Via Manzoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la strada di Firenze, vedi Via Manzoni (Firenze).
Via Alessandro Manzoni
Milan via Manzoni.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
CittàMilano
CircoscrizioneMunicipio 1
QuartiereQuadrilatero della moda
Informazioni generali
Lunghezza650 m
IntitolazioneAlessandro Manzoni
Collegamenti
Iniziopiazza della Scala
FinePorta Nuova
Luoghi d'interesseQuadrilatero della moda
TrasportiMontenapoleone
Mappa
Mappa di localizzazione: Milano
Via Alessandro Manzoni
Via Alessandro Manzoni

Coordinate: 45°28′15.96″N 9°11′38″E / 45.4711°N 9.19389°E45.4711; 9.19389

Via Manzoni è una via del centro di Milano facente parte del cosiddetto Quadrilatero della moda e considerata una delle zone più lussuose, oltreché uno dei maggiori centri dello shopping dell'alta moda mondiale. Via Manzoni inizia in piazza della Scala e termina in corrispondenza degli archi di Porta Nuova.

La via fu immediatamente intitolata ad Alessandro Manzoni il giorno stesso della sua morte, il 22 maggio 1873;[1] motivo dell'intitolazione fu che lo scrittore abitava nella vicinissima via Morone al n. 1168 (ora n.1) in una casa acquistata nel 1814 e il cui giardino quasi vi si affacciava. Prima della morte del Manzoni la via era chiamata nel tratto da piazza della Scala all'incrocio fra via Croce Rossa e via Montenapoleone Corsia del Giardino, e dall'incrocio stesso agli archi di Porta Nuova Corso di Porta Nuova. Nell'Ottocento era considerata la strada più lussuosa di Milano e d'Europa.

Edifici notevoli[modifica | modifica wikitesto]

Sul lato destro:

Sul lato sinistro:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cesare Cantù, IV. Il romanticismo - la lirica, in Alessandro Manzoni; reminiscenze di Cesare Cantù., Vol. I, seconda edizione, Milano, Fratelli Treves, editori, 1885, p. 95.
  2. ^ Grandi, Pracchi, op. cit., p. 106
  3. ^ Grandi, Pracchi, op. cit., p. 28
  4. ^ Grandi, Pracchi, op. cit., p. 158
  5. ^ Grandi, Pracchi, op. cit., p. 30
  6. ^ Grandi, Pracchi, op. cit., p. 227

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Maurizio Grandi, Attilio Pracchi, Milano. Guida all'architettura moderna, Zanichelli, 1980. ISBN 8808052109.
  • Giuliana Gramigna, Sergio Mazza, Milano. Un secolo di architettura milanese dal Cordusio alla Bicocca, Hoepli, Milano 2001. ISBN 88-203-2913-1.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Milano Portale Milano: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Milano