda[2]
  7. Otti Berger
  8. Isabel Toledo
  9. Carola Insolera (enwiki, eswiki - forse scritta meglio)
  10. Stav Strashko, modello
  11. Blanco y Negro -> d:Q8248654, magazine spagnolo
  12. Fashion Institute of Technology -> d:Q844999, università statale di New York
  13. Valentina Sampaio, prima modella trans sulla copertina di Vogue e in passerella[3][4]
  14. Teddy Quinlivan[5]
  15. Elena Miroglio, presidente Miroglio SPA
  16. Patricia von Musulin -> d:Q67221828, designer di gioielli
  17. Polimoda In corso Se ne sta occupando Camelia... (nella sandbox)
  18. Gigliola Curiel (1919 - 1969, madre di Raffaella Curiel)
  19. Curiel, casa di moda fondata a Milano da Gigliola Curiel (1919 - 1969)[6]
  20. Enrichetta Pedrini (1889-1973), creatrice della Rina Modelli [7]
  21. Sorelle Ricci [8], [9], Istituto per il Teatro e il Melodramma
  22. Polinober [10] ✔ 194.243.213.83
  23. Titta Rossi, creatrice divise Alitalia tra 1966-1969[11][12]
  24. Emilia Bellini, biancheria[13]
  25. Giuseppina Tizzoni[14]
  26. Rosita Levi Pisetzky, ha scritto la Storia del costume in Italia (5 volumi)[15]
  27. Grazietta Butazzi, storica del costume e della moda italiana[16]
  28. Paola Davitti[17]
  29. Antonella Cannavò Florio[18]
  30. Wanda Ferragamo[19] ✔ Eugenio (su itwiki) ✔ Federica (su enwiki)
  31. Sorelle Chiostri[20]
  32. Giulia Carla Cecchi[21]
  33. Alma Maria Lami[22]
  34. Dianora Marandino[23]
  35. Regina Schrecker[24]
  36. Paola Quadretti[25]
  37. Jenny Frullini[26]
  38. Lydia De Liguoro, fondatrice rivista Lidel[27]
  39. Vita Noberasco[28] ✔ 194.243.213.83
  40. Gabriella Bellenghi[29]
  41. Alannah Walton
  42. Alecia Morais
  43. Anastasia Kuznetsova
  44. Arlenis Sosa Peña
  45. Brooke Perry
  46. Caroline Ribeiro
  47. Cheyenne Maya-Carty
  48. Clara Alonso
  49. Dorothea Barth Jorgensen
  50. Duckie Thot
  51. Élise Crombez
  52. Estelle Chen
  53. Eugenia Silva
  54. Fabiana Semprebom
  55. Flavia Lucini
  56. Frida Aasen
  57. Georgia Fowler
  58. Gizele Oliveira
  59. Grace Bol
  60. Grace Elizabeth
  61. Heather Marks
  62. Heloise Guerin
  63. Herieth Paul
  64. Iesha Hodges
  65. Imaan Hammaam
  66. Inga Savits
  67. Isilda Moreira
  68. Jamie Lee Darley
  69. Janiece Dilone
  70. Josie Canseco
  71. Jourdana Phillips
  72. Katie Wile
  73. Katja Shchekina
  74. Katsia Damankova
  75. Keke Lindgard
  76. Kelsey Merritt
  77. Lais Oliveira
  78. Lameka Fox
  79. Leila Nda
  80. Lorena Rae✔ Fatto --Lombres (msg) 23:28, 4 ott 2019 (CEST)
  81. Lydia Hearst
  82. Lyndsey Scott
  83. Maggie Laine
  84. Maggie Rizer
  85. Maia Cotton
  86. Marcelle Bittar
  87. Margarita Svegzdaite
  88. Martha Streck
  89. Mayowa Nicholas
  90. Megan Puleri
  91. Megan Williams
  92. Mélie Tiacoh
  93. Myrthe Bolt
  94. Nadine Strittmatter
  95. One Wang Yi
  96. Pauline Hoarau
  97. Roosmarie de Kok
  98. Sadie Newman
  99. Samile Bermannelli
  100. Sanne Vloet
  101. Sarah Stephens
  102. Sofie Rovenstine
  103. Subah Koj
  104. Valery Kaufman
  105. Vanessa Moody
  106. Victoria Lee
  107. Willow Hand
  108. Xin Xie
  109. Yasmin Wijnaldum
Da migliorare
  1. Cleo Romagnoli, modista (deorfanizzare)
  2. Salvatore Ferragamo (risolvere neutralità)
  3. Micol Fontana (aggiungere fonti)
  4. Casey Legler (da ampliare)
  5. Maria Monaci Gallenga (deorfanizzare)
  6. Fernanda Gattinoni (aggiungere fonti)
  7. Giovannelli-Sciarra (da ampliare)
  8. Raffaella Curiel (abbozzo)
  9. Jole Veneziani (aggiungere fonti) ✔ Adriana
  10. Olga Cisa Asinari di Grésy (si può ampliare ulteriormente)
  11. Milena Canonero (risolvere cn)[30]
  12. Germana Marucelli (abbozzo)
  13. Maria Antonelli (stilista) (aggiungere fonti)
  14. Laura Aponte (deorfanizzare, si può ampliare ulteriormente)
  15. Mila Schön (si può ampliare ulteriormente)
  16. Clara Centinaro (deorfanizzare)[31]
  17. Anna Anni (wikificare) ✔ Beatrice
  18. Chiara Boni (abbozzo, aggiungere fonti)
  19. Bruna Moretti (abbozzo, da implementare, si ferma al 1934)
  20. Giovanna Caracciolo (da implementare)
  21. Elsa Schiaparelli ✔ Fatto Lombres e MariaFerrax

