Vita Noberasco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Vita Noberasco (... – ...) è stata una stilista italiana, sarta milanese, è stata una dei protagonisti del rinnovamento della moda italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Apre una sartoria a Milano a Via Manzoni sul finire degli anni '40 ed è tra i primi stilisti italiani a cercare uno stile autonomo libero dall'influenza francese che aveva, fino ad allora, caratterizzato la produzione della moda in Italia.[1]

Nel 1951 insieme ad altri grandi nomi dell'epoca quali Emilio Schuberth, Alberto Fabiani, Simonetta, le Sorelle Fontana e Carosa di Roma, Germana Marucelli, Jole Veneziani e Vanna di Milano, è una delle firme dell’alta sartoria che vengono chiamate a partecipare alla "First Italian High Fashion Show" che è stata la prima storica sfilata organizzata a Firenze dall'imprenditore Giovanni Battista Giorgini per dare il segno di un cambio di indirizzo e di vitalità della nascente moda italiana e che segnò appunto l'inizio del "Made in Italy". Noberasco, si distingue tra i contemporanei per la grande intelligenza critica e la capacità di sapersi tenere aggiornata su tutto quanto riguarda il mondo della moda.

Alla sua scomparsa, il suo archivio viene rilevato da Walter Albini e dal bigiottiere Giuliano Fratti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]