Thylane Blondeau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Thylane Blondeau
Altezza168 cm
Misure88 - 68 - 77
Taglia34 (UE)
Scarpe39 (UE)
Occhicelesti
Capellibiondo scuro
Dati riferiti al giugno 2017

Thylane Blondeau, all'anagrafe Thylane Léna-Rose Loubry Blondeau (Aix-en-Provence, 5 aprile 2001), è una modella e attrice francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Origini e vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Modella dell'agenzia internazionale IMG Models, Thylane Blondeau è la figlia dell'attrice e conduttrice televisiva Véronika Loubry e dell'ex calciatore Patrick Blondeau.[1][2]

Thylane ha un fratello minore, Ayrton (nato il 20 maggio 2007). I loro genitori, Véronika (nata il 22 giugno 1968) e Patrick, si sono sposati nel 2002 e hanno divorziato nel 2016.[3][4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Thylane ha iniziato una carriera come modella professionista in età molto giovane, precisamente all'età di 4 anni: infatti nel 2005 Thylane ha sfilato per Jean-Paul Gaultier alla Settimana della moda di Parigi.[1][5][6] Nel 2010-2011 Thylane è stata fotografata come modella di copertina per il supplemento Vogue Enfants del magazine Vogue Paris e nell'agosto 2011, all'età di 10 anni, queste sue foto per la pubblicità con abbigliamento e trucco per adulti hanno suscitando polemiche sulla sessualizzazione precoce delle bambine sia in Francia, suo paese d'origine, che a livello internazionale.[2][1][7][8] Nel marzo 2014, poco prima del suo 13esimo compleanno, Thylane ha ottenuto la copertina dell'importante rivista femminile francese Jalouse.[9] In seguito lei è stata il volto del marchio internazionale Swildens teenager per la collezione primavera/estate 2014.[10]

Nel settembre 2015 Thylane ha posato per il magazine Teen Vogue.[11][12] Nello stesso anno, il 2015, Thylane ha creato, in collaborazione con il marchio di abbigliamento Eleven Paris, una collezione di capsule per la linea infanzia: parte del ricavato è stato donato all'associazione internazionale Make-A-Wish Foundation dedicata ai bambini sfortunati.[13] Nel dicembre 2015 Thylane ha debuttato come attrice recitando nel film Belle & Sebastien - L'avventura continua in cui lei ha ottenuto una delle parti principali,[2] precisamente quella del personaggio di Gabrielle,[2] e questa esperienza cinematografica ha aumentato la sua notorietà consentendole di sfilare sulle gradinate del "Palais des festivals" durante il Festival di Cannes 2016 come musa di L'Oréal;[1][2] un mese dopo ha ottenuto il brevet des collèges presso il college da lei frequentato ad Aix-en-Provence.

Thylane ha ottenuto la copertina del numero di marzo del 2016 dell'importante rivista francese di moda L'Officiel.[14] Poco tempo dopo è diventata la musa della campagna di Pau l& Joe Sister, una marca internazionale di Sophie Mechaly, per la stagione primavera/estate 2016. Paragonata dalla stampa francese a Laetitia Casta[15] e Kate Moss[16] per il suo impegno come modella e attrice,[17] Thylane nel maggio 2016[18] ha debuttato sul red carpet internazionale[19] affiancando Blake Lively a Cannes ottenendo ottime recensioni.[20] Nel settembre 2016 ha sfilato per D&G durante la Settimana della moda di Milano per la collezione primavera/estate insieme ad Hailey Baldwin.[21] Nel febbraio 2017 ha sfilato per Dolce & Gabbana (D&G) durante la Settimana della moda di Milano per la collezione autunno/inverno e quindi Thylane è diventata la nuova musa di D&G perché ha sfilato per la compagna pubblicitaria intitolata «figli e figlie di» in cui lei è stata affiancata da Gabriel Kane-Lewis, Isabelle Adjani e Daniel Day-Lewis.[22] Nel maggio 2017 Thylane, a soli 16 anni, è la più giovane[23] musa di L'Oreal a Cannes[24] dove lei ha sfilato con Elle Fanning[25] ed Emily Ratajkowski.[23] Nello stesso periodo Thylane ha collaborato con Barbara Palvin (per L'Oreal)[26] e Gigi Hadid (per la IMG Models).[27]