Per utenti esperti[modifica wikitesto]

Voci mancanti modelle e stiliste.

Vestiti[modifica wikitesto]

  1. Revenge Dress ✔ Camelia

Istituzioni[modifica wikitesto]

Template da usare: {{Abito |nome= |immagine= |stilista= |anno= |tipo= |presentazione= |materiali= |colore= |premi= }}

Fonti[modifica wikitesto]

Quali sono le fonti autorevoli, non alle ricerche originali.

Voci scritte[modifica wikitesto]

Nuove[modifica wikitesto]

  1. Claire McCardell ✔ Adriana
  2. Wanda Ferragamo (itwiki) ✔ Eugenio
  3. Wanda Ferragamo (enwiki) ✔ Federica
  4. Vita Noberasco ✔ 194.243.213.83
  5. Lorena Rae ✔ Lombres
  6. Revenge Dress ✔ Camelia
  7. Polinober ✔ 194.243.213.83

Migliorate[modifica wikitesto]

  1. Jole Veneziani (aggiunte fonti) ✔ adriana
  2. Anna Anni ✔ Beatrice
  3. Elsa Schiaparelli (ampliata notevolmente) ✔ Lombres e MariaFerrax

Categorie Commons[modifica wikitesto]

Esempio di Query Wikidata

Note[modifica wikitesto]

  1. ^ McCardell, Claire, Enciclopedia Treccani
  2. ^ Simonetta, Enciclopedia Treccani
  3. ^ Victoria's Secret, prima modella trans in passerella, in La Repubblica, 4 agosto 2019.
  4. ^ Federica Cravero, Una modella transgender per i cappelli della Borsalino, in La Repubblica, 3 settembre 2019.
  5. ^ La bellezza è di tutti, parola di Chanel che sceglie la modella transgender per la gioia dell'inclusività, Cosmopolitan
  6. ^ Curiel, su Enciclopedia Treccani.
  7. ^ Rina Modelli
  8. ^ Sorelle Ricci / Ritratto 1
  9. ^ Sorelle Ricci / Ritratto 2
  10. ^ Vestiti di Polinober e Veneziani Sport, Google Arts and Culture
  11. ^ AA. VV., L'eleganza del cibo: Tales about food & fashion, Gangemi Editore, ISBN 9788849280746.
  12. ^ Titta Rossi, 1966-1969, Corriere della sera
  13. ^ Emilia Bellini, Dizionario della Moda Mam-e
  14. ^ Tizzoni Giuseppina (Giuseppina Pagani Tizzoni), Archivio Beni Culturali
  15. ^ Storia del costume in Italia, Istituto editoriale Italiano, Milano, 1964
  16. ^ Moda arte storia società. Omaggio a Grazietta Butazzi, Beni Culturali
  17. ^ A Florentine Who Designs Own Fabrics, The New York Times
  18. ^ “Glamour”, riallestiti gli abiti di Palazzo Pitti, The New York Times
  19. ^ Wanda Ferragamo, la signora della moda che fece volare il sogno di Salvatore Ferragamo, Corriere della sera
  20. ^ Sorelle Chiostri, Beni culturali
  21. ^ Giulia Carla Cecchi snc, Beni culturali
  22. ^ Lami Alma Maria, Beni culturali
  23. ^ Marandino Dianora, Beni culturali
  24. ^ Regina Schrecker, costumi, Opera base
  25. ^ Paola Quadretti affida la comunicazione a CeG Maxicom, Fashion Magazine
  26. ^ Jenny Frullini, Beni culturali
  27. ^ De Liguoro Lydia, Beni culturali
  28. ^ Noberasco Vita, Beni culturali
  29. ^ Gabriella Bellenghi, Dizionario della Moda Mam-e
  30. ^ Canonero, Milena, Enciclopedia Treccani
  31. ^ Centinaro Clara, Beni culturali