Oltre a quanto detto, secondo il Fashion Model Directory, Thylane Blondeau: ha partecipato come modella alle sfilate dei "fashion show" di Jean-Paul Gaultier, per la stagione primavera/estate 2006, a Parigi[28] e di Dolce & Gabbana, per la stagione autunno/inverno 2017, a Milano;[29] ha ottenuto tante copertine prestigiose, tra cui quella di S Moda nel settembre 2012,[30] quella di Jalouse nell'aprile 2014,[31] quella di double Magazine nel settembre 2015[32] e quella di L'Officiel France di marzo 2016;[33] ha posato per il famoso catalogo internazionale di H&M per la linea dell'inverno 2016;[34] ha partecipato, come modella protagonista, in importanti compagne pubblicitarie, tra cui quella di Ralph Lauren per la stagione autunno/inverno 2011,[35] quella di Melijoe per la stagione autunno/inverno 2014,[36] quella di Eleven Paris per la stagione autunno/inverno 2015,[37] quella per la L'Oreal per la stagione primavera/estate 2016,[38] quella di Paul et Joe per la stagione primavera/estate 2016,[39] quella di Eleven Paris per la stagione autunno/inverno 2016,[40] quella di Swidens per la stagione autunno/inverno 2016,[41] quella di Feidt Parigi per la stagione primavera/estate 2017[42] e quella di Dolce & Gabbana (che è stata fotografata da Franco Paggetti)[43] per la stagione primavera/estate 2017;[43] ha posato, come modella protagonista, per importanti editorials (cioè copertina e servizio fotografico di moda all'interno del magazine), tra cui quello di Vogue Paris nel settembre 2007,[44] quello di Vogue Paris nel settembre 2010,[45] quello di Jalouse nell'aprile 2014,[46] quello di Teen Vogue USA nell'agosto 2015,[47] quello Publications (insieme a sua madre Véronika Loubry) nel gennaio 2016,[48] quello di Nylonmag.com nel febbraio 2016,[49] quello di Self Service nel febbraio 2016,[50][51] quello di L'Officiel France nel marzo 2016,[52] quello di Flaunt nel luglio 2016[53] e quello di MarieClaire.it nel settembre 2016.[54]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Agenzie[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Fashion Model Directory, al giugno 2017 risulta che la Mother Agency (agenzia madre) di Thylane Blondeau è la IMG Models - Paris, mentre le Representing Agencies (agenzie di rappresentazione) sono le seguenti: IMG Models - New York, IMG Models - Milan, IMG Models - Barcelona & Madrid e la IMG Models - Los Angeles.

Dal punto di vista legale, secondo la stampa francese Thylane è gestita dalla madre che quindi ha il potere di firma sui contratti a nome della figlia.[55]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (FR) Photos: 11 choses à savoir sur Thylane Blondeau, la bombe frenchy à suivre!, su Public, 8 ottobre 2016.
  2. ^ a b c d e (FR) Luca Andreolli, Diaporama Qui èst la sumblime Thylane Blondeau, qui a fait sensation sur le tepis rouges à Cannes, su VSD, 17 maggio 2016.
  3. ^ (FR) Véronika Loubry et Patrick Blondeau: Les parents de Thylane se séparent !, su Purepeople, 6 maggio 2016.
  4. ^ (FR) Véronika Loubry et Patrick Blondeau divorcent, su Gala, 6 maggio 2016.
  5. ^ (EN) Child model Thylane Blondeau covers Jalouse, su Fashion Model Directory, Fashion One Group, 25 marzo 2014.
  6. ^ (FR) Thylane: la fille de Véronika Loubry sort de l'ombre, su Gala, 4 agosto 2014.
  7. ^ (EN) Ellie Krupnick, Thylane Loubry Blondeau, 10-Year-Old Model, Ignites Debate Over Sexualization Of Young Girls, su Huffington Post, 4 agosto 2011.
  8. ^ (EN) Far too much, far too young: Outrage over shocking images of the 10-YEAR-OLD model who has graced the pages of Vogue, su Daily Mail, 10 agosto 2011.
  9. ^ (FR) Thylane Blondeau, mannequin de 13 ans, pose en couverture du magazine Jalouse, su L'Express Style, 17 aprile 2014.
  10. ^ (FR) Pauline Gallard, Thylane Blondeau, teen égérie. Le top en herbe pose pur Swildens Teen, su Gala, 15 aprile 2014.
  11. ^ [1]
  12. ^ [2]
  13. ^ [3]
  14. ^ [4]
  15. ^ [5]
  16. ^ [6]
  17. ^ [7]
  18. ^ [8]
  19. ^ [9]
  20. ^ [10]
  21. ^ [11]
  22. ^ [12]
  23. ^ a b [13]
  24. ^ [14]
  25. ^ [15]
  26. ^ [16]
  27. ^ [17]
  28. ^ [18]
  29. ^ [19]
  30. ^ [20]
  31. ^ [21]
  32. ^ [22]
  33. ^ [23]
  34. ^ [24]
  35. ^ [25]
  36. ^ [26]
  37. ^ [27]
  38. ^ [28]
  39. ^ [29]
  40. ^ [30]
  41. ^ [31]
  42. ^ [32]
  43. ^ a b [33]
  44. ^ [34]
  45. ^ [35]
  46. ^ [36]
  47. ^ [37]
  48. ^ [38]
  49. ^ [39]
  50. ^ [40]
  51. ^ [41]
  52. ^ [42]
  53. ^ [43]
  54. ^ [44]
  55. ^ [45]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN8462149489178493810000