Bibliografia[modifica wikitesto]

  • (EN) Hal Rubenstein, 100 Unforgettable Dresses, Harper Design, 2011, ISBN 9780061151668.
  • (EN) Design Museum, Michael Czerwinski, Fifty Dresses that Changed the World, Conran Octopus, 2009, ISBN 9781840917352.
  • (EN) Erin McKean, The Secret Lives of Dresses, Hodder & Stoughton, 2011, ISBN 9780340993231.
  • (EN) Arbuckle Joanne e Francesca Sterlaccianno=2007, Historical Dictionary of the Fashion Industry (Historical Dictionaries of Professions and Industries), ISBN 9780810854543.
  • (EN) Veronica Manlow, Designing Clothes: Culture and Organization of the Fashion Industry, Transaction Publishers, 2009, ISBN 9781412810555.
  • (EN) Jayne Smith, Guide to Basic Garment Assembly for the Fashion Industry, Wiley-Blackwell, 2013, ISBN 9781405198882.
  • (EN) Jukka Gronow e Sergey Zhuravlev, Fashion Meets Socialism: Fashion Industry in the Soviet Union after the Second World War, Finish Literature Society, 2015, ISBN 9789522226655.
  • (EN) Carme Moreno-Gavara e Ana Isabel Jiménez-Zarco, Sustainable Fashion: Empowering African Women Entrepreneurs in the Fashion Industry, Springer International Publishing;Palgrave Macmillan, 2019, ISBN 978-3-319-91265-3.
  • (EN) Sébastien Thomassey e Xianyi Zeng, Artificial Intelligence for Fashion Industry in the Big Data Era, Springer Singapore, 2018, ISBN 978-981-13-0080-6.
  • (EN) Leanne Luce, Artificial Intelligence for Fashion: How AI is Revolutionizing the Fashion Industry, Apress, 2019, ISBN 978-1-4842-3931-5.
  • (EN) Antonella Ceccagno, City Making and Global Labor Regimes: Chinese Immigrants and Italy's Fast Fashion Industry, Springer International Publishing, 2017, ISBN 978-3-319-59980-9.
  • Luciana Gentilli, Patrizia Oppici e Susi Pietri, Moda e modi di vita : Figure, generi, paradigmi, Eum Edizioni, 2017, ISBN 978-88-6056-517-4.
  • Deirdre Clancy, Costume since 1945. Historical Dress from Couture to Street Style, Bloomsbury Publishing, 2015, ISBN 978-1-4742-4073-4.
  • Elyssa Dimant, The New French Couture: Icons of Paris Fashion, Harper Design, 2016, ISBN 978-0062215994.
  1. Laura Eceiza, Atlas of Fashion Designers, Rockport Publishers, Year, 2009, ISBN 9781592534296.

Altri progetti[modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica wikitesto]

Galleria foto[modifica wikitesto]

Tutorials[modifica wikitesto]

Rassegna stampa[modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica wikitesto]

Eventbrite[modifica wikitesto]

Biglietti gratuiti su Eventbrite.

Dashboard[modifica wikitesto]

Il tool di monitoraggio dell'evento.

Slides[modifica wikitesto]

Le slides si trovano qui